Belotti ora è già più di un’idea

da | Mar 5, 2020 | Calcio Napoli

Secondo le indiscrezioni di ieri quella di tentare l’acquisto di Belotti era un’idea. Oggi, a quanto pare, è già più di un’idea.
Il Napoli è al lavoro, a caccia di rinforzi per la prossima stagione, ed appunto il nome forte in casa azzurra è quello del centravanti del Torino. Contatti in corso, Il “Gallo” è un obiettivo concreto per la prossima stagione. Intanto l’Inter resta su Mertens nonostante il rinnovo del contratto.
Nelle intenzioni nerazzurre potrebbe essere imbastita un’operazione legata al riscatto di Politano. Inter in pressing, nel mirino c’è ancora Mertens. E il Napoli punta Belotti.
Giorgio Perinetti, oggi al Genoa, ha avuto Gattuso come allenatore al Palermo, quando lavorava alla corte di Zamparini e, tra le altre cose, ha parlato anche di questo a Radio Kiss Kiss: “Belotti? Piacerebbe molto a Gattuso perché è un Gattuso che gioca in attacco: lotta, cerca palle che sembrano perse, corre dietro ai difensori. Io lo portai a Palermo proprio a Gattuso. È un giocatore che piace a Rino”.
Intanto l’Inter resta su Dries Mertens nonostante il belga abbia praticamente già rinnovato il contratto con il Napoli. Nelle intenzioni nerazzurre potrebbe essere imbastita un’operazione legata al riscatto di Politano. Inter in pressing, nel mirino c’è ancora Mertens.
E veniamo ad un altro nome caldo sul possibile scenario del mertcato: il Real sarebbe pronto a investire 70 milioni di euro per il cartellino di Fabian Ruiz. Ma c’è anche il Barcellona sul talento andaluso. L’altra notizia è che De Laurentiis non ha alcuna intenzione di cederlo dato che Fabian rappresenta il futuro del Napoli, è un talento che la società azzurra vorrebbe tenersi stretto. Attorno a lui, infatti, il patron azzurro vuole costruire la squadra del futuro.
Quanto a Koulibaly che sta lavorando per rientrare il 18 a Barcellona (ma sarà difficile), De Laurentiis continua a respingere le avances per il difensore senegalese da parte di Paris Saint Germain e Manchester United, ma è evidente che a giugno di fronte ad un’offerta importante non si tirerà indietro. Anche perché il suo rapporto con la società, dopo questa stagione sfortunata, si è incrinato, per effetto del famigerato ammutinamento.


In questi mesi si valuterà anche la condizione di Ghoulam, perché se nell’ultimo tentativo di recupero l’algerino non dovesse dare risposte soddisfacenti il Napoli virerebbe decisamente verso l’acquisto di un altro laterale sinistro. E torna come sempre di moda il nome di Grimaldo del Benfica, una società con la quale Giuntoli ha ora buoni rapporti dopo l’affare Vinicus.
Capitolo Callejon: sette anni al Napoli e la tentazione di rimanerci ancora un po’. José Maria Callejon ha il contratto in scadenza, in estate potrebbe andar via a parametro zero (e questa sembra l’ipotesi più probabile), ma non è da escludere una permanenza. A dicembre c’è stato un faccia a faccia importante con il presidente De Laurentiis, in cui i due si sono ribaditi stima reciproca e la volontà di vedersi ancora per parlare di rinnovo. Pertanto è previsto nelle prossime settimane un nuovo summit tra l’agente Manuel Garcia Quilon e il club azzurro. Nel caso in cui non dovesse esser raggiunta un’intesa per il prolungamento al Napoli, l’ex Real Madrid avrebbe già le alternative pronte. Nelle scorse settimane, infatti, sono stati registrati dei contatti con diverse squadre spagnole, Siviglia e Valencia in primis. Il ritorno in patria sarebbe una pista gradita allo spagnolo, ma la decisione sarà presa solo dopo il prossimo incontro con il Napoli.
Sul fronte rinnovi quasi definito quello con Maksimovic. L’annuncio nelle prossime ore.

Napoli, quanto pesano quei due punti persi al Maradona

Napoli, quanto pesano quei due punti persi al Maradona

Lo scudetto potrebbe essere assegnato sul filo di lana e allora quanti rimpianti Noi non sappiamo come andrà a finire. Oggi il Napoli ha tre punti di distacco dal Milan e forse anche dall’Inter, se i nerazzurri dovessero vincere la partita che devono recuperare. Ci...

Vomero, controlli movida dei carabinieri

Vomero, controlli movida dei carabinieri

Tra mercoledì e venerdì, nell'ambito dei servizi predisposti dalla Questura di Napoli nelle aree della “movida”,  i poliziotti del Commissariato Vomero, i militari dell’Arma dei Carabinieri, i finanzieri del Comando Provinciale della Guardia di Finanza, con il...

E servono sempre terzino e centrale di difesa

E servono sempre terzino e centrale di difesa

L’arrivo del solo Tuanzebe non ha risolto i problemi strutturali dell’organico degli azzurri Nel momento di maggior fulgore, dopo le otto vittorie consecutive ad inizio di campionato, osservatori e tifosi, sull’onda dell’entusiasmo, avevano già indicato il Napoli...

Napoli, un futuro da inventare

Napoli, un futuro da inventare

I vuoti del Maradona non dipendono solo dal Covid.Tifosi sempre più spaesati e meno innamorati Un giorno, neanche tanto all’improvviso, sembra che l’amore dei tifosi azzurri per la loro squadra sia evaporato in modo pressochè totale e definitivo. L’avvio di Insigne,...

EDITORIALE

L’arte di evadere le regole

di Alessandro Migliaccio

Quando nel 2010 ho pubblicato il mio secondo libro (anche se il primo era solo una raccolta di poesie giovanili) intitolato “Paradossopoli. Napoli e l’arte di evadere le regole”, nutrivo una ferma speranza che qualcosa sarebbe cambiato. Che i napoletani avrebbero, prima o poi, avuto uno sbalzo di dignità e che si sarebbero in qualche modo presi una rivincita nei confronti di quanti, troppo facilmente, puntano il dito contro di loro.

continua a leggere…

Calcio Femminile, Napoli-Sassuolo 0-1 intervista di mister Pistolesi

Fallo di mano di Chiellini ma per Sky non è niente

Troisi: Penso in Napoletano, sogno in Napoletano

Seguici su Facebook

Facebook Pagelike Widget
badando a te