Comune, sì al lavoro da casa

da | Mar 6, 2020 | Cronaca

Il Comune di Napoli, su espressa volontà del sindaco Luigi de Magistris, con la delibera approvata ieri in Giunta a firma del vicesindaco ed Assessore al Personale Enrico Panini, dell’Assessora al Lavoro Monica Buonanno e dell’Assessora alla Salute, Francesca Menna, entra in campo immediatamente a tutela delle condizioni dei propri lavoratori e lavoratrici e del contrasto alla diffusione del contagio da Coronavirus. Infatti, dopo le disposizioni del presidente del Consiglio con le quali si sospende l’attività scolastica fino al 15 marzo e si dettano norme rigorose in materia di prevenzione, il Comune di Napoli estende l’utilizzo del Lavoro Agile, ovvero di una modalità di lavoro garantita anche dal proprio domicilio, che è già in corso presso l’amministrazione di Napoli in quanto fase di sperimentazione nazionale. L’utilizzo è esteso a tutti i dipendenti durante il periodo previsto dal Dpcm che ne faranno richiesta purché ciò non metta in discussione l’efficienza dell’attività.


Le domande potranno essere inoltrate per ottenere il beneficio già da lunedì 9 marzo per le categorie di lavoratrici e lavoratori elencati nella delibera. In dettaglio, sono ammessi a farne richiesta, secondo il seguente ordine di precedenza:

  • le lavoratrici in stato di gravidanza;
  • i genitori di figli minori (compresi i casi di affido) con carichi di cura verso i minori nati dal 1 gennaio 2007, per la durata di sospensione delle scuole. In tal caso, sarà data priorità ai nuclei monogenitoriali, mentre per i nuclei con presenza di entrambi i genitori, il richiedente dovrà dichiarare di essere l’unico genitore ad avvalersi delle modalità di lavoro agile. Eventuali precedenze saranno riconosciute in ragione della minore età dei figli minori;
  • i lavoratori o le lavoratrici con figli in condizioni di disabilità gravi di cui all’art. 3 comma 3 L. n. 104/1992;
  • i lavoratori o le lavoratrici con invalidità a titolo personale ai sensi della Legge n. 104/1992 o coloro che, sulla base di specifica certificazione medica di strutture sanitarie pubbliche sono affetti da patologie per le quali è consigliato nella fase epidemica la permanenza al proprio domicilio.
    Sono inoltre ammessi a farne richiesta i dipendenti comunali che attestino di avvalersi quotidianamente di mezzi di trasporto pubblico per la distanza domicilio-luogo di lavoro. La richiesta potrà essere valutata dal dirigente di riferimento – sulla base di criteri di rotazione – in ragione di esigenze organizzative connesse alle caratteristiche delle attività lavorative e dei compiti assegnati al dipendente, e di ulteriori esigenze di carattere sanitario per diminuire negli ambienti lavorativi e negli uffici la contemporanea presenza di più persone. Infine, sono ammessi a farne richiesta tutti i lavoratori o le lavoratrici le cui istanze verranno valutate dal dirigente secondo ragionevoli esigenze organizzative, sulla base dei carichi di lavoro e dei compiti assegnati. “La tutela della salute, la prevenzione e l’attenzione alle relazioni familiari e umane – spiegano in una nota il vicesindaco Enrico Panini e le assessore al Lavoro, Monica Buonanno, e alla Salute, Francesca Menna – sono gli obiettivi che garantiamo con una serie importante di decisioni rapidissime. Con questa delibera diamo immediata serenità alle famiglie e a quanti hanno patologie a rischio”.
Casa Fiorinda, la visita a sorpresa di Federica Pellegrini

Casa Fiorinda, la visita a sorpresa di Federica Pellegrini

“Grazie alle operatrici che danno pieno sostegno a Donne coraggiose” Visita a sorpresa di Federica Pellegrini a Casa Fiorinda a Napoli. L'atleta azzurra ha trascorso una serata in compagnia con le ospiti della casa per donne maltrattate Fiorinda. Un luogo fisico di...

I bambini e la moda gender fluid

I bambini e la moda gender fluid

L’allarme di una psichiatra: “I piccoli disorientati dalle lezioni di sesso di insegnanti spesso impreparati” Il piccolo Salvatore, otto anni, si osserva compiaciuto davanti allo specchio mentre prova e riprova le scarpe con i tacchi a spillo della madre: “Dice che...

Vomero, per il parco fantasma arrivano i soldi della Regione

Vomero, per il parco fantasma arrivano i soldi della Regione

La Regione Campania investirà 15 milioni di euro (a valere sui fondi POC 2014-2020) per la riqualificazione di 24 parchi cittadini dislocati nelle varie Municipalità, così com’era stato annunciato nel marzo 2020 (visto che il Comune non ha fondi) dall’agronomo...

La serata dell’amicizia sulla Terrazza Zungri

La serata dell’amicizia sulla Terrazza Zungri

Lo scorso 20 settembre si sono incontrate tutte le socie del Club Innerweel Luisa Bruni sulla “Terrazza Zungri”, il più antico club d’Italia, nato dalle mogli dei rotariani alle quali non era permesso l’accesso nel club. La socia Imma Zungri Emilio ha accolto tutte le...

Campania, da mezzanotte scatta l’allerta meteo gialla

Campania, da mezzanotte scatta l’allerta meteo gialla

La Protezione Civile della Regione Campania ha emanato un avviso di allerta meteo con livello di criticità idrogeologica per temporali di colore Giallo valevole a partire dalla mezzanotte e fino alle 23.59 di domani sulle seguenti zone: 1 (Piana Campana, Napoli,...

Da Las Vegas a Monte Carlo: le città celebri per i loro casinò

Da Las Vegas a Monte Carlo: le città celebri per i loro casinò

Oggi sentiamo spesso parlare di casinò e di gioco d’azzardo, soprattutto per via del boom della loro controparte digitale registrato negli ultimi anni. Se è vero che il gambling si sta trasferendo in maniera sempre più consistente sul web, il fascino di alcune città...

Ascensore del Monte Echia, è battaglia

Ascensore del Monte Echia, è battaglia

Dopo il vano Sos a Franceschini, i comitati: “La legge è con noi, ricorreremo alla magistratura” Per il ministro Franceschini non ci sono le condizioni per “revocare” l’approvazione della Sovrintendenza territoriale alla realizzazione dell’ascensore (di collegamento...

Linea 1, corto circuito durante il test del nuovo treno

Linea 1, corto circuito durante il test del nuovo treno

Ieri sera intorno alle 23 si è verificato un problema tecnico durante i test per la messa in esercizio del primo treno di fornitura Caf per la Linea 1 di Anm. Un sovraccarico correlato a un corto circuito sul treno ha creato dei forti surriscaldamenti e fumi tra il...

Vomero, eseguita ordinanza per uno scippo

Vomero, eseguita ordinanza per uno scippo

Nei giorni scorsi gli agenti del Commissariato Vomero hanno eseguito un’ordinanza di applicazione della misura cautelare degli arresti domiciliari emessa lo scorso 25 giugno dal G.I.P. del Tribunale di Napoli su richiesta della locale Procura della Repubblica nei...

EDITORIALE

L’arte di evadere le regole

di Alessandro Migliaccio

Quando nel 2010 ho pubblicato il mio secondo libro (anche se il primo era solo una raccolta di poesie giovanili) intitolato “Paradossopoli. Napoli e l’arte di evadere le regole”, nutrivo una ferma speranza che qualcosa sarebbe cambiato. Che i napoletani avrebbero, prima o poi, avuto uno sbalzo di dignità e che si sarebbero in qualche modo presi una rivincita nei confronti di quanti, troppo facilmente, puntano il dito contro di loro.

continua a leggere…

Calcio Femminile, Napoli-Sassuolo 0-1 intervista di mister Pistolesi

Fallo di mano di Chiellini ma per Sky non è niente

Troisi: Penso in Napoletano, sogno in Napoletano

Seguici su Facebook

Facebook Pagelike Widget
badando a te