conte

“Saranno chiusi tutti i negozi tranne quelli per i beni di prima necessità, come farmacie e alimentari. Resta consentita la consegna a domicilio”. L’annuncio arriva dal premier Giuseppe durante un discorso agli italiani in diretta Facebook “Questo è il momento di compiere un passo in più, quello più importante – spiega il presidente del Consiglio -. Ora disponiamo anche la chiusura di tutte le attività commerciali, di vendita al dettaglio, ad eccezione di quelle dei beni di prima necessità e delle farmacie. Chiudiamo i negozi”. La richiesta arrivata dal governatore della Lombardia Attilio Fontana è stata accolta da Palazzo Chigi ed estesa a tutta Italia. La curva di crescita del Coronavirus non si è arrestata: sono 2mila i malati in più in un solo giorno, ma inclusi i 600 che la Lombardia non aveva comunicato martedì per un ritardo nei risultati dei test. Chiusi quindi anche pub, bar e ristoranti. Aperti edicole e tabacchi.

Anche le industrie resteranno aperte ma osservando misure di sicurezza. Saranno inoltre garantiti i trasporti e le attività agricole. “Restiamo distanti oggi per abbracciarci domani” conclude il presidente.