cibo

Alla Mostra d’Oltremare un padiglione accoglie generi alimentari che supermercati, negozi e associazioni donano ai cittadini in difficoltà. C’è stata grande risposta da parte di numerose attività, in due giorni sono state depositate tonnellate di cibo, l’Ente mostra è stato trasformato in un sito di stoccaggio, una sorta di cittadella della solidarietà per far fronte ai bisogni dei cittadini più fragili. Saranno le associazioni di volontariato accreditate a ritirare gli alimenti a fornirli a chi ne ha bisogno.

“Siamo riusciti in questa operazione straordinaria di stoccaggio in un luogo simbolo della città” dichiara l’assessore alle politiche sociali Monica Buonanno: il cuore di Napoli che si apre dal punto di vista territoriale e dei prodotti. Ci stiamo rendendo conto – spiega l’assessore – che l’emergenza Covid non è solo un’emergenza sanitaria, di qui a poco avremo un’estensione dell’area della marginalità sempre più grande. Ci auguriamo di poter sostenere queste persone in tutti i modi possibili, abbiamo istituito il fondo di solidarietà comunale che accanto alla solidarietà vera e propria che vedete qui in Mostra d’Oltremare riuscirà a sostenere oltre 20.000 nuclei familiari”.

Chi ne ha bisogno di aiuto può segnalarlo al numero 0817955555.

“Questo è il padiglione 6 della Mostra d’Oltremare, è il luogo dove si sta concretizzando la solidarietà della città di Napoli – dichiara l’assessore al commercio e alle attività produttive Rosa Galiero – attraverso i suoi imprenditori, attraverso la parte attiva della città che nonostante l’emergenza sta cercando di dare una mano a chi è più fragile, a chi è in difficoltà. La protezione civile che è impegnatissima in città in tante iniziative è anche qui, dà una mano logistica e organizzativa insieme alla Napoli Servizi per gestire tutte le donazioni che arriveranno. Ovviamente – sottolinea – ringraziamo tutti coloro che in queste ore stanno dando la loro disponibilità e ci stanno donando tutto ciò che in questo momento possono mettere a disposizione per la loro città. Questo è un altro gesto che l’amministrazione, la giunta tutta, il sindaco ha fortemente voluto, per dare una risposta immediata e che si accompagni ad altre misure che come amministrazione abbiamo messo in campo per gestire l’emergenza”.

Tra le iniziative messe in campo dal comune l’istituzione del Fondo di solidarietà il cuore di Napoli che oltre a una dotazione iniziale di un milione di euro da parte dell’amministrazione potrà essere finanziato con donazioni spontanee da parte dei cittadini effettuando il bonifico sul conto bancario dedicato.