Tarro: entro l’estate contagio zero. E in autunno non correremo pericoli

da | Apr 3, 2020 | Cronaca

C’è un’interessante intervista concessa al blog della Fondazione Nenni dal professor Giulio Tarro, uno dei più noti virologi a livello mondiale, che in più tratti palesa una sostanziale forma di cauto ottimismo circa la vittoria sul coronavirus, anche se si tratta di tempi non immediati.

La parte più interessante dell’intervista riguarda le previsioni. L’intervistatore gli chiede se ragionando sulla base dei dati degli ultimi giorni e di quelli che Tarro ha potuto analizzare, si può azzardare una previsione sui tempi di raggiungimento del famoso livello R0, il livello in cui non vi è più contagio, lo scienziato risponde: “Sicuramente ci arriveremo entro l’estate. Ma già i risultati che abbiamo oggi a disposizione sono molto buoni e quindi i tempi non saranno lunghi. Sono molto buoni soprattutto i numeri relativi ai guariti, maggiori dei contagiati”.

Ma gli spiragli vanno anche oltre l’estate. Rispondendo alla domanda se il coronavirus possa tornare ad avere una fase di grande espansione nel prossimo autunno, il professore, partendo dal presupposto che, come da più parti si sostiene e che come lui stesso ha potuto costatare da vari studi consultati, considerando anche gli asintomatici, i contagiati reali oggi in Italia sarebbero tra i 10 e gli 11 milioni afferma in un passaggio: “Considerando che finiremo per averne molti di più rispetto a quelli calcolati fino ad oggi, si raggiungerà quella che il Primo Ministro britannico ha chiamato immunità di gregge. E quindi, ammesso e non concesso che in autunno ci sia di nuovo questo coronavirus, già non ci riguarderà più perché la maggior parte delle persone avrà sviluppato gli anticorpi. Ciò significa che il Covid-19 diventerà un’influenza stagionale. Quindi questa storia finirà come la prima Sars”.

Tutto il ragionamento di Tarro si basa quindi sugli anticorpi. E questo ragionamento lo sviluppa in una passaggio precedente dell’intervista, quando risponde alla domanda, postagli dall’intervistatore  Pierluigi Pietricola se non si potrà tornare a una vita normale finché non verrà trovato il vaccino per questo coronavirus. Tarro argomenta: “Lo dissero anche ai tempi della prima Sars. Poi non hanno fatto nessun vaccino. Ci fu uno studio, da me citato su un articolo dello scorso gennaio proprio sul Covid-19, che spiegava l’impiego degli anticorpi monoclonali umani ai tempi della prima Sars su dei furetti in fase sperimentale. La Mers fu importante perché vi fu la possibilità di mettere a punto l’impiego sull’uomo di questi anticorpi monoclonali, che poi non sono altro che quelli ricavati dal plasma delle persone guarite e che vengono utilizzati. In Cina, ad esempio, li hanno usati nei casi più gravi di questo coronavirus”. 

Secondo Tarro anticorpi monoclonali si possono utilizzare già da adesso: gli anticorpi estratti dal siero ricavato dal sangue delle persone guarite furono già usati efficacemente con la Mers del 2012. Questi virologi, chiamiamoli così, non sanno di cosa parlano.

Infine il giudizio dello scienziato sul problema degli asintomatici: “La parola stessa “asintomatico” indica che il tampone risulta positivo. Allora queste persone andrebbero seguite, perché hanno ancora il virus, e studiate perché vuol dire che i loro anticorpi quando saranno formati, cioè le immunoglobuline di tipo G nello specifico, avranno sconfitto il virus. Quando si ripeterà il tampone sugli asintomatici, e risulteranno negativi, sarà necessario estrarre il loro sangue, perché avranno già sviluppato le immunoglobuline di tipo F prima, e di tipo G a seguire.

Poi l’intervista si sofferma più in particolare sulle previsioni. L’intervistatore gli chiede se è corretto dire che con l’estate il virus non scomparirà ma si attenuerà la sua diffusione perché cambiano i comportamenti sociali (si sta più all’aperto invece che al chiuso, si mantiene una distanza fra persona e persona maggiore che non in autunno o in inverno), ma Tarro mostra le sue perplessità: “Questa è una grossa stupidaggine. Basta pensare a situazioni come le feste di compleanno, gli assembramenti vacanzieri, le partite di pallone e così via: in Estate non ci sono? Da quando in qua in Estate si osserva il cosiddetto metro di distanza di sicurezza? Bisogna fare attenzione a ciò che si dice. Ci sono degli studi svolti su questo coronavirus relativi ai suoi comportamenti a certe latitudini e quindi con diverse situazioni atmosferiche; e si sono notate delle differenze”.

Il “ballo della rosa”, galà di beneficenza dei Lions

Il “ballo della rosa”, galà di beneficenza dei Lions

Ogni anno prende sempre più corpo e si sta imponendo come uno dei più riusciti eventi napoletani di beneficenza. E’ il “ballo della rosa”, il gran galà di solidarietà organizzato dai Lions Club International e dai Lions Club Capri con la sua presidente Rita Colazza,...

Piazza San Giacomo, denunciato 23enne “curioso”

Piazza San Giacomo, denunciato 23enne “curioso”

Per curiosità. È questo il motivo per il quale un 23enne incensurato di Villaricca ha colpito un Carabiniere. Siamo a Piazza San Giacomo ed è in corso la manifestazione in occasione della “giornata mondiale del rifugiato”. Un migliaio di persone sono partite da piazza...

Dall’Ape sociale alla pensione di vecchiaia

Dall’Ape sociale alla pensione di vecchiaia

Lo Studio Rubinacci-Molaro spiega come avviene la conversione e tempi e modi per presentare la domanda Negli ultimi mesi si sono recati presso il nostro studio diversi pensionati titolari del beneficio dell’Ape sociale, che al momento della maturazione del diritto...

Napoli, capitale della cultura del Mediterraneo

Napoli, capitale della cultura del Mediterraneo

Il Mediterraneo avrà a rotazione una capitale della cultura. Lo annuncia il ministro della cultura Franceschini con la dichiarazione conclusiva della due giorni di summit che ha riunito per la prima volta a Napoli 30 ministri dell’area mediterranea e non solo. La...

Panni stesi nei vicoli, divieto  scongiurato

Panni stesi nei vicoli, divieto scongiurato

Non ci sarà nessuna ordinanza che vieterà i panni stesi. L’annuncio è del sindaco di Napoli, Gaetano Manfredi in risposta al caso della bozza del regolamento di polizia urbana, nel quale, secondo indiscrezioni di stampa, sarebbe stato inserito il divieto di stendere i...

Il Comune a De Laurentiis: “Dia l’esempio e paghi”

Il Comune a De Laurentiis: “Dia l’esempio e paghi”

Il presidente della commissione Sport, Gennaro Esposito invita il patron azzurro a saldare i debiti per lo stadio Gennaro Esposito, presidente della Commissione Sport del Comune, chiede ad Adl di dare l’esempio ai cittadini. Intervistato da Calcio Napoli 24 Live, il...

I luoghi di interesse e i monumenti più belli di Napoli

I luoghi di interesse e i monumenti più belli di Napoli

Fondata nel VI secolo a.C. Napoli vanta una storia particolarmente antica ed è infatti tra le città più antiche del pianeta. Molti dei suoi monumenti storici sono impressionanti e ben conservati, tra cui la Basilica di San Francesco di Paola, il Palazzo Gravina e il...

Lotta ai due killer: il melanoma e l’inquinamento marino

Lotta ai due killer: il melanoma e l’inquinamento marino

Il progetto sarà presentato domani lunedì 6 giugno, alle 17,30, presso The Spark in piazza Borsa. Si tratta di un'iniziativa che si inserisce nella guerra al melanoma - il tumore killer della pelle - e all'inquinamento del mare. E' stata messa a punto da Marevivo e da...

Al Suor Orsola l’aula Ciriaco De Mita

Al Suor Orsola l’aula Ciriaco De Mita

Il rettore Lucio d’Alessandro ha subito annunciato un tributo concreto all’ex presidente del Consiglio che è stato tra i padri fondatori della Scuola di Alti Studi Politici dell’Ateneo napoletano Dal politico come medico al ragionamento sempre aperto al dubbio ed al...

EDITORIALE

L’arte di evadere le regole

di Alessandro Migliaccio

Quando nel 2010 ho pubblicato il mio secondo libro (anche se il primo era solo una raccolta di poesie giovanili) intitolato “Paradossopoli. Napoli e l’arte di evadere le regole”, nutrivo una ferma speranza che qualcosa sarebbe cambiato. Che i napoletani avrebbero, prima o poi, avuto uno sbalzo di dignità e che si sarebbero in qualche modo presi una rivincita nei confronti di quanti, troppo facilmente, puntano il dito contro di loro.

continua a leggere…

Calcio Femminile, Napoli-Sassuolo 0-1 intervista di mister Pistolesi

Fallo di mano di Chiellini ma per Sky non è niente

Troisi: Penso in Napoletano, sogno in Napoletano

Seguici su Facebook

Facebook Pagelike Widget
badando a te