Gli azzurri restano concentrati

da | Mar 15, 2020 | Calcio Napoli

Stando ai voleri del presidente per il Napoli fino a mercoledì mattina allenamenti sospesi, poi sarĂ  tempo di tornare a Castelvolturno. La data fissata per la ripresa degli allenamenti, puramente indicativa, è il 18 marzo, ma ovviamente il 18 marzo con i bollettini drammatici  che arrivano dalla Protezione civile e che solo De Laurentiis ignora, non se ne farĂ  nulla. L’Associazione calciatori è sul piede di guerra e don Aurelio dovrĂ  arrendersi all’evidenza.

Fino a giovedì scorso la squadra s’è allenata a Castelvolturno, poi quand’è arrivata la decisione dell’Uefa di rinviare il ritorno degli ottavi di finale di Champions League con il Barcellona è stato concesso riposo. Come per gli altri lavoratori, anche i tesserati azzurri ricorreranno allo smart working. Lo staff tecnico, infatti, ha dato indicazioni precise per conservare la forma, dagli esercizi da effettuare alla cura meticolosa dell’alimentazione tramite tabelle fornite dallo staff stesso.

Dallo staff azzurro sono arrivate diverse indicazioni. In primis, quelle alimentari dal nutrizionista: ridurre la quantitĂ  di cibo in questi cinque giorni a casa perchĂ©, ovviamente, non saranno bruciate le stesse calorie. Anche se comunque i calciatori si alleneranno da casa, con carichi blandi, tabelle a corpo libero e cardio per chi ha cyclette e tapis roulant (chi non l’aveva ha giĂ  provveduto ad ordinarla. Naturalmente anche lo staff azzurro dovrĂ  rivedere la programmazione, perchĂ© tra 5 giorni sarĂ  assolutamente impossibile, o quanto meno inutile, che il Napoli riprenda gli allenamenti.

Dal dottor Raffaele Canonico, medico sociale azzurro e dal suo staff sono arrivate ovviamente anche disposizioni sanitarie: zero uscite e massima attenzione alle precauzioni, check ogni sera su whatsapp per controllare le condizioni generali e contatti anche col preparatore atletico per un ripasso del lavoro fatto in giornata e per aggiornare la tabella in vista del giorno successivo.

E veniamo ai singoli. Jogging da solo con un cappellino e una mascherina. Non è un cittadino comune a correre, ma Dries Mertens. Anche lui, come tutti sta rispettando le prescrizioni governative per via dell’emergenza Coronavirus e si è concesso solo una corsetta tra le strade deserte di Napoli per provare a tenersi in forma. Poi esercizi atletici alla’aperto, grazie alla bella giornata, sul suo splendido terrazzo con vista golfo di Palazzo donn’Anna.

Quanto a Insigne ha postato un video per i suoi fan di Instagram. Il calciatore si è lasciato immortalare in un video mentre fa degli esercizi di palestra con tanto di didascalia: “Non ci fermiamo“.

Dieci anni del Napoli femminile

Dieci anni del Napoli femminile

Una festa che meglio non poteva riuscire. I dieci anni del Napoli Femminile dalla prima promozione in A sono stati un tripudio di emozioni, ricordi, sfrenata allegria e anche calcio. Un evento organizzato con dovizia di particolari dal gruppo fondatore della societĂ ...

Napoli, l’aria è pesante

Napoli, l’aria è pesante

Giocatori che vanno via, altri che vogliono andar via, il futuro azzurro è tutto da inventare, e Spalletti… Insigne emigrato d’oro in Canada, Ospina che stacca il telefono che manco “piange”, ricordando una bella canzone di Domenico Modugno, Ciro Mertens che dal...

Procuratori? No, mediatori

Procuratori? No, mediatori

Scandalo infinito, impazza il calciomercato e crescono gli affari. Il coraggio di Iervolino che si è ribellato Le vicende quasi parallele del divorzio di Sabatini dalla Salernitana e della richiesta dei legali di Mertens (4 milioni netti più 800 mila euro di...

De Laurentiis basta prendere in giro i tifosi

De Laurentiis basta prendere in giro i tifosi

Presidente De Laurentiis ora basta! Adesso stai esagerando, continuando a prendere in giro un popolo di tifosi calorosi e appassionati che hai anestetizzato con le tue controverse esternazioni prive di senso. Anzi, a senso unico: il tuo. Hai sempre messo in cattiva...

Santo subito

Santo subito

Gioite amori, amorini e Cupidi. Abbiamo un santo in piĂą che ci protegge e si espone all'umano sacrificio di sofferenze e critiche feroci come novello Salvatore. E' lui, San Aurelio da Roma, cittadino del mondo ora innamorato perso di Partenope e dei suoi abitanti,...

Napoli, quanto pesano quei due punti persi al Maradona

Napoli, quanto pesano quei due punti persi al Maradona

Lo scudetto potrebbe essere assegnato sul filo di lana e allora quanti rimpianti Noi non sappiamo come andrà a finire. Oggi il Napoli ha tre punti di distacco dal Milan e forse anche dall’Inter, se i nerazzurri dovessero vincere la partita che devono recuperare. Ci...

EDITORIALE

L’arte di evadere le regole

di Alessandro Migliaccio

Quando nel 2010 ho pubblicato il mio secondo libro (anche se il primo era solo una raccolta di poesie giovanili) intitolato “Paradossopoli. Napoli e l’arte di evadere le regole”, nutrivo una ferma speranza che qualcosa sarebbe cambiato. Che i napoletani avrebbero, prima o poi, avuto uno sbalzo di dignità e che si sarebbero in qualche modo presi una rivincita nei confronti di quanti, troppo facilmente, puntano il dito contro di loro.

continua a leggere…

Calcio Femminile, Napoli-Sassuolo 0-1 intervista di mister Pistolesi

Fallo di mano di Chiellini ma per Sky non è niente

Troisi: Penso in Napoletano, sogno in Napoletano

Seguici su Facebook

Facebook Pagelike Widget
badando a te