Coronavirus: a Napoli ora si rispettano le distanze. E i baretti di Chiaia chiudono

da | Mar 9, 2020 | Cronaca

La paura del contagio da Coronavirus sta dando i suoi primi frutti. Finalmente anche a Napoli ci si è resi conto dell’importanza di evitare assembramenti di persone e di evitare di uscire di casa se non necessario. File fuori ai negozi e ai bar, dove si entra uno alla volta e si rispetta la distanza di un metro l’uno dall’altro e niente tavolini vicini nei locali dove si consumano bevande o cibi. I napoletani hanno compreso che si applicando queste misure per un periodo che si spera non superi i 30 giorni si riuscirà a rallentare la diffusione del virus e magari a debellarla, almeno qui da noi dove, a differenza di quanto accade al Nord, il Coronavirus è ancora poco diffuso.
E finalmente, a causa dell’emergenza dovuta al rischio di contagio da Covid-19, molti baretti di Chiaia e di via Aniello Falcone hanno deciso di chiudere per tutelare la salute della clientela e dei lavoratori. “A seguito di un’attenta riflessione – spiegano i titolari dei locali dei baretti – nonostante l’ordinanza della Regione Campania non abbia imposto in modo chiaro la chiusura dei bar, i gestori hanno preferito fermare temporaneamente le attività. Una scelta coscienziosa presa soprattutto per far fronte a un disordine di disposizioni vaghe e contraddittorie. Così – concludono – i baretti in un clima di emergenza hanno preferito chiudere per salvaguardare la salute dei propri clienti e dei dipendenti ed evitare così situazioni di pericolo ed eventuali contagi”.

Fermo amministrativo, come difendersi

Fermo amministrativo, come difendersi

Lo Studio legale Rubinacci-Molaro spiega le modalità di verifica e i casi in cui è possibile fare ricorso Questo mese, lo Studio legale degli avvocati Giovanni Rubinacci ed Andrea Molaro, prende in esame l’annosa questione del fermo amministrativo, “tanto cara” per...

Via al Mam, museo aperto della metro

Via al Mam, museo aperto della metro

Il Comune rilancia il Mam, il Museo Aperto della Metropolitana, un progetto innovativo finalizzato a valorizzare le opere pubbliche che fanno parte del patrimonio artistico della metropolitana cittadina. Otto grandi imprese italiane sono pronte a investire al fine di...

Affido, tema di attualità. Se ne parla a Pompei

Affido, tema di attualità. Se ne parla a Pompei

A Pompei un convegno su un tema di scottante attualità. “L’affido, una scelta d’amore” è il tema di studio nazionale scelto dai Lions e fatto proprio dai Lions Distretto 108 YA  e per esso dal presidente del Comitato Marina Latella e dal componente del Comitato per la...

Campania, obbligo di mascherine sui luoghi di lavoro

Campania, obbligo di mascherine sui luoghi di lavoro

Con provvedimento in corso di pubblicazione, il Presidente della Regione Campania  ha richiamato tutti i datori di lavoro, pubblico e privato, all'osservanza delle norme di prevenzione sanitaria, in particolare riferite all'uso delle mascherine. Sulla base di quanto...

EDITORIALE

L’arte di evadere le regole

di Alessandro Migliaccio

Quando nel 2010 ho pubblicato il mio secondo libro (anche se il primo era solo una raccolta di poesie giovanili) intitolato “Paradossopoli. Napoli e l’arte di evadere le regole”, nutrivo una ferma speranza che qualcosa sarebbe cambiato. Che i napoletani avrebbero, prima o poi, avuto uno sbalzo di dignità e che si sarebbero in qualche modo presi una rivincita nei confronti di quanti, troppo facilmente, puntano il dito contro di loro.

continua a leggere…

Calcio Femminile, Napoli-Sassuolo 0-1 intervista di mister Pistolesi

Fallo di mano di Chiellini ma per Sky non è niente

Troisi: Penso in Napoletano, sogno in Napoletano

Seguici su Facebook

Facebook Pagelike Widget
badando a te