Carabinieri e poliziotti stanno presidiando le strade di Napoli e della provincia multando coloro che non rispettano il divieto di uscire di casa per il rischio di contagio da Coronavirus. Tra questi diversi negozianti ma anche un prete che ha officiato un battesimo a San Giuseppe Vesuviano. Sono 14, poi, le persone denunciate dalla Polizia in una sola giornata nel corso di controlli a piazza Mercato ed in via Consalvo.

Purtroppo ancora tante persone non rispettano il divieto di uscire di casa. Basti pensare che, sempre giovedì 19 marzo solo la Polizia Municipale, impiegando 277 tra agenti ed ufficiali, ha controllato 1411 cittadini a cui sono stati richiesti i prescritti moduli di autocertificazione e nonostante i continui appelli volti a limitare gli spostamenti da casa per motivi di lavoro, salute e necessità, le pattuglie hanno denunciato 30 soggetti ai sensi dell’articolo 650 del codice penale e 8 persone per falsa attestazione o dichiarazione ai sensi degli articoli 495 e 496 del Codice penale.

Nella stessa giornata sono stati inoltre effettuati 575 controlli ai pubblici esercizi per il rispetto delle raccomandate distanze di sicurezza, per il divieto di assembramento e per la verifica dell’idonea certificazione della disinfezione dei locali, oltre alle prescritte sospensioni delle attività. Sono 20, infine, i titolari di esercizi commerciali denunciati dalla Polizia Municipale per non aver rispettato la direttive ministeriali. Tra questi, si segnalano alcuni supermarket che vendevano, nonostante il divieto, prodotti gastronomici e di pasticceria. I controlli da parte dei vigili urbani rivolti ad assicurare il rispetto delle disposizioni adottate a tutela dell’incolumità e della salute pubblica proseguiranno anche nei prossimi giorni.