Sport in casa, i napoletani primatisti in indoor rowing

da | Mar 26, 2020 | Sport

In giorni in cui si è costretti a stare a casa e a fare movimento o ginnastica nelle proprie abitazioni, ci sono tre giovani campani che si sono fatti valere e che hanno addirittura battuto primati. Il primo è Giovanni Abagnale, che ha vinto una medaglia di bronzo a Rio del Janeiro. Il secondo è un ragazzino di 15 anni, un pulcino del club napoletano Savoia. Il terzo è sempre un ragazzo napoletano, un rematore di 19 anni.

Ma che primati hanno stabilito? Lo hanno fatto in una disciplina non di massa, ma che, nei giorni dell’epidemia sta diventando più conosciuta e ancor più praticata. Si tratta dell’indoor rowing che, in casa propria, chiunque può praticare utilizzando le macchine della Concept 2, senza mai interrompere gli allenamenti. Il rowing è alla portata di tutti, ci si può mettere alla prova, gareggiare contro se stessi e contro gli altri sulle diverse distanze verificando online i tempi da battere. Approfittando delle circostanze i campioni di questa specialità si sono concentrati ed hanno cominciato a battere record su record, tutti regolarmente certificati ed omologati online.


    Il primo a scrivere il proprio nome nell’albo dei primati è stato la giovane promessa del remo italiano Gennaro Di Mauro che, con il tempo di 15:20.3 ha battuto il precedente limite Mondiale della categoria 17-18 anni sulla distanza dei 5000 metri. Il 19enne napoletano ha confermato il suo eccellente momento di forma con una prestazione brillante.
    Altri due italiani si sono contesi in poche ore il primato del mondo dei 5000 metri della categoria 30-39 pesi leggeri.
    Prima Martino Goretti, azzurro delle Fiamme Oro, ha stabilito con 15:56.9 il nuovo record. Ma la sua impresa è durata poche ore in quanto gli ha risposto immediatamente perché Pietro Ruta,anche lui poliziotto delle Fiamme Oro ha risposto, abbassando il primato sulla stessa distanza e fermando il tempo a 15:49,6. Finora abbiamo parlato di primati mondiali. Ma sono stati battuti anche tanti primati nazionali.
   È il caso di Giovanni Abagnale, tuttora nazionale di canottaggio che ha superato il precedente limite italiano sui 5000 metri (categoria 19-29) fermando il tempo a 15:9.5. Il triestino Antonio Zonta (40-49) ha battuto quello nazionale nella prova da un minuto riuscendo a percorrere nel tempo stabilito ben 402 metri. Il giovanissimo Giulio Sicignano, atleta del Savoia, di primati italiani ne ha stabiliti tre in un sol giorno, della categoria 15-16 anni. Sicignano ha coperto i 1000 metri in 3:12.8, i 100 metri in 16 secondi, e nella prova di 4 minuti ha percorso 1217 metri.

Ma questa politica è contro il calcio?

Ma questa politica è contro il calcio?

Oltre la notoria capacità degli italiani nell'arte di arrangiarsi, dimostrata una volta di più anche in occasione del Coronavirus, i "domiciliari" forzati cui siamo tutti costretti mi hanno portato una visione tragica e umoristica anche di questi momenti dolorosissimi...

Kenny Dalglish positivo al Coronavirus

Kenny Dalglish positivo al Coronavirus

Kenny Dalglish è risultato positivo al Coronavirus. A comunicarlo è il Liverpool, il club in cui lo scozzese ha scritto pagine di storia alzando svariati trofei da giocatore, in primis tre Coppe dei Campioni, e da allenatore. "Dalglish", si legge nel comunicato dei...

Scherma, rinviati i campionati italiani olimpici e paralimpici

Scherma, rinviati i campionati italiani olimpici e paralimpici

I Campionati italiani olimpici e paralimpici di Scherma sono rinviati. L’evento, previsto dal 4 al 7 giugno 2020 al PalaVesuvio di Napoli, è spostato al prossimo autunno, con data ancora da definire, dopo la sospensione dell’attività agonistica sul territorio...

SPORTIVI PARALIMPICI PER TOKYO 2020

SPORTIVI PARALIMPICI PER TOKYO 2020

SPORTIVI PARALIMPICI PER TOKYO 2020 In occasione della giornata mondiale dello sport Videotutorial dell’argento mondiale nel nuoto Angela Procida“A Tokyo non andrò solo per partecipare. Teniamoci in forma per le Paralimpiadi e la vita di tutti i giorni.”La...

“Calcio, impossibile allenarsi in questo momento”

“Calcio, impossibile allenarsi in questo momento”

di Marco Martone Ha collaborato con alcuni grandi allenatori del calcio internazionale e ha fatto parte, nel ruolo di preparatore atletico dello staff medico di tante squadre, tra cui il Napoli. Eugenio Albarella vive questo momento di grande emergenza da cittadino ma...

Da web e app un aiuto a chi non rinuncia allo sport

Da web e app un aiuto a chi non rinuncia allo sport

Palestre chiuse, un intero mondo di frequentatori, che vanno in genere dai 14 agli 80 e passa anni in tilt completo. La moda di sottoporre il proprio corpo a ginnastica e ad allenamenti per tenersi in forma o aiutarsi in caso di necessità riabilitative si era sempre...

Meglio tardi che mai: l’Uefa si ferma

Meglio tardi che mai: l’Uefa si ferma

Finalmente anche Ceferin e i testoni che lo affiancano si sono arresi all’evidenza: Barcellona-Napoli non si giocherà il prossimo 18 marzo. L'ufficialità del rinvio della gara di ritorno degli ottavi di finale di Champions League, è arrivata con un comunicato che...

Lotito l’ultimo giapponese

Lotito l’ultimo giapponese

Noi pensavano che oltre Agnelli, il giovane rampante presidente cinese dell’Inter e De Laurentiis non si potesse andare. Loro tre, quando era apparso a tutti chiaro che il calcio non potesse più celebrare il suo rito a porte aperte, si erano opposti, vibratamente e in...

Si gioca, ma questo non è calcio

Si gioca, ma questo non è calcio

Credo che le parole di Cosimo Sibilia, uomo politico e presidente della Lega Nazionale Dilettanti della Figc, già calciatore di discreto livello, siano le poche di buon senso e intellettualmente oneste in un mondo di farisei e ipocriti come quello della politica e del...

Europei sempre più a rischio

Europei sempre più a rischio

È un’Europa divisa anche sul piano calcistico oltre che politico, e che perciò apre scenari di vario genere per il futuro immediato. In Italia si gioca a porte chiuse e si va, decisamente, verso il blocco dei campionati, mentre negli altri Paesi, in particolare quelli...

Calcio egoista, che brutta figura

Calcio egoista, che brutta figura

Ormai è un’emorragia di brutte figure. Il mondo del calcio è veramente un mondo a parte e fino a quando lo rimarrà si incancrenirà sempre di più il rapporto con la società civile. Già difficile di per se stesso, perché questo baraccone muove miliardi di euro e nessuno...

EDITORIALE

L’arte di evadere le regole

di Alessandro Migliaccio

Quando nel 2010 ho pubblicato il mio secondo libro (anche se il primo era solo una raccolta di poesie giovanili) intitolato “Paradossopoli. Napoli e l’arte di evadere le regole”, nutrivo una ferma speranza che qualcosa sarebbe cambiato. Che i napoletani avrebbero, prima o poi, avuto uno sbalzo di dignità e che si sarebbero in qualche modo presi una rivincita nei confronti di quanti, troppo facilmente, puntano il dito contro di loro.

continua a leggere…

Calcio Femminile, Napoli-Sassuolo 0-1 intervista di mister Pistolesi

Fallo di mano di Chiellini ma per Sky non è niente

Troisi: Penso in Napoletano, sogno in Napoletano

Seguici su Facebook

Facebook Pagelike Widget
badando a te