Che fine ha fatto Lozano?

da | Feb 26, 2020 | Calcio Napoli

Quando Ancelotti si intestardì a pretendere Lozano De Laurentiis, che gli aveva promesso mari e monti pensò alla fine che l’acquisto del messicano fosse il male minore per le sue tasche. Perché avrebbe risparmiato qualcosa rispetto ai 42 milioni che il Real Madrid pretendeva per James Rodriguez e perché Lozano, in fondo era una scommessa, un giovane da valorizzare, come gli era riuscito in passato con tanti. E così alla fine si arrese: una trattativa rapida e Lozano arrivò con tutti gli onori alla corte di Ancelotti. Trentotto milioni, la cifra più alta mai spesa dal Napoli per un calciatore.
Lozano fu accolto con grande festa, arrivò praticamente a fine mercato e Ancelotti sull’abbrivo dell’entusiasmo, senza che nemmeno avesse avuto il tempo di conoscere i suoi nuovi compagni lo gettò nella mischia, facendolo partire dalla panchina, proprio nella gara più importante di avvio, il match di andata con la Juve, a Torino. E quando ci si mette il destino bisogna arrendersi. Perché quel ragazzo sorridente seguito da milioni di suoi conterranei, appena entrato, nemmeno il tempo di riscaldarsi ed eccolo segnare un gol di rapina proprio alla Juventus. Un predestinato? I presagi favorevoli sono stati però smentiti dalla realtà. Dopo quel lampo nulla più. Complice anche Ancelotti, che non si sa perché cominciò a schierare il messicano come attaccante centrale, lui che lo aveva reclamizzato come un grandissimo esterno di fascia. E fu proprio Ancelotti a sancirne il declino, che si sta concretizzando materialmente in questi giorni in misura macroscopica, tanto da indurre il suo agente, il mitico Raiola a chiedere un incontro a De Laurentiis per capirci qualcosa di serio sul futuro del suo assistito, al momento confinato ad allenarsi con i ragazzi della Primavera.


Il grande colpo estivo del Napoli è finito ai margini, per il match di Champions con il Barcellona si è regolarmente seduto in tribuna. Gattuso doveva scarificarne tre, logico che la scelta cadesse comuqnue su El Chucky, l’oggetto misterioso dell’ultimo mercato e dell’ultimo periodo. Quasi sempre in campo con Ancelotti, sei su sei in Champions, e ora in tribuna, contro Messi e co., perché in panchina ci sono andati Politano oltre a Milik e perché in campo c’erano già Insigne, Mertens e Callejon. Una svolta negativa sulla sua stagione che nessuno si sarebbe aspettato. Lozano, con Gattuso, ha perso fiducia e il posto da titolare. Non gioca mai, non gioca più, appena pochi minuti col Lecce, panchina con Cagliari e Brescia, mai titolare se non col Perugia in Coppa Italia. Una scelta chiara quella dell’allenatore che ha deciso di puntare su altri calciatori. Dati i risultati, anche vincenti è difficile dargli torto.
De Laurentiis per il momento si starà piangendo i 38 milioni sborsati. Con la chiara consapevolezza che quand’anche i maneggi di Raiola riusciranno a riciclare il messicano triste presso qualche altra compagine europea, difficilmente potrà riprendersi quanto incautamente speso per far contento Ancelotti. E chi lo conosce bene può confermare quanto gli siano indigeste le minusvalenze.

Il Napoli ritorna a sorridere al Maradona

Il Napoli ritorna a sorridere al Maradona

Il Napoli ritorna a sorridere al Maradona, dopo tre sconfitte consecutive tra le mura amiche, gli azzurri battono la Sampdoria per 1-0 grazie al gol di Petagna.   Il Napoli ritorna a sorridere - Stadio desolatamente deserto, pocchissimi i sostenitori per questa...

La mossa di Spalletti che ha sorpreso Pioli

La mossa di Spalletti che ha sorpreso Pioli

La mossa di Spalletti - Petagna titolare e una squadra predisposta all'attesa e al contropiede: cosi il tecnico ha vinto il big match con il Milan. E sul gol di Kessie... La mossa di Spalletti - Nella gelida Milano, il Napoli di Spalletti ridimensionato dalle...

I due miracoli di Spalletti

I due miracoli di Spalletti

Rrahmani e Lobotka: Gattuso li aveva ignorati e sembravano due giocatori persi alla causa del Napoli (e di Adl) Rino Gattuso a Napoli non è stato fortunato. In fondo all’ultima giornata di campionato per un misero gol ha perso il quarto posto e la qualificazione...

Tra iella e arbitraggi Napoli urla

Tra iella e arbitraggi Napoli urla

Nonostante infortuni e sfortuna la squadra recrimina per i cinque punti persi con Verona ed Empoli È davvero in fase calante il Napoli o gli ultimi risultati negativi sono solo colpa degli infortuni a ripetizione dei suoi giocatori chiave? Spalletti, in verità, non ha...

Quanti scivoloni, don Aurelio!

Quanti scivoloni, don Aurelio!

Una frana. Il presidente del Napoli Aurelio De Laurentiis passa per un grade comunicatore. Ma in questi ultimi giorni, vittima del suo stesso narcisismo, l’ha fatta veramente grossa. Ha inanellato una serie di dichiarazioni che oltre a portare scompiglio nel mondo del...

Napoli-Leicester festa a metà..

Napoli-Leicester festa a metà..

Napoli-Leicester festa a metà, gli azzurri vincono per 3 a 2 ma non basta per evitare i sedicesimi di finale. Napoli-Leicester festa a metà - Serata di tempesta al Maradona, il Napoli costretto a vincere contro il Leicester per sperare di passare il turno da primo,...

Nella notte per Diego riparte il Napoli

Nella notte per Diego riparte il Napoli

Nella notte per Diego riparte il Napoli, 4-0 alla Lazio e primato solitario in classifica, Zielinski apre le marcature, poi Dries Ciro Mertens firma una straordinaria doppietta, poi Ruiz mette il sigillo nel secondo tempo. Nella notte per Diego riparte il Napoli -...

Napoli gelido a Mosca

Napoli gelido a Mosca

Napoli gelido a Mosca, contro lo Spartak finisce 2-1, gli azzurri si riscaldano nel secondo tempo ma non riescono a recuperare il risultato. Napoli gelido a Mosca, nel pomeriggio freddo della partita contro lo Spartak, gli azzurri non si rialzano e incassano la...

Napoli: stop a San Siro, la spunta l’Inter

Napoli: stop a San Siro, la spunta l’Inter

Napoli: stop a San Siro, la spunta l'Inter per 3-2. Azzurri in vantaggio con Zielinski ma si fanno rimontare dai padroni di casa, sul 3 a 1 entra Mertens che riapre la partita e sfiora il clamoroso pareggio allo scadere. Napoli: stop a San Siro, la squadra di...

DeLa-Insigne: c’eravamo tanto amati(?)

DeLa-Insigne: c’eravamo tanto amati(?)

La proposta di rinnovo al ribasso del patron del Napoli sembra un invito a chiudere dodici anni di storia Che futuro ci sarà per Lorenzo Insigne? Cosa sarà del condottiero della nazionale, leader e capitano del Napoli? Dopo il pareggio con il Verona e il flop con la...

Covid, allarme in casa Napoli: Demme è positivo

Covid, allarme in casa Napoli: Demme è positivo

Torna l’allarme Covid in casa Napoli. Secondo quanto riportato dal Corriere del Mezzogiorno, dopo il consueto giro di tamponi della giornata di ieri,  Diego Demme sarebbe risultato positivo e attualmente asintomatico. Il centrocampista tedesco è già in isolamento...

EDITORIALE

L’arte di evadere le regole

di Alessandro Migliaccio

Quando nel 2010 ho pubblicato il mio secondo libro (anche se il primo era solo una raccolta di poesie giovanili) intitolato “Paradossopoli. Napoli e l’arte di evadere le regole”, nutrivo una ferma speranza che qualcosa sarebbe cambiato. Che i napoletani avrebbero, prima o poi, avuto uno sbalzo di dignità e che si sarebbero in qualche modo presi una rivincita nei confronti di quanti, troppo facilmente, puntano il dito contro di loro.

continua a leggere…

Calcio Femminile, Napoli-Sassuolo 0-1 intervista di mister Pistolesi

Fallo di mano di Chiellini ma per Sky non è niente

Troisi: Penso in Napoletano, sogno in Napoletano

Seguici su Facebook

Facebook Pagelike Widget
badando a te