“Ci mancate!”: il messaggio di de Magistris ai ‘figli di Napoli’

“Voglio dedicare questo inizio della terza settimana di quarantena di comunità ai figli di Napoli: ai bambini, alle bambine, ai ragazzi… Napule è a voce de’ creature che saglie chianu chianu, la canzone di Pino Daniele Napul’è. Quanto ci manca  la vostra allegria, le vostre corse nei vicoli, le scugnizzerie”. Così il sindaco di Napoli Luigi de Magistris in un video messaggio su Facebook rivolto ai bambini della nostra città.

“Immagino – continua – quanto è dura soprattutto per voi non uscire di casa, non vedere gli amici, la fidanzata, il fidanzato, fare quella vita normale, quegli abbracci core a core faccia a faccia. Manca a noi adulti immagino a voi. Però è un momento importante: in casa si può riflettere, si può capire come vivere meglio dopo” e invita a non abbandonnare la musica, la cultura, il sapere, la conoscenza “che servono a vivere meglio e sentirci dopo una comunità ancora più forte”.

“Napoli – spiega – è la città d’Europa che ha il maggior numero di bambini. Finita questa emergenza Napoli farà esplodere attraverso di voi quella energia che abbiamo dentro e che tanto ci manca poterla ascoltare e sentire come una musica armonica per tutti i vicoli della nostra città: int’e viche miezo all’ate come diceva Pinuccio”.