Coronavirus, venti giorni per rinascere

da | Mar 11, 2020 | Cronaca

La situazione è questa: se tutti rispettano le regole imposte dal Governo, c’è la possibilità che nell’arco di venti giorni si possa tenere sotto controllo la diffusione del Coronavirus e quindi riprendere la vita normale. Rinascere. Soprattutto per tutte quelle attività commerciali che, avendo un calo di clientela o addirittura dovendo stare chiuse, non possono incassare quanto serve per andare avanti. Lo hanno spiegato anche alcuni medici in questi giorni dicendo in coro che “se tutti stanno a casa per 15 giorni il virus viene debellato”.

Sperando non si tratti di un’esagerazione, vale la pena seguire il consiglio dei medici che poi coincide con l’ordine arrivato dal Governo di limitare gli spostamenti solo a quelli necessari. Per quanto riguarda le aziende campane, il presidente di Confesercenti Interregionale (Campania e Molise) e Interprovinciale (Napoli, Avellino e Benevento) Vincenzo Schiavo, si è confrontato con le attività associate all’organismo. “Ho chiesto loro di stringere i denti – spiega Schiavo – in questo momento l’obiettivo è evitare il propagarsi del contagio anche nelle nostre zone: fare sacrifici adesso, per venti giorni, significa evitare la chiusura per mesi e forse per sempre di decine di aziende. I nostri associati – aggiunge Schiavo – sono tutti allineati ed hanno senso di responsabilità. È un momento di grande difficoltà, ma è inutile e persino dannoso assaltare supermercati o farmacie: sono attività i cui beni, di prima necessità, non mancheranno mai. I prodotti continueranno ad arrivare giorno per giorno. Le merci viaggiano senza problemi – conclude Schiavo – i rifornimenti ci sono, sia per i medicinali che per i prodotti alimentari e persino per il carburante non ci sono difficoltà di approvvigionamento”.

“Agropoli più pulita”: le parole di Maria Cuono

“Agropoli più pulita”: le parole di Maria Cuono

La giornalista Maria Cuono direttrice di Newspage Allinfo, scrittrice e docente di materie umanistiche presso l’Istituto Vico De Vivo di Agropoli spinta da rapporti amichevoli ha deciso di scendere in campo a sostegno del candidato a sindaco Elvira Serra nella lista...

Fermo amministrativo, come difendersi

Fermo amministrativo, come difendersi

Lo Studio legale Rubinacci-Molaro spiega le modalità di verifica e i casi in cui è possibile fare ricorso Questo mese, lo Studio legale degli avvocati Giovanni Rubinacci ed Andrea Molaro, prende in esame l’annosa questione del fermo amministrativo, “tanto cara” per...

Via al Mam, museo aperto della metro

Via al Mam, museo aperto della metro

Il Comune rilancia il Mam, il Museo Aperto della Metropolitana, un progetto innovativo finalizzato a valorizzare le opere pubbliche che fanno parte del patrimonio artistico della metropolitana cittadina. Otto grandi imprese italiane sono pronte a investire al fine di...

Affido, tema di attualità. Se ne parla a Pompei

Affido, tema di attualità. Se ne parla a Pompei

A Pompei un convegno su un tema di scottante attualità. “L’affido, una scelta d’amore” è il tema di studio nazionale scelto dai Lions e fatto proprio dai Lions Distretto 108 YA  e per esso dal presidente del Comitato Marina Latella e dal componente del Comitato per la...

EDITORIALE

L’arte di evadere le regole

di Alessandro Migliaccio

Quando nel 2010 ho pubblicato il mio secondo libro (anche se il primo era solo una raccolta di poesie giovanili) intitolato “Paradossopoli. Napoli e l’arte di evadere le regole”, nutrivo una ferma speranza che qualcosa sarebbe cambiato. Che i napoletani avrebbero, prima o poi, avuto uno sbalzo di dignità e che si sarebbero in qualche modo presi una rivincita nei confronti di quanti, troppo facilmente, puntano il dito contro di loro.

continua a leggere…

Calcio Femminile, Napoli-Sassuolo 0-1 intervista di mister Pistolesi

Fallo di mano di Chiellini ma per Sky non è niente

Troisi: Penso in Napoletano, sogno in Napoletano

Seguici su Facebook

Facebook Pagelike Widget
badando a te