La festa della donna ai tempi del Coronavirus. In attesa di avere più lavoro e welfare

da | Mar 7, 2020 | Cronaca

Pure le scuole chiuse e gli anziani a casa per il Coronavirus, ad appesantire le faticose giornate delle mamme lavoratrici in questa “festa della donna” che vede le donne più che mai strozzate tra impegni di casa e di lavoro, cura dei figli e dei nonni, in una società dalla piramide demografica capovolta, come un triangolo che si regga sulla punta: sopra la massa di anziani, e nella parte bassa i giovani, a reggere un peso insostenibile… Tanti i passi avanti fatti dal dopoguerra a oggi (diritto di voto, divorzio, aborto, cancellazione del delitto d’onore, inserimento in professioni una volta interdette, pene più serie per gli stupratori) per poi ritrovarsi in una società disgregata, nello sfacelo delle istituzioni e dove sono saltate le regole e i ruoli (e vengono persino messi in discussione i diritti acquisiti)… “Il mondo è caos, la civiltà è la norma”, cioè quell’insieme di regole costruite nel corso dei secoli per dirimere giuridicamente i rapporti tra gli essere umani invece che con la violenza e col sangue. Ma oggi è di nuovo il caos. Negli ultimi anni la Giornata della donna è stata all’insegna del contrasto ai femminicidi, ma anche senza arrivare a questo in tante famiglie è l’inferno; perché anche l’uomo è in crisi, per la perdita di ruolo in famiglia e le traversie nel lavoro. Dopo le lotte degli anni Settanta, la società si è “femminilizzata” acquisendo valori e sensibilità tipicamente della donna ma si sono anche persi i valori “maschili” come la lealtà, la parola, l’orgoglio della propria competenza e professionalità, la difesa dei più deboli, il concetto che ciascuno nel compiere il proprio dovere quotidiano deve partecipare al bene della collettività. L’uomo, che ha perso la sua identità, reagisce spesso con violenza. Quali modelli, quali esempi, per i giovani?

Ha ancora senso, poi, festeggiare la festa della donna, laddove da almeno un lustro è in corso una silente pervasiva campagna nazionale per propagare la normalità del genderfluid – attraverso le scuole, i cartoon, la moda, film, soap opera e quant’altro – confondendo i piccoli alle soglie dell’adolescenza (già foriera di tanti tormenti) ben sapendo che la vita è più difficile per chi esce dal “sentiero battuto” dai più?
Se un senso ha ancora, la festa della donna, è quello di chiedere più lavoro e servizi sociali: sostegni alle famiglie, alle mamme ormai sopraffatte. Non a caso il rimpianto più grande, di alcune femministe anni Settanta, è quello di aver perso i momenti più importanti della crescita dei figli, per inseguire la carriera.
Nessuna donna che lavora, vuole per questo rinunciare al suo ruolo di padrona di casa, di moglie e di madre…
Il sistema famiglia di un tempo è saltato. L’economia si sta trasformando. Servono più lavoro e più welfare per porre un freno all’autodistruzione. Regole, e ripristino dei diritti acquisiti.

Terrazza Zungri, serata benefica delle socie Innerine

Terrazza Zungri, serata benefica delle socie Innerine

Il 21 settembre alle ore 20,00 puntualissime ed eleganti, come loro costume  si sono incontrate tutte le socie del Club Inner Weel Luisa Bruni (il più antico club d'Italia)  sulla "Terrazza Zungri". Il Club Inner Wheel è un'associazione femminile strettamente legata...

Ipazia, vista con gli occhi dei giovani d’oggi

Ipazia, vista con gli occhi dei giovani d’oggi

  "Ipazia, punti di vista" è il titolo della mostra/performance, che si è tenuta nei giorni scorsi nell’aula 18 (ex Galleria del Giardino) dell’Accademia di Belle Arti di Napoli. L’evento, ideato e curato dal Professor Mauro Maurizio Palumbo, artista e docente di...

La serata della solidarietà sulla Terrazza Zungri

La serata della solidarietà sulla Terrazza Zungri

Lo scorso venerdì 1 luglio si sono incontrati i rappresentanti delle 11 Associazioni afferenti  al  Servizio divulgazioni  donazione organi, tessuti e cellule  “Ancora insieme” presso la Regione Campania, sono stati ospiti del Cav Salvio Zungri ed Imma, dopo che è...

Napoli, spiagge libere a numero chiuso

Napoli, spiagge libere a numero chiuso

È in vigore dallo scorso primo luglio la  la delibera approvata dal Comune di Napoli che fissa il numero chiuso per le spiagge libere di Palazzo Donn’Anna e delle Monache, con il tracciamento numerico dei bagnanti ad opera del personale dei lidi limitrofi che regolano...

“Convivia. Il gusto degli antichi”,  la mostra al Lapis Museum

“Convivia. Il gusto degli antichi”, la mostra al Lapis Museum

Tra i reperti esposti, la bottiglia di olio d’oliva più antica del mondo, utensili, vasellame per la tavola e la cucina dalle Collezioni del MANN Utensili, vasellame e commestibili fossili tratti dalla Collezione dei Commestibili del MANN – tra cui la bottiglia di...

Il “ballo della rosa”, galà di beneficenza dei Lions

Il “ballo della rosa”, galà di beneficenza dei Lions

Ogni anno prende sempre più corpo e si sta imponendo come uno dei più riusciti eventi napoletani di beneficenza. E’ il “ballo della rosa”, il gran galà di solidarietà organizzato dai Lions Club International e dai Lions Club Capri con la sua presidente Rita Colazza,...

Piazza San Giacomo, denunciato 23enne “curioso”

Piazza San Giacomo, denunciato 23enne “curioso”

Per curiosità. È questo il motivo per il quale un 23enne incensurato di Villaricca ha colpito un Carabiniere. Siamo a Piazza San Giacomo ed è in corso la manifestazione in occasione della “giornata mondiale del rifugiato”. Un migliaio di persone sono partite da piazza...

Dall’Ape sociale alla pensione di vecchiaia

Dall’Ape sociale alla pensione di vecchiaia

Lo Studio Rubinacci-Molaro spiega come avviene la conversione e tempi e modi per presentare la domanda Negli ultimi mesi si sono recati presso il nostro studio diversi pensionati titolari del beneficio dell’Ape sociale, che al momento della maturazione del diritto...

Napoli, capitale della cultura del Mediterraneo

Napoli, capitale della cultura del Mediterraneo

Il Mediterraneo avrà a rotazione una capitale della cultura. Lo annuncia il ministro della cultura Franceschini con la dichiarazione conclusiva della due giorni di summit che ha riunito per la prima volta a Napoli 30 ministri dell’area mediterranea e non solo. La...

Panni stesi nei vicoli, divieto  scongiurato

Panni stesi nei vicoli, divieto scongiurato

Non ci sarà nessuna ordinanza che vieterà i panni stesi. L’annuncio è del sindaco di Napoli, Gaetano Manfredi in risposta al caso della bozza del regolamento di polizia urbana, nel quale, secondo indiscrezioni di stampa, sarebbe stato inserito il divieto di stendere i...

Il Comune a De Laurentiis: “Dia l’esempio e paghi”

Il Comune a De Laurentiis: “Dia l’esempio e paghi”

Il presidente della commissione Sport, Gennaro Esposito invita il patron azzurro a saldare i debiti per lo stadio Gennaro Esposito, presidente della Commissione Sport del Comune, chiede ad Adl di dare l’esempio ai cittadini. Intervistato da Calcio Napoli 24 Live, il...

EDITORIALE

L’arte di evadere le regole

di Alessandro Migliaccio

Quando nel 2010 ho pubblicato il mio secondo libro (anche se il primo era solo una raccolta di poesie giovanili) intitolato “Paradossopoli. Napoli e l’arte di evadere le regole”, nutrivo una ferma speranza che qualcosa sarebbe cambiato. Che i napoletani avrebbero, prima o poi, avuto uno sbalzo di dignità e che si sarebbero in qualche modo presi una rivincita nei confronti di quanti, troppo facilmente, puntano il dito contro di loro.

continua a leggere…

Calcio Femminile, Napoli-Sassuolo 0-1 intervista di mister Pistolesi

Fallo di mano di Chiellini ma per Sky non è niente

Troisi: Penso in Napoletano, sogno in Napoletano

Seguici su Facebook

Facebook Pagelike Widget
badando a te