Questione rinnovi sbloccata

da | Mar 4, 2020 | Calcio Napoli

Il rinnovo era prevedibile. Sbloccata la situazione più spinosa, dal punto di vista dell’impatto che avrebbe potuto determinare nell’opinione pubblica, cioè quella di Mertens, era logico che poi uno dietro l’altro anche gli altri nodi dovessero venire asl pettine. Dopo Mertens, toccherà a Zielinski. Il polacco ha il contratto in scadenza nel 2021 e guadagna 1,1 milioni di euro a stagione. Il Napoli gli ha offerto il rinnovo a 2,5 milioni fino al 2024, ma pretende di inserire nel nuovo accordo, una clausola di 100 milioni di euro. Condizione che è stata rigettata dal giocatore che l’accetterebbe soltanto se non superasse i 60 milioni. Non è escluso che già la prossima settimana possa esserci un incontro tra il presidente e il giocatore per trovare l’accordo. Probabile che l’intesa verrà raggiunta sulla base di una clausola di 80 milioni. Altro nome, altro giro. Il Napoli vuole blindare Fabian Ruiz. Non avrebbe alcuna intenzione di lasciarlo partire. Per questo, trattando il rinnovo, è giunto ad un compromesso sulla cifra della clausola. Inizialmente da 180 milioni per l’estero, ora si tratta ed è stata individuata tra i 70 e i 90 milioni di euro. Real Madrid e Barcellona sono club pazzi dello spagnolo, ma il Napoli non vuole perderlo. Sempre che a De Laurentiis non arrivi la “proposta indecente”, cioè un’offerta per la quale sarebbe impossibile dire no.


Si avvicina il rinnovo di contratto anche per Nikola Maksimovic. Dopo le ultime positive prestazioni, che lo hanno di fatto rivalutato al serbo è stato proposto un adeguamento economico fino a 2,5 milioni, ovvero poco più del doppio. Un’offerta che ha convinto il giocatore serbo a continuare la sua avventura napoletana, al di là della clausola di 50 milioni che verrà inserita nel nuovo accordo.
Futuro in bilico invece per José Maria Callejon. A metà aprile ci sarà un vertice col suo agente. Il Napoli è intenzionato a offrire un contratto di un anno con opzione per il secondo sulla base di 3 milioni netti come ingaggio. Lo stesso che percepisce attualmente. Se accetta, il Napoli sarà felice di rinnovare, altrimenti ci sarà un addio sereno. Il Napoli a gennaio si è già premunito con Politano, che sta avendo qualche leggera difficoltà ad inserirsi, ma che è comunque giocatore di provato valore.
Rinnovo in stand-by, invece, per Arek Milik con rottura che potrebbe essere “certa o quasi”. Senza il prolungamento, l’attaccante polacco sarà messo sul mercato. Milik ha chiesto 5 milioni all’anno fino al 2024 con clausola non superiore ai 50 milioni, una condizione che De Laurentiis ha respinto e pare che non abbia alcuna intenzione di trattare. Il suo caso è attualmente quello più spinoso e l’ipotesi più probabile è quella che il giocatore venga ceduto nella prossima estate.
In questa stagione Milik ha segnato 9 gol in campionato ma da quando è rientrato Mertens sta giocando meno e comunque non è (quasi) mai protagonista nei big-match. Il Napoli lavora da tempo al suo rinnovo ma l’accordo è distante. A gennaio, anche per questo motivo, è stato acquistato Petagna, che arriverà la prossima estate.

Napoli, quanto pesano quei due punti persi al Maradona

Napoli, quanto pesano quei due punti persi al Maradona

Lo scudetto potrebbe essere assegnato sul filo di lana e allora quanti rimpianti Noi non sappiamo come andrà a finire. Oggi il Napoli ha tre punti di distacco dal Milan e forse anche dall’Inter, se i nerazzurri dovessero vincere la partita che devono recuperare. Ci...

Vomero, controlli movida dei carabinieri

Vomero, controlli movida dei carabinieri

Tra mercoledì e venerdì, nell'ambito dei servizi predisposti dalla Questura di Napoli nelle aree della “movida”,  i poliziotti del Commissariato Vomero, i militari dell’Arma dei Carabinieri, i finanzieri del Comando Provinciale della Guardia di Finanza, con il...

E servono sempre terzino e centrale di difesa

E servono sempre terzino e centrale di difesa

L’arrivo del solo Tuanzebe non ha risolto i problemi strutturali dell’organico degli azzurri Nel momento di maggior fulgore, dopo le otto vittorie consecutive ad inizio di campionato, osservatori e tifosi, sull’onda dell’entusiasmo, avevano già indicato il Napoli...

Napoli, un futuro da inventare

Napoli, un futuro da inventare

I vuoti del Maradona non dipendono solo dal Covid.Tifosi sempre più spaesati e meno innamorati Un giorno, neanche tanto all’improvviso, sembra che l’amore dei tifosi azzurri per la loro squadra sia evaporato in modo pressochè totale e definitivo. L’avvio di Insigne,...

EDITORIALE

L’arte di evadere le regole

di Alessandro Migliaccio

Quando nel 2010 ho pubblicato il mio secondo libro (anche se il primo era solo una raccolta di poesie giovanili) intitolato “Paradossopoli. Napoli e l’arte di evadere le regole”, nutrivo una ferma speranza che qualcosa sarebbe cambiato. Che i napoletani avrebbero, prima o poi, avuto uno sbalzo di dignità e che si sarebbero in qualche modo presi una rivincita nei confronti di quanti, troppo facilmente, puntano il dito contro di loro.

continua a leggere…

Calcio Femminile, Napoli-Sassuolo 0-1 intervista di mister Pistolesi

Fallo di mano di Chiellini ma per Sky non è niente

Troisi: Penso in Napoletano, sogno in Napoletano

Seguici su Facebook

Facebook Pagelike Widget
badando a te