“Tra i provvedimenti adottati per la prevenzione e per far fronte ai danni economici provocati dal Coronavirus, il Governo si occupi anche dei liberi professionisti e del mondo delle partite iva, che sono alle prese con scadenze previste per il 16 marzo per gli adempimenti delle imprese, quali la tenuta dei libri sociali e i versamenti previdenziali e assistenziali per i dipendenti”. È quanto afferma la dirigente nazionale di FdI con delega alle politiche di sviluppo del Sud, Gabriella Peluso, che ha incontrato alcune organizzazioni rappresentative della categoria ed ha inviato alla stampa un comunicato in seguito all’incontro. “Sarebbe opportuno – ha proseguito Gabriella Peluso – sospendere tali adempimenti per sei mesi in modo da andare incontro alle aziende che versano in condizioni di grave difficoltà economica e per consentire ai professionisti di ridurre al minimo i contatti con i loro clienti e, quindi, di proteggere maggiormente anche la loro salute”.