Nella puntata del 18 marzo Striscia ha pesantemente offeso il dottor Paolo Ascierto, eccellenza medica internazionale, già attaccato dal prof. Galli di Bergamo che aveva accusato di “provincialismo” il collega napoletano vantando il primato del suo ospedale nell’uso del medicinale appena approvato per la sperimentazione, con Ascierto, dall’Agenzia per il Farmaco.


Con riferimento a quanto accaduto il Movimento Neoborbonico rende noto di aver chiesto a Striscia scuse e rettifiche adeguate: “Non è assolutamente il momento di scherzare o di insultare chi si batte ogni giorno nel suo ospedale e per la salute di tutti noi – si legge in una nota del Movimento -. Non è, eventualmente, neanche il momento di difendere interessi locali e, in caso di un mancato intervento della trasmissione di Gerry Scotti e Michelle Hunzinker (che hanno anche accentuato le offese del servizio), continueranno ad arrivare alla redazione, come capita in queste ore e sui social, migliaia di mail di protesta e agli sponsor della trasmissione”.