I vigili urbani di Napoli sono impegnati nel contrasto al fenomeno del trasporto locale senza autorizzazione, ovvero alla presenza di pulmini e taxi abusivi senza nessun controllo igienico-sanitario. In un momento delicato come questo, dove il Comune ha provveduto a disinfettare perfino autobus e metropolitana, utilizzare mezzo di trasporto fuorilegge potrebbe rappresentare un rischio per la salute dei passeggeri.

Il fenomeno, però, è sempre in voga. Basti pensare che nel primo bimestre del 2020, gli agenti della Polizia Municipale hanno effettuato oltre 200 interventi effettuati a tutela del trasporto pubblico locale con numerosi veicoli posti sotto sequestro. Il dato è emerso nella riunione periodica avvenuta oggi di confronto tra il Comandante della Polizia Municipale, Ciro Esposito, l’assessore con delega alla Polizia Locale Alessandra Clemente ed il delegato Ciro Langella. “Intensificheremo, grazie al supporto fondamentale del Corpo di Polizia Locale, i controlli sugli abusivi del trasporto pubblico in questo particolare momento storico – dichiarano l’assessore Alessandra Clemente ed il delegato Ciro Langella – che oltre ad arrecare danno alla categoria comportano rischi per l’utenza utilizzando autovetture prive di ogni controllo sanitario oltre che amministrativo e meccanico”.