La festa della donna ai tempi del Coronavirus. In attesa di avere più lavoro e welfare

da | Mar 7, 2020 | Cronaca

Pure le scuole chiuse e gli anziani a casa per il Coronavirus, ad appesantire le faticose giornate delle mamme lavoratrici in questa “festa della donna” che vede le donne più che mai strozzate tra impegni di casa e di lavoro, cura dei figli e dei nonni, in una società dalla piramide demografica capovolta, come un triangolo che si regga sulla punta: sopra la massa di anziani, e nella parte bassa i giovani, a reggere un peso insostenibile… Tanti i passi avanti fatti dal dopoguerra a oggi (diritto di voto, divorzio, aborto, cancellazione del delitto d’onore, inserimento in professioni una volta interdette, pene più serie per gli stupratori) per poi ritrovarsi in una società disgregata, nello sfacelo delle istituzioni e dove sono saltate le regole e i ruoli (e vengono persino messi in discussione i diritti acquisiti)… “Il mondo è caos, la civiltà è la norma”, cioè quell’insieme di regole costruite nel corso dei secoli per dirimere giuridicamente i rapporti tra gli essere umani invece che con la violenza e col sangue. Ma oggi è di nuovo il caos. Negli ultimi anni la Giornata della donna è stata all’insegna del contrasto ai femminicidi, ma anche senza arrivare a questo in tante famiglie è l’inferno; perché anche l’uomo è in crisi, per la perdita di ruolo in famiglia e le traversie nel lavoro. Dopo le lotte degli anni Settanta, la società si è “femminilizzata” acquisendo valori e sensibilità tipicamente della donna ma si sono anche persi i valori “maschili” come la lealtà, la parola, l’orgoglio della propria competenza e professionalità, la difesa dei più deboli, il concetto che ciascuno nel compiere il proprio dovere quotidiano deve partecipare al bene della collettività. L’uomo, che ha perso la sua identità, reagisce spesso con violenza. Quali modelli, quali esempi, per i giovani?

Ha ancora senso, poi, festeggiare la festa della donna, laddove da almeno un lustro è in corso una silente pervasiva campagna nazionale per propagare la normalità del genderfluid – attraverso le scuole, i cartoon, la moda, film, soap opera e quant’altro – confondendo i piccoli alle soglie dell’adolescenza (già foriera di tanti tormenti) ben sapendo che la vita è più difficile per chi esce dal “sentiero battuto” dai più?
Se un senso ha ancora, la festa della donna, è quello di chiedere più lavoro e servizi sociali: sostegni alle famiglie, alle mamme ormai sopraffatte. Non a caso il rimpianto più grande, di alcune femministe anni Settanta, è quello di aver perso i momenti più importanti della crescita dei figli, per inseguire la carriera.
Nessuna donna che lavora, vuole per questo rinunciare al suo ruolo di padrona di casa, di moglie e di madre…
Il sistema famiglia di un tempo è saltato. L’economia si sta trasformando. Servono più lavoro e più welfare per porre un freno all’autodistruzione. Regole, e ripristino dei diritti acquisiti.

Ascensore del Monte Echia, è battaglia

Ascensore del Monte Echia, è battaglia

Dopo il vano Sos a Franceschini, i comitati: “La legge è con noi, ricorreremo alla magistratura” Per il ministro Franceschini non ci sono le condizioni per “revocare” l’approvazione della Sovrintendenza territoriale alla realizzazione dell’ascensore (di collegamento...

Linea 1, corto circuito durante il test del nuovo treno

Linea 1, corto circuito durante il test del nuovo treno

Ieri sera intorno alle 23 si è verificato un problema tecnico durante i test per la messa in esercizio del primo treno di fornitura Caf per la Linea 1 di Anm. Un sovraccarico correlato a un corto circuito sul treno ha creato dei forti surriscaldamenti e fumi tra il...

Vomero, eseguita ordinanza per uno scippo

Vomero, eseguita ordinanza per uno scippo

Nei giorni scorsi gli agenti del Commissariato Vomero hanno eseguito un’ordinanza di applicazione della misura cautelare degli arresti domiciliari emessa lo scorso 25 giugno dal G.I.P. del Tribunale di Napoli su richiesta della locale Procura della Repubblica nei...

Ischia, si gode beatamente una serie tv mentre guida: multato

Ischia, si gode beatamente una serie tv mentre guida: multato

Controlli a tappeto anche sull’isola di Ischia, nell’ambito di un servizio disposto dal Comando Provinciale Carabinieri di Napoli. I militari della Compagnia locale hanno identificato 147 persone e controllato 61 veicoli. Quindici le contravvenzioni notificate: gran...

Villa Domi, piantato l’ulivo per il “Giardino della Memoria”

Villa Domi, piantato l’ulivo per il “Giardino della Memoria”

Il progetto internazionale "Il Giardino della Memoria" si è svolto il  22 giugno nella città di Napoli (Italia), nel giorno del "Ricordo e dolore", in occasione dell'80° anniversario dell'inizio della Grande Guerra Patriottica.  Il Consolato Onorario della Federazione...

EDITORIALE

L’arte di evadere le regole

di Alessandro Migliaccio

Quando nel 2010 ho pubblicato il mio secondo libro (anche se il primo era solo una raccolta di poesie giovanili) intitolato “Paradossopoli. Napoli e l’arte di evadere le regole”, nutrivo una ferma speranza che qualcosa sarebbe cambiato. Che i napoletani avrebbero, prima o poi, avuto uno sbalzo di dignità e che si sarebbero in qualche modo presi una rivincita nei confronti di quanti, troppo facilmente, puntano il dito contro di loro.

continua a leggere…

Calcio Femminile, Napoli-Sassuolo 0-1 intervista di mister Pistolesi

Fallo di mano di Chiellini ma per Sky non è niente

Troisi: Penso in Napoletano, sogno in Napoletano

Seguici su Facebook

Facebook Pagelike Widget
Ricerca Anima Gemella

Ricerca Anima Gemella

badando a te