Le lacrime di un sacerdote commuovono il web alla fine di una diretta della messa delle Palme. Questa mattina, la comunità di una parrocchia dell’Arenella, costretta a vivere la partecipazione alle celebrazioni su internet per le restrizioni del Covid-19, ha assistito – dopo la benedizione finale della messa delle palme di mezzogiorno-, alle lacrime del proprio pastore.


Il parroco di Santa Maria Antesaecula, dopo il canto alla Vergine del Miracolo, ha preso un ramo di ulivo che era ai piedi del quadro della Madonna e, rivolgendosi alla webcam, ha detto: questo è per tutti quanti voi! Lasciando la diretta streaming di YouTube con un pianto che ha stretto in una morsa il cuore dei collaboratori e dei fedeli collegati.
Don Mario Tornincasa, parroco da oltre 10 anni di Santa Maria Antesaecula e sacerdote secolare della Diocesi di Napoli da 35 anni è stato tra i primi, seguendo i vari decreti sia governativi che della CEI (Conferenza Episcopale Italiana), a stare vicino ai propri fedeli in questo periodo di quarantena, preferendo il canale YouTube della parrocchia alle dirette social o ad altri mezzi.
Infatti, con la domenica delle Palme prende il via la settimana Santa per i credenti cristiani e le comunità “virtuali” con i loro pastori vivono, anche se in un modo insolito, il mistero della propria fede sentendo però la mancanza di vivere e partecipare in maniera attiva alle celebrazioni.
In questo periodo sono tantissimi i sacerdoti che vivono in comunione con il proprio Vescovo e con le proprie comunità e che portano parole di conforto attraverso i canali virtuali e che nel reale aiutano nel silenzio chi davvero è bisognoso.


In un tempo sospeso, dove si sente la mancanza di tutto, anche delle cose futili e quotidiane, le parole di don Mario e le sue lacrime, fanno riflettere molto sulla caducità dell’uomo e sulla speranza da nutrire per risorgere da questo lungo venerdì santo.