“Ancora troppo esigui i tamponi effettuati in Campania: si investa di più per il bene di tutti”, questa la posizione dei Verdi Napoli di fronte alle cifre delle indagini effettuate nei vari ospedali regionali in piena emergenza Covid-19. Sono stati poco più di 500 nella giornata di ieri, con numeri simili nei giorni precedenti. Questa mattina, inoltre, il gruppo consiliare dei Verdi ha scritto al presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca, ai vertici della Protezione civile regionale e alle Asl per chiedere che siano effettuati a tappeto i tamponi a tutti gli appartenenti alle categorie in prima linea: tra questi, sanitari, medici di famiglia, farmacisti, forze dell’ordine, operatori della media e grande distribuzione alimentare, operatori delle aziende partecipate degli Enti locali e tassisti.

“Siamo una delle ultime regioni in Italia per numero di tamponi eseguiti – denunciano i consiglieri comunali dei Verdi Stefano Buono e Marco Gaudini -; dalle testimonianze raccolte, ci risulta particolarmente difficile ottenerne uno anche in presenza di sintomi; spesso le richieste vengono ripetute più volte e altrettanto complesso e lento è ottenerne l’esito, che può arrivare anche dopo 5 giorni. Sono dati molto preoccupanti: bisogna accrescere esponenzialmente il numero di tamponi, tracciare con cura i contatti delle persone potenzialmente contagiate, soprattutto in attesa dei risultati. Insomma, la Regione si deve attivare al più presto investendo su questo aspetto dell’emergenza e valutando, se necessario, anche il coinvolgimento di privati come nel modello sud-coreano. Va fatto uno sforzo ulteriore per risolvere una criticità operativa che può avere conseguenze nefaste in termini di contenimento dell’epidemia”.