Gattuso: “Ci hanno fatto il solletico Abbiamo pagato caro un errore”

Rino Gattuso con Leo Messi durante Napoli-Barcellona
Rino Gattuso con Leo Messi durante Napoli-Barcellona

“Non si può sbagliare niente contro il Barcellona”: è il commento amaro di Gennaro Gattuso, tecnico del Napoli, al termine del pareggio per 1-1 con i catalani nel match di Champions League. “Potevamo fare meglio in fase di finalizzazione ma anche in fase di costruzione – spiega Gattuso – anche se è chiaro che poi subentra la stanchezza. Dovevamo palleggiare meglio. Possiamo qualificarci, non siamo una squadretta ma abbiamo tanti giocatori forti. Ora, però, testa alla sfida di sabato con il Torino in campionato”. È tanto il rammarico dell’allenatore azzurro per il gol subito. “L’errore è stato quando Mario Rui ha rotto la linea – afferma Gattuso -. In quel momento doveva scivolare Maksimovic, invece è stata data doppia profondità e non ci è arrivato. E sul palleggio, poi, potevamo fare meglio. Avevamo sia l’attaccante esterno libero che la mezzala. E tante volte non siamo andati dall’altra parte. Da quando è arrivato Setien – aggiunge Gattuso – il Barcellona è una squadra che porta sei giocatori in zona offensiva, non è una squadra che palleggia e basta. Quando Messi si abbassa ti manda in porta. Se gli davamo spazio potevano farci del male. Invece ci hanno fatto il solletico, non hanno tirato in porta. Potevamo stare anche una giornata così e non avrebbero tirato. Ma è andata male su un episodio e l’abbiamo pagato caro. Noi dovevamo fare questo tipo di partita”. Un vantaggio per il Napoli sarà il fatto che nella gara di ritorno non ci saranno Busquets e Vidal. “Non cambia niente – chiarisce Gattuso – . Hanno Arthur che la incarta ugualmente. Andate a vedere anche i calciatori che hanno preso dalla cantera, sono tanta roba”.