Stando ai voleri del presidente per il Napoli fino a mercoledì mattina allenamenti sospesi, poi sarĂ  tempo di tornare a Castelvolturno. La data fissata per la ripresa degli allenamenti, puramente indicativa, è il 18 marzo, ma ovviamente il 18 marzo con i bollettini drammatici  che arrivano dalla Protezione civile e che solo De Laurentiis ignora, non se ne farĂ  nulla. L’Associazione calciatori è sul piede di guerra e don Aurelio dovrĂ  arrendersi all’evidenza.

Fino a giovedì scorso la squadra s’è allenata a Castelvolturno, poi quand’è arrivata la decisione dell’Uefa di rinviare il ritorno degli ottavi di finale di Champions League con il Barcellona è stato concesso riposo. Come per gli altri lavoratori, anche i tesserati azzurri ricorreranno allo smart working. Lo staff tecnico, infatti, ha dato indicazioni precise per conservare la forma, dagli esercizi da effettuare alla cura meticolosa dell’alimentazione tramite tabelle fornite dallo staff stesso.

Dallo staff azzurro sono arrivate diverse indicazioni. In primis, quelle alimentari dal nutrizionista: ridurre la quantitĂ  di cibo in questi cinque giorni a casa perchĂ©, ovviamente, non saranno bruciate le stesse calorie. Anche se comunque i calciatori si alleneranno da casa, con carichi blandi, tabelle a corpo libero e cardio per chi ha cyclette e tapis roulant (chi non l’aveva ha giĂ  provveduto ad ordinarla. Naturalmente anche lo staff azzurro dovrĂ  rivedere la programmazione, perchĂ© tra 5 giorni sarĂ  assolutamente impossibile, o quanto meno inutile, che il Napoli riprenda gli allenamenti.

Dal dottor Raffaele Canonico, medico sociale azzurro e dal suo staff sono arrivate ovviamente anche disposizioni sanitarie: zero uscite e massima attenzione alle precauzioni, check ogni sera su whatsapp per controllare le condizioni generali e contatti anche col preparatore atletico per un ripasso del lavoro fatto in giornata e per aggiornare la tabella in vista del giorno successivo.

E veniamo ai singoli. Jogging da solo con un cappellino e una mascherina. Non è un cittadino comune a correre, ma Dries Mertens. Anche lui, come tutti sta rispettando le prescrizioni governative per via dell’emergenza Coronavirus e si è concesso solo una corsetta tra le strade deserte di Napoli per provare a tenersi in forma. Poi esercizi atletici alla’aperto, grazie alla bella giornata, sul suo splendido terrazzo con vista golfo di Palazzo donn’Anna.

Quanto a Insigne ha postato un video per i suoi fan di Instagram. Il calciatore si è lasciato immortalare in un video mentre fa degli esercizi di palestra con tanto di didascalia: “Non ci fermiamo“.