Il virus che rovina il calcio

da | Mar 2, 2020 | Sport

La decisione di sospendere ad horas le partite di campionato della 26esima giornata che dovevano disputarsi a porte chiuse è solo l’ennesima scellerata scelta in un paese mal governato e in pieno default in cui a prevalere è la legge del più forte e dei più arroganti in barba a qualsiasi ragione di logica e di buon senso.
Non è bastato assistere alla zuffa e alla strumentalizzazione politica sul Coronavirus fatta dai nostri politicanti, disposti a contare le vittime del virus, per poter accusare gli antagonisti e il Governo e non per combattere il contagio, che anche la Lega calcio s’è adeguata al sistema Italia ed è stata capace di smentire se stessa annullando un provvedimento – la disputa delle partite a porte chiuse nelle zone “rosse” – preso dopo aver analizzato a tempo debito tutte le ragioni di ordine sanitario ma anche pratico per evitare di falsare la regolarità del campionato. Torneo falsato senza dubbio, dunque, ma a vantaggio di chi? Inutile girarci troppo intorno: a favore della solita Juventus. Non far giocare il derby d’Italia domenica sera è stata decisione salvifica solo per i bianconeri, per motivazioni economiche e tecniche visto che società e squadra sono in un chiaro momento di difficoltà. A pagare le conseguenze di uno stop inatteso proprio l’Inter del direttore Marotta, che dai fasti e le protervie bianconere è ora costretto a…lamentarsi come l’ultimo dei direttori affermando: “È tutto il sistema che ha fatto una pessima figura. Ma perché è stata già decisa la data del recupero per Juve-Inter e non ancora quella per Inter-Sampdoria?”. Già, strano, davvero strano.

Ma ancora più strana e misteriosa è la decisione presa dai club senza un’assemblea di Lega che invece s’è tenuta solo ieri mattina con la presenza del presidente Paolo Dal Pino il quale ha chiosato: su due punti rispondendo però solo al “povero” Marotta: “La decisione è mia per statuto ma i presidenti hanno deciso sentendosi tra loro telefonicamente. Per quanto concerne lo stop a Juve-Inter c’è da dire che il sottoscritto e l’Amministratore delegato De Siervo abbiamo proposto all’Inter di giocare lunedì a porte aperte ma il club ha rifiutato a tale ipotesi”. E intanto mercoledì e giovedì si dovrebbero, il condizionale è d’uopo, giocare le gare di ritorno delle semifinali di Coppa Italia: Juve- Milan e Napoli- Inter. Un bel pasticcio, non c’è che dire, con gare che, se disputate a maggio potrebbero essere “pilotate” dalle squadre ancora impegnate nella lotta per non retrocedere o per un posto in Europa. Occorreva avere il coraggio di decisioni forti e magari anche impopolari ma prese nei tempi giusti e che non penalizzassero certe squadre favorendone altre. L’improvviso contrordine di sabato, a sole 5 ore dall’inizio di Udinese-Fiorentina, è la conferma di una Lega completamente in mano agli Agnelli. Fermare, seppure parzialmente, la quinta azienda del paese con un vero e proprio colpo di mano significa non tener conto dei possibili ulteriori sviluppi negativi del contagio ma solo degli interessi contingenti della lobby che da anni comanda il carrozzone calcio. Una lobby in cui banche e soldi prestati ai club spadroneggia da almeno trenta anni. Insomma, l’ennesima farsa made in Italy, servita nello sport che dovrebbe essere palestra di vita e lealtà, in un paese allo sbando “infettato” gravemente non dal Coronavirus, dal quale si guarisce ma da compromessi, politica e corruzione…
Questi si virus letali per i cittadini ormai inermi.

Nuoto, domani e giovedì l’ultimo match di Isl a Napoli

Nuoto, domani e giovedì l’ultimo match di Isl a Napoli

In vasca Iron, Dc Trident, Tokyo, New York. In palio gli ultimi due pass per i playoff di Eindhoven   Undici match e quaranta giorni di sfide tra i più grandi nuotatori del mondo nella piscina Scandone con record mondiali continentali e nazionali. Sfide all'ultimo...

Napoli Cup, il grande tennis torna in città

Napoli Cup, il grande tennis torna in città

Dopo cinque anni di assenza, il Grande Tennis riconquista Napoli. Dal 3 al 10 ottobre prossimo il Tennis Club Napoli ospiterà la Tennis Napoli Cup, torneo internazionale inserito nel calendario del Challenger Atp Tour, che assegnerà punti per il ranking mondiale Atp e...

UFFICIALE – Nasce la Superlega, calcio nel caos

UFFICIALE – Nasce la Superlega, calcio nel caos

Nasce la Superlega, in serata sono arrivati i comunicati ufficiali dei club fondatori, Agnelli si dimette da presidente dell'Eca, dura la reazione dell'Uefa. Nasce la Superlega, in serata sono arrivati i comunicati ufficiali, i club fondatori di questa nuova...

Quanto tempo passiamo a giocare da mobile? I risultati di uno studio

Quanto tempo passiamo a giocare da mobile? I risultati di uno studio

Non solo console, perché oggi il gaming passa anche e soprattutto da device mobile come gli smartphone. Quelli che un tempo erano semplici telefonini, attualmente possono essere considerate delle vere e proprie piattaforme per i videogiochi, visto l’incredibile numero...

La cattiva globalizzazione è un danno. Anche nel calcio

La cattiva globalizzazione è un danno. Anche nel calcio

C’era un tempo, neanche troppo lontano, quando per 14 anni, dal 1966 al 1980, le squadre di calcio italiane non potevano piú tesserare stranieri in quanto la Federazione di calcio, in nome di un orgoglio italiano ferito, dopo i penosi mondiali del 1966, decise di...

Ippica, Lotteria di Agnano, edizione memorabile

Ippica, Lotteria di Agnano, edizione memorabile

“È stata un'edizione del gran premio Lotteria memorabile e poco prevedibile come nelle attese, perché tanti i campioni in campo, tanti i motivi e i retroscena di una delle più belle edizioni di sempre. A parte il vincitore Zacon Gio in binomio con Telethon, i...

EDITORIALE

L’arte di evadere le regole

di Alessandro Migliaccio

Quando nel 2010 ho pubblicato il mio secondo libro (anche se il primo era solo una raccolta di poesie giovanili) intitolato “Paradossopoli. Napoli e l’arte di evadere le regole”, nutrivo una ferma speranza che qualcosa sarebbe cambiato. Che i napoletani avrebbero, prima o poi, avuto uno sbalzo di dignità e che si sarebbero in qualche modo presi una rivincita nei confronti di quanti, troppo facilmente, puntano il dito contro di loro.

continua a leggere…

Calcio Femminile, Napoli-Sassuolo 0-1 intervista di mister Pistolesi

Fallo di mano di Chiellini ma per Sky non è niente

Troisi: Penso in Napoletano, sogno in Napoletano

Seguici su Facebook

Facebook Pagelike Widget
badando a te