Estubati due pazienti grazie al farmaco anti artrite

da | Mar 19, 2020 | Cronaca

Due pazienti che erano risultati positivi al Coronavirus ed erano stati ricoverati nel reparto di Rianimazione all’ospedale Cotugno di Napoli, sono stati estubati ieri mattina grazie alla cura proposta dalla sinergia tra Cotugno e Pascale e in particolare dall’equipe del prof Paolo Ascierto. Entrambi, infatti, sono stati trattati con il farmaco anti artrite Tocilizumab, che ora è in via di sperimentazione. Vincenzo Montesarchio, direttore della Uoc di Oncologia dell’azienda ospedaliera dei Colli, che ha collaborato con l’oncologo del Pascale Paolo Ascierto per il trattamento con Tocilizumab di alcuni pazienti Covid spiega che attualmente sono 18 i pazienti trattati al Cotugno con il farmaco off label.

Di questi, due pazienti, che avevano altre gravi patologie pregresse sono deceduti, in cinque casi si sono invece riscontrati importanti miglioramenti. Da Napoli arriva, dunque, una buona notizia, che lascia trapelare un cauto ottimismo riguardo alla cura del Coronavirus. Il fatto che i due pazienti sono stati estubati dopo aver ricevuto la somministrazione del Tocilizumab fa ben sperare. Vincenzo Montesarchio, infettivologo dell’ospedale Cotugno di Napoli, centro di riferimento in Campania per l’emergenza Coronavirus e il nosocomio sta coordinando la sperimentazione del farmaco, partita ufficialmente ieri. “Al primo paziente estubato – spiega Montesarchio – era stato somministrato il farmaco il 7 marzo, al secondo il 10 marzo. Erano entrambi in rianimazione in prognosi riservata”.
Si tratta, rispettivamente, di un uomo di 63 anni e di uno di 48 e sono i primi pazienti sottoposti alla somministrazione del Tocilizumab a far registrare dei miglioramenti così importanti. Erano ricoverati in Rianimazione e la prognosi era riservata, quindi le loro condizioni di salute erano da considerarsi gravi. “Si tratta di un’ottima notizia – aggiunge il dottor Montesarchio – perché i due pazienti erano in condizioni molto gravi, in rianimazione, intubati con una polmonite a evoluzione pessima e con prognosi riservata”.

Entrambi i pazienti si trovano in ventilazione assistita ma, se nel corso delle prossime ore dovessero mantenere i livelli di respirazione attuali, potrebbero lasciare la Rianimazione ed essere trasferiti in reparto.
Intanto, l’Unità di Crisi della Regione Campania, ieri pomeriggio ha comunicato che nell’ospedale Cotugno sono stati fatti altri 142 tamponi di cui 27 risultati positivi e all’ospedale Ruggi d’Aragona 66 tamponi di cui 19 risultati positivi. Il totale dei positivi al Covid-19 in Campania sale a quota 698.

Ascensore del Monte Echia, è battaglia

Ascensore del Monte Echia, è battaglia

Dopo il vano Sos a Franceschini, i comitati: “La legge è con noi, ricorreremo alla magistratura” Per il ministro Franceschini non ci sono le condizioni per “revocare” l’approvazione della Sovrintendenza territoriale alla realizzazione dell’ascensore (di collegamento...

Linea 1, corto circuito durante il test del nuovo treno

Linea 1, corto circuito durante il test del nuovo treno

Ieri sera intorno alle 23 si è verificato un problema tecnico durante i test per la messa in esercizio del primo treno di fornitura Caf per la Linea 1 di Anm. Un sovraccarico correlato a un corto circuito sul treno ha creato dei forti surriscaldamenti e fumi tra il...

Vomero, eseguita ordinanza per uno scippo

Vomero, eseguita ordinanza per uno scippo

Nei giorni scorsi gli agenti del Commissariato Vomero hanno eseguito un’ordinanza di applicazione della misura cautelare degli arresti domiciliari emessa lo scorso 25 giugno dal G.I.P. del Tribunale di Napoli su richiesta della locale Procura della Repubblica nei...

Ischia, si gode beatamente una serie tv mentre guida: multato

Ischia, si gode beatamente una serie tv mentre guida: multato

Controlli a tappeto anche sull’isola di Ischia, nell’ambito di un servizio disposto dal Comando Provinciale Carabinieri di Napoli. I militari della Compagnia locale hanno identificato 147 persone e controllato 61 veicoli. Quindici le contravvenzioni notificate: gran...

EDITORIALE

L’arte di evadere le regole

di Alessandro Migliaccio

Quando nel 2010 ho pubblicato il mio secondo libro (anche se il primo era solo una raccolta di poesie giovanili) intitolato “Paradossopoli. Napoli e l’arte di evadere le regole”, nutrivo una ferma speranza che qualcosa sarebbe cambiato. Che i napoletani avrebbero, prima o poi, avuto uno sbalzo di dignità e che si sarebbero in qualche modo presi una rivincita nei confronti di quanti, troppo facilmente, puntano il dito contro di loro.

continua a leggere…

Calcio Femminile, Napoli-Sassuolo 0-1 intervista di mister Pistolesi

Fallo di mano di Chiellini ma per Sky non è niente

Troisi: Penso in Napoletano, sogno in Napoletano

Seguici su Facebook

Facebook Pagelike Widget
Ricerca Anima Gemella

Ricerca Anima Gemella

badando a te