Coronavirus e il grande match Napoli-Barcellona: sarebbe stato meglio rinviarlo?

da | Feb 25, 2020 | Calcio Napoli

Nel mondo da qualche mese si parla di un nuovo virus, arrivato in Italia da pochi giorni e questa sera al San Paolo, si prevedono 50mila presenze per il grande match di Champions League

Napoli Barcellona rappresenta per i Napoletani e per tanti sportivi amanti del calcio, un grande match da seguire allo stadio, infatti nonostante il caro prezzi dei biglietti, questa sera al San Paolo si prevedono circa 50mila presenze per vedere gli uomini di Gattuso affrontate Messi e compagni. Ma effettivamente era il caso di rinviare il match? Questa domanda girerĂ  come un vortice nella mente di molte persone, sia in quella dei presenti allo stadio questa sera, sia in quella di chi resterĂ  a casa a guardarla in tv, ma anche nella testa di quelle persone che non sanno nemmeno che forma ha un pallone da calcio. La domanda è lecita, in un Paese dove da pochi giorni è arrivato il Coronavirus facendo registrare tanti casi di contagio e sei vittime, ti viene naturale iniziare a pensare se veramente sia necessario far incontrare 50mila persone provenienti da ogni parte del mondo nell’impianto di Fuorigrotta. I piĂą scettici sorvoleranno questo pericolo, qualcuno ci pensa ma sarĂ  piĂą attento del solito, altri prenderanno drastiche precauzioni e altri rinunceranno, dopo aver pagato una cospicua cifra per il ticket, per paura o semplice precauzione.

Ed è proprio chi rinuncerĂ  ad andare allo stadio che ci scrive, vi proponiamo qualche messaggio ricevuto in redazione: “Rinuncerò ad andare allo stadio a malincuore, ma dopo un colloquio con mia moglie che mi ha chiesto piĂą volte se era possibile evitare, ho deciso di restare a casa per tutelare me e soprattutto la mia famiglia” —- “Alla fine ho deciso di non andare allo stadio, dopo aver parlato con il mio dottore e dato le mie condizioni di salute buone ma non eccellenti, evito perchĂ© il virus per me probabilmente sarebbe fatale” —- “Vedrò in tv la partita nonostante i 130€ spesi per un ticket nei distinti, ma effettivamente ci saranno persone che verranno allo stadio da qualunque parte del mondo e non solo di Napoli, quindi la situazione può essere pericolosa per il contagio, preferisco evitare e restare in famiglia”.

Questi sono solo 3 de tanti messaggi che abbiamo ricevuto, effettivamente il Coronavirus sta mettendo paura a tante persone, tanti sono i provvedimenti presi al Nord Italia, dalla chiusura delle scuole a quella di alcuni esercizi commerciali, dall’evitare gite scolastiche alla sospensione di eventi sportivi. Proprio riguardante gli eventi sportivi, ieri sera è arrivata l’ufficialitĂ  che nelle aree interessate all’emergenza Coronavirus le partite della prossima giornata di serie A e di Europa, si disputeranno a porte chiuse. Allora era il caso di rinviare Napoli – Barcellona?

Dieci anni del Napoli femminile

Dieci anni del Napoli femminile

Una festa che meglio non poteva riuscire. I dieci anni del Napoli Femminile dalla prima promozione in A sono stati un tripudio di emozioni, ricordi, sfrenata allegria e anche calcio. Un evento organizzato con dovizia di particolari dal gruppo fondatore della societĂ ...

Napoli, l’aria è pesante

Napoli, l’aria è pesante

Giocatori che vanno via, altri che vogliono andar via, il futuro azzurro è tutto da inventare, e Spalletti… Insigne emigrato d’oro in Canada, Ospina che stacca il telefono che manco “piange”, ricordando una bella canzone di Domenico Modugno, Ciro Mertens che dal...

Procuratori? No, mediatori

Procuratori? No, mediatori

Scandalo infinito, impazza il calciomercato e crescono gli affari. Il coraggio di Iervolino che si è ribellato Le vicende quasi parallele del divorzio di Sabatini dalla Salernitana e della richiesta dei legali di Mertens (4 milioni netti più 800 mila euro di...

De Laurentiis basta prendere in giro i tifosi

De Laurentiis basta prendere in giro i tifosi

Presidente De Laurentiis ora basta! Adesso stai esagerando, continuando a prendere in giro un popolo di tifosi calorosi e appassionati che hai anestetizzato con le tue controverse esternazioni prive di senso. Anzi, a senso unico: il tuo. Hai sempre messo in cattiva...

Santo subito

Santo subito

Gioite amori, amorini e Cupidi. Abbiamo un santo in piĂą che ci protegge e si espone all'umano sacrificio di sofferenze e critiche feroci come novello Salvatore. E' lui, San Aurelio da Roma, cittadino del mondo ora innamorato perso di Partenope e dei suoi abitanti,...

Napoli, quanto pesano quei due punti persi al Maradona

Napoli, quanto pesano quei due punti persi al Maradona

Lo scudetto potrebbe essere assegnato sul filo di lana e allora quanti rimpianti Noi non sappiamo come andrà a finire. Oggi il Napoli ha tre punti di distacco dal Milan e forse anche dall’Inter, se i nerazzurri dovessero vincere la partita che devono recuperare. Ci...

EDITORIALE

L’arte di evadere le regole

di Alessandro Migliaccio

Quando nel 2010 ho pubblicato il mio secondo libro (anche se il primo era solo una raccolta di poesie giovanili) intitolato “Paradossopoli. Napoli e l’arte di evadere le regole”, nutrivo una ferma speranza che qualcosa sarebbe cambiato. Che i napoletani avrebbero, prima o poi, avuto uno sbalzo di dignità e che si sarebbero in qualche modo presi una rivincita nei confronti di quanti, troppo facilmente, puntano il dito contro di loro.

continua a leggere…

Calcio Femminile, Napoli-Sassuolo 0-1 intervista di mister Pistolesi

Fallo di mano di Chiellini ma per Sky non è niente

Troisi: Penso in Napoletano, sogno in Napoletano

Seguici su Facebook

Facebook Pagelike Widget
badando a te