Tanti locali chiusi per Coronavirus, ci sono anche il Duel Club e il Teatro Tram

da | Mar 6, 2020 | Cronaca

In relazione al Decreto Ministeriale del 4 marzo 2020 il Duel Club comunica che resterà chiuso al pubblico fino al 3 aprile, se non diversamente stabilito dal CDM.

Teniamo a sottolineare che tale Decreto non impone la chiusura della nostra attività, ma stabilisce una serie di norme da seguire che impediscono di fatto la buona riuscita degli eventi. In pratica lo Stato rimanda alle singole imprese la decisione di sospendere le attività senza prendersi nessuna responsabilità in merito. Potremmo aprire dichiarando che i nostri clienti manterranno una distanza di un metro gli uni dagli altri, come previsto dal Decreto, ma la responsabilità civica che dovrebbe appartenere a tutti noi in questo momento ci impone di dare priorità alla salute pubblica. Restiamo chiusi e lasciamo a casa i nostri lavoratori, blocchiamo un business importante e redditizio per la nostra città e per il Paese perché riteniamo sia necessario, ma come sempre registriamo quanto l’industria dell’intrattenimento e della cultura sia considerata di secondo piano dal nostro Governo, non prevedendo nessun tipo di sostegno alle imprese di questo settore.
Siamo certi che molte altre realtà come la nostra condividono questo pensiero e come noi affronteranno il complicato periodo che ci attende con forza e determinazione lavorando, da subito, sul prossimo futuro.

Vi aspettiamo tutti ad Aprile con il nostro Zapping, Roisin Murphy e il nostro appuntamento con Night Market

I tickets acquistati per le date annullate verranno rimborsati automaticamente.
Vi terremo aggiornati, in attesa di nuove disposizioni in merito.

Hanno aderito altri locali quali il Common Ground, l’Arenile, il Basic, Spazio Intolab e La Mela.

Anche il Teatro Tram si ferma: a seguito del recente Decreto Ministeriale riguardante il Covid-19, la direzione del Teatro Tram di Napoli ha deciso di annullare tutte le rappresentazioni in programma fino al 3 aprile 2020. Sono state però già fissate le date di recupero dei due spettacoli in cartellone a marzo: “Accattone” di Enrico Maria Carraro Moda (in programma dal 13 al 15 marzo) andrà in scena dal 15 al 17 maggio 2020; “Venere Tascabile” di Carmen Pommella (in programma originariamente dal 19 al 22 marzo) andrà in scena dal 23 al 26 aprile 2020. La restante programmazione resta invariata.
Proseguiranno invece regolarmente le attività dei laboratori di teatro e dei workshop (domani, sabato 7 marzo, c’è “Medea. L’intera città griderà la mia sorte”, il workshop di lettura e studio condotto dal direttore artistico del Tram Mirko Di Martino), nel pieno rispetto delle norme contenute nel Decreto Ministeriale.

“Agropoli più pulita”: le parole di Maria Cuono

“Agropoli più pulita”: le parole di Maria Cuono

La giornalista Maria Cuono direttrice di Newspage Allinfo, scrittrice e docente di materie umanistiche presso l’Istituto Vico De Vivo di Agropoli spinta da rapporti amichevoli ha deciso di scendere in campo a sostegno del candidato a sindaco Elvira Serra nella lista...

Fermo amministrativo, come difendersi

Fermo amministrativo, come difendersi

Lo Studio legale Rubinacci-Molaro spiega le modalità di verifica e i casi in cui è possibile fare ricorso Questo mese, lo Studio legale degli avvocati Giovanni Rubinacci ed Andrea Molaro, prende in esame l’annosa questione del fermo amministrativo, “tanto cara” per...

Via al Mam, museo aperto della metro

Via al Mam, museo aperto della metro

Il Comune rilancia il Mam, il Museo Aperto della Metropolitana, un progetto innovativo finalizzato a valorizzare le opere pubbliche che fanno parte del patrimonio artistico della metropolitana cittadina. Otto grandi imprese italiane sono pronte a investire al fine di...

Affido, tema di attualità. Se ne parla a Pompei

Affido, tema di attualità. Se ne parla a Pompei

A Pompei un convegno su un tema di scottante attualità. “L’affido, una scelta d’amore” è il tema di studio nazionale scelto dai Lions e fatto proprio dai Lions Distretto 108 YA  e per esso dal presidente del Comitato Marina Latella e dal componente del Comitato per la...

EDITORIALE

L’arte di evadere le regole

di Alessandro Migliaccio

Quando nel 2010 ho pubblicato il mio secondo libro (anche se il primo era solo una raccolta di poesie giovanili) intitolato “Paradossopoli. Napoli e l’arte di evadere le regole”, nutrivo una ferma speranza che qualcosa sarebbe cambiato. Che i napoletani avrebbero, prima o poi, avuto uno sbalzo di dignità e che si sarebbero in qualche modo presi una rivincita nei confronti di quanti, troppo facilmente, puntano il dito contro di loro.

continua a leggere…

Calcio Femminile, Napoli-Sassuolo 0-1 intervista di mister Pistolesi

Fallo di mano di Chiellini ma per Sky non è niente

Troisi: Penso in Napoletano, sogno in Napoletano

Seguici su Facebook

Facebook Pagelike Widget
badando a te