Coronavirus e il grande match Napoli-Barcellona: sarebbe stato meglio rinviarlo?

Nel mondo da qualche mese si parla di un nuovo virus, arrivato in Italia da pochi giorni e questa sera al San Paolo, si prevedono 50mila presenze per il grande match di Champions League

Napoli Barcellona rappresenta per i Napoletani e per tanti sportivi amanti del calcio, un grande match da seguire allo stadio, infatti nonostante il caro prezzi dei biglietti, questa sera al San Paolo si prevedono circa 50mila presenze per vedere gli uomini di Gattuso affrontate Messi e compagni. Ma effettivamente era il caso di rinviare il match? Questa domanda girerà come un vortice nella mente di molte persone, sia in quella dei presenti allo stadio questa sera, sia in quella di chi resterà a casa a guardarla in tv, ma anche nella testa di quelle persone che non sanno nemmeno che forma ha un pallone da calcio. La domanda è lecita, in un Paese dove da pochi giorni è arrivato il Coronavirus facendo registrare tanti casi di contagio e sei vittime, ti viene naturale iniziare a pensare se veramente sia necessario far incontrare 50mila persone provenienti da ogni parte del mondo nell’impianto di Fuorigrotta. I più scettici sorvoleranno questo pericolo, qualcuno ci pensa ma sarà più attento del solito, altri prenderanno drastiche precauzioni e altri rinunceranno, dopo aver pagato una cospicua cifra per il ticket, per paura o semplice precauzione.

Ed è proprio chi rinuncerà ad andare allo stadio che ci scrive, vi proponiamo qualche messaggio ricevuto in redazione: “Rinuncerò ad andare allo stadio a malincuore, ma dopo un colloquio con mia moglie che mi ha chiesto più volte se era possibile evitare, ho deciso di restare a casa per tutelare me e soprattutto la mia famiglia” —- “Alla fine ho deciso di non andare allo stadio, dopo aver parlato con il mio dottore e dato le mie condizioni di salute buone ma non eccellenti, evito perché il virus per me probabilmente sarebbe fatale” —- “Vedrò in tv la partita nonostante i 130€ spesi per un ticket nei distinti, ma effettivamente ci saranno persone che verranno allo stadio da qualunque parte del mondo e non solo di Napoli, quindi la situazione può essere pericolosa per il contagio, preferisco evitare e restare in famiglia”.

Questi sono solo 3 de tanti messaggi che abbiamo ricevuto, effettivamente il Coronavirus sta mettendo paura a tante persone, tanti sono i provvedimenti presi al Nord Italia, dalla chiusura delle scuole a quella di alcuni esercizi commerciali, dall’evitare gite scolastiche alla sospensione di eventi sportivi. Proprio riguardante gli eventi sportivi, ieri sera è arrivata l’ufficialità che nelle aree interessate all’emergenza Coronavirus le partite della prossima giornata di serie A e di Europa, si disputeranno a porte chiuse. Allora era il caso di rinviare Napoli – Barcellona?