Adesso non si scherza più

da | Mar 20, 2020 | Cronaca

di Gennaro Avano

La settimana scorsa con tono che riusciva ancora ad essere goliardico dicevamo di un trauma che il “buon nord” non voleva crearci cambiando la nostra immagine di “fratelli scapestrati”, quella che ci hanno affibbiato “qualche tempo fa” e che, ahinoi, abbiamo pure accettato per quieto vivere.

Di fronte però all’ennesimo attacco e, per giunta, alle persone di cui dobbiamo andare fieri diciamo risolutamente basta!

Cominciamo allora affermando che Napoli sta rispondendo agli appelli delle autorità in modo più che dignitoso. La cittadinanza è rispettosa tanto quanto quella delle città cosiddette “civili”, quelle che – dicono – essere collocate altrove e, nel merito, di alcune cose siamo assolutamente certi:

Sicuramente a Napoli non c’è stato nessun locale che ha consentito raduni clandestini con karaoke, come invece è avvenuto a Brescia, almeno stando alle fonti del Corriere della Sera del 16 marzo.

Sicuramente Napoli non ha visto nessun leder politico andarsene a passeggio come invece, a quanto riportano i media, hanno fatto certi leader del…nord.

Sconfessando pure certi mezzi di dis-informazione, manco a dirlo, sempre del nord, aggiungiamo che sicuramente i nostri medici sono stati tutti al lavoro in questi giorni, ben oltre l’orario di servizio, e chi non c’era era seriamente ammalato.

Questa apologia degli eroici medici napoletani ci offre poi l’occasione, per tornare un attimo sulla faccenda di un attacco, per molti inspiegabile, del -sempre pacato- dottor Galli, al nostro Ascierto.

Nell’interpretare questa “caduta isterica” dobbiamo in premessa ricordare che la “macchina della Sanità” in Lombardia fa incetta di fondi nazionali destinati a questo capitolo. Non sta a noi quantificare ma l’informazione è sufficiente per comprendere che si tratta, per quella regione, di un’industria molto redditizia.

Allora la domanda viene spontanea, non è che sporcare il loro primato significa profilare una concorrenza che non possono tollerare?

Non è che passata l’emergenza corrono il rischio di veder ridiscutere la distribuzione dei fondi per la sanità?

Non è che a qualche meridionale viene voglia di andarsi a curare a Napoli invece che a Milano o a Bergamo?

Tutto ciò il Nord, a partire dalla capofila Lombardia, certamente non lo gradisce. Giammai vorrebbe veder lesi gli interessi di sì fiorente azienda. È un’ombra questa, profilata anche dalla Gabanelli durante l’intervista rilasciata a La7 in “Dimartedi” il 17 marzo.

Allora, assieme al virus adesso aspettiamoci anche la macchina del fango.

Il gioco legale riparte. Con uno sguardo già al futuro

Il gioco legale riparte. Con uno sguardo già al futuro

Sicurezza, occupazione, esperienza di gioco. Ecco le tre risposte che il gambling italiano deve dare al futuro. Da quando per la prima volta, per contrastare la diffusione della pandemia Covid 19, i lavoratori del settore del gioco legale hanno dovuto tirare giù la...

Vomero, donna muore in un incendio

Vomero, donna muore in un incendio

Allarme al Vomero attorno alle 12 vigili del fuoco ambulanze e forze dell'ordine dirette verso piazza Fuga. Angoscia dei genitori con i figli che anche stamattina nelle vicine scuole. Una donna 94enne è morta carbonizzata. Al momento si sa che l'incendio era in una...

“Libera il tuo segreto”, un progetto per tutelare i più deboli

“Libera il tuo segreto”, un progetto per tutelare i più deboli

Vaccinarsi contro il Covid in farmacia a Napoli è già realtà ma da oggi, grazie all’iniziativa privata, nei locali della “Croce verde” si potranno “curare” anche il disagio e la solitudine delle persone più deboli. L’idea è semplice e nasce dalla sinergia tra la...

Casalnuovo, attraversa i binari con il passaggio a livello chiuso

Casalnuovo, attraversa i binari con il passaggio a livello chiuso

Nei giorni scorsi un uomo è rimasto ferito a un passaggio a livello nei pressi della stazione di Casalnuovo. All’arrivo della chiamata alla Sala Operativa del Compartimento Polfer di Napoli si è subito attivata la macchina dei soccorsi: sul posto è giunto personale...

Restituire la fiducia ai giovani

Restituire la fiducia ai giovani

di Cinzia Rosaria Baldi * Intervista a Emilia Narciso neo presidente Unicef Campania L’Unicef  Italia in questi giorni  festeggia  i trent’anni dalla ratifica nel nostro Paese della Convenzione sui diritti dell’infanzia e dell’adolescenza, diritti messi direttamente...

Napoli, completato il progetto esecutivo del Lungomare

Napoli, completato il progetto esecutivo del Lungomare

È stato completato e consegnato all’Amministrazione Comunale il progetto esecutivo del Lungomare di Napoli, dal titolo "Riqualificazione ciclo-pedonale del Lungomare di Napoli, tratto compreso tra Piazza Vittoria e il Molosiglio". Il progetto, esito di una gara...

EDITORIALE

L’arte di evadere le regole

di Alessandro Migliaccio

Quando nel 2010 ho pubblicato il mio secondo libro (anche se il primo era solo una raccolta di poesie giovanili) intitolato “Paradossopoli. Napoli e l’arte di evadere le regole”, nutrivo una ferma speranza che qualcosa sarebbe cambiato. Che i napoletani avrebbero, prima o poi, avuto uno sbalzo di dignità e che si sarebbero in qualche modo presi una rivincita nei confronti di quanti, troppo facilmente, puntano il dito contro di loro.

continua a leggere…

Calcio Femminile, Napoli-Sassuolo 0-1 intervista di mister Pistolesi

Fallo di mano di Chiellini ma per Sky non è niente

Troisi: Penso in Napoletano, sogno in Napoletano

Seguici su Facebook

Facebook Pagelike Widget
Ricerca Anima Gemella

Ricerca Anima Gemella

badando a te