Coronavirus, Pisani: “Mentre i medici italiani muoiono, i responsabili provano ad autoassolversi”

da | Apr 6, 2020 | Cronaca

”Tanti medici italiani sono stati contagiati o sono morti a mani nude per il Coronavirus, mentre i responsabili, politici o sanitari, che si sono messi al riparo dall’attacco del virus provano ad auto assolversi”. La dura dichiarazione è dell’avvocato Angelo Pisani, presidente di Noi Consumatori.

Mentre dalla Francia, infatti, arrivano notizie delle prime azioni legali dei medici francesi contro il loro governo, che non aveva previsto in tempo di fornirli di mascherine, guanti, tute, occhiali di protezione e li ha fatti ammallare, l’avvocato Angelo Pisani chiarisce che nessun medico italiano ha fatto un passo indietro e in risposta ad una gestione politica cieca e sorda precisa che anche i camici bianchi ed operatori italiani si sono organizzati in comitato e chiederanno giustizia e tutela, sia in sede penale che civile, per vessazioni e violazioni subite in servizio.

“È una battaglia di civiltà e rispetto della professione medica – afferma  Pisani –  per come hanno dovuto esercitare la professione in condizioni di pericolo e senza  dispositivi di sicurezza per assenza di prevenzione ed organizzazione da parte di regioni e governo, rimettendoci la vita o riportando gravi sofferenze e contagi, prima ancora delle vittime, per le quali parimenti saranno da dimostrare colpe e responsabilità”.

In Italia medici ed operatori sanitari, come anche forze dell’ordine e altri operatori, “sono stati mandati a contagiarsi o, in taluni casi, a morire a mani nude nella guerra contro il coronavirus aiutato dalla malapolitica  – attacca l’avvocato Pisani – senza precauzioni e diritti, mentre ora, con uno scudo incostituzionale, chi avrebbe avuto il compito di proteggerli verrebbe assolto a priori dai decisori politici”. 


L’Associazione Noiconsumatori con il suo presidente avvocato Angelo Pisani, da subito schieratosi con i camici bianchi diffidando Asl e regioni per tamponi e controlli, prende una dura posizione contro il tentativo di seppellire la giustizia ed alcuni emendamenti presentati nella discussione al Senato sulla conversione del decreto legge Cura Italia, che prevedono una sostanziale immunità per le strutture sanitarie e per i soggetti preposti alla gestione della crisi sanitaria, “scagionando le condotte dei politici e datori di lavoro da responsabilità penale, civile ed erariale in relazione agli eventi avversi accaduti durante la pandemia da Covid-19 e in particolare in caso di danni agli operatori”, denuncia Pisani, che descrive tale scudo come “un provvedimento da regime che pone fine ad un Stato di diritto”.

Ascensore del Monte Echia, è battaglia

Ascensore del Monte Echia, è battaglia

Dopo il vano Sos a Franceschini, i comitati: “La legge è con noi, ricorreremo alla magistratura” Per il ministro Franceschini non ci sono le condizioni per “revocare” l’approvazione della Sovrintendenza territoriale alla realizzazione dell’ascensore (di collegamento...

Linea 1, corto circuito durante il test del nuovo treno

Linea 1, corto circuito durante il test del nuovo treno

Ieri sera intorno alle 23 si è verificato un problema tecnico durante i test per la messa in esercizio del primo treno di fornitura Caf per la Linea 1 di Anm. Un sovraccarico correlato a un corto circuito sul treno ha creato dei forti surriscaldamenti e fumi tra il...

Vomero, eseguita ordinanza per uno scippo

Vomero, eseguita ordinanza per uno scippo

Nei giorni scorsi gli agenti del Commissariato Vomero hanno eseguito un’ordinanza di applicazione della misura cautelare degli arresti domiciliari emessa lo scorso 25 giugno dal G.I.P. del Tribunale di Napoli su richiesta della locale Procura della Repubblica nei...

Ischia, si gode beatamente una serie tv mentre guida: multato

Ischia, si gode beatamente una serie tv mentre guida: multato

Controlli a tappeto anche sull’isola di Ischia, nell’ambito di un servizio disposto dal Comando Provinciale Carabinieri di Napoli. I militari della Compagnia locale hanno identificato 147 persone e controllato 61 veicoli. Quindici le contravvenzioni notificate: gran...

Villa Domi, piantato l’ulivo per il “Giardino della Memoria”

Villa Domi, piantato l’ulivo per il “Giardino della Memoria”

Il progetto internazionale "Il Giardino della Memoria" si è svolto il  22 giugno nella città di Napoli (Italia), nel giorno del "Ricordo e dolore", in occasione dell'80° anniversario dell'inizio della Grande Guerra Patriottica.  Il Consolato Onorario della Federazione...

EDITORIALE

L’arte di evadere le regole

di Alessandro Migliaccio

Quando nel 2010 ho pubblicato il mio secondo libro (anche se il primo era solo una raccolta di poesie giovanili) intitolato “Paradossopoli. Napoli e l’arte di evadere le regole”, nutrivo una ferma speranza che qualcosa sarebbe cambiato. Che i napoletani avrebbero, prima o poi, avuto uno sbalzo di dignità e che si sarebbero in qualche modo presi una rivincita nei confronti di quanti, troppo facilmente, puntano il dito contro di loro.

continua a leggere…

Calcio Femminile, Napoli-Sassuolo 0-1 intervista di mister Pistolesi

Fallo di mano di Chiellini ma per Sky non è niente

Troisi: Penso in Napoletano, sogno in Napoletano

Seguici su Facebook

Facebook Pagelike Widget
Ricerca Anima Gemella

Ricerca Anima Gemella

badando a te