Tempo di lettura: < 1 minuto

Sei morti e 229 casi accertati di contagio. Il Coronavirus (Sars-CoV-2) in Italia si sta diffondendo velocemente al Nord tra Lombardia, Veneto, Piemonte ed Emilia-Romagna. I morti accertati sono sei (nella maggior parte dei casi erano persone anziane già malate e con condizioni di salute precarie). Degli ultimi tre è stata data notizia lunedì: gli ultimi in ordine cronologico sono un uomo di 80 anni di Castiglione d’Adda che era ricoverato all’ospedale Sacco di Milano; un uomo di 84 anni che era ricoverato all’ospedale papa Giovanni XXIII di Bergamo e di un 88enne di Caselle Landi, nel lodigiano. L’ottantenne morto a Milano era stato trasferito al Sacco dopo essere stato inizialmente ricoverato all’ospedale di Lodi alcuni giorni fa per un infarto. Ieri era anche circolata la notizia della morte di una donna di Crema che era stata trasferita all’ospedale di Brescia in mattinata, e che era già ricoverata in un reparto di oncologia. La notizia è stata poi smentita dalla Regione Lombardia. Le altre morti risalgono invece ai giorni precedenti.