Serata di Gala,2° Trofeo “Napoli conCORRE per la legalità”

da | Feb 24, 2020 | Sport

Alla Mostra d’Oltremare, presso il Teatro del Mediterraneo, gremito per l’occasione, si è esibita con grande successo, la Banda Musicale della Guardia di Finanza, che ha accompagnato in alcuni brani della tradizione partenopea, la straordinaria voce di Serena Autieri. La storica Banda, nata nel 1926 e composta da 102 elementi diretti dal Maestro Col. Leonardo Laserra Ingrosso, ha offerto al pubblico un emozionante viaggio nella tradizione musicale militare e ha accompagnato Serena Autieri in alcuni brani storici del repertorio partenopeo, quali “I’ te vurria vasa’”, “Caruso” e “O’ paese d’o’ sole”. L’evento è collegato al 2° Trofeo “Napoli conCORRE per la legalità”, la “gara nella gara” organizzata, nell’ambito della “Napoli City Half Marathon”, dal Comando Regionale Campania della Guardia di Finanza in collaborazione con l’Ordine dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili di Napoli, Confesercenti Campania ed altri partner, per un totale di 27 Istituzioni partecipanti. La serata è stata magistralmente presentata da Mariù Adamo e Claudio Dominech, conduttori del programma “Mattina 9” sull’emittente “Canale 9”, che l’ha trasmessa in diretta streaming sul proprio canale web www.9online.it. Allo spettacolo hanno assistito le alte cariche politiche, della Magistratura e delle Forze di Polizia, i rappresentanti e il personale delle Istituzioni partecipanti al Trofeo, nonché una scolaresca dell’Istituto Comprensivo Statale “Miraglia-Sogliano” di Napoli – Piazza Nazionale, accompagnati dal Dirigente scolastico, Professoressa Maria Beatrice Mancini e dal corpo docenti, come testimonianza della necessità che l’azione di diffusione della legalità debba volgere un lungimirante sguardo al futuro attraverso il coinvolgimento culturale ed educativo delle giovani generazioni. Il Generale Pomponi, Comandante Regionale della Guardia di Finanza della Campania, nel suo intervento ha ricordato che il Trofeo “Napoli conCORRE per la legalità”, nel cui ambito si inseriva il concerto, ha il preciso scopo di lanciare, attraverso lo sport, un messaggio sul valore civile ed educativo della legalità economica contenuto nell’articolo 53 della Costituzione. Momenti di commozione tra il pubblico, quando l’ispettore Luigi Volpe, direttore del progetto “La casa di Matteo”, a cui favore è stata dedicata la serata di beneficenza, ha spiegato le attività della comunità che ospita neonati e bambini in stato di abbandono e affetti da gravi patologie, con lo scopo di donare loro una casa che li accolga non solo come pazienti o malati terminali ma soprattutto come figli, accompagnandoli verso il loro destino nel calore di una famiglia che non hanno mai conosciuto. Il Comandante Interregionale dell’Italia Meridionale, Gen. C.A. Ignazio Gibilaro, facendosi interprete di tutte le Fiamme Gialle della Campania, Puglia, Basilicata e Molise, ha testimoniato ai cittadini la loro vicinanza e disponibilità al servizio del territorio ed auspicato una sempre maggiore sinergia e collaborazione tra tutte le Istituzioni. Al Generale Gibilaro i bambini dell’Istituto “Miraglia-Sogliano” hanno consegnato un disegno con la scritta “Finanzieri siete i nostri eroi”. Hanno chiuso la serata il bis, caldamente richiesto, di Serena Autieri e l’inno nazionale italiano

UFFICIALE – Nasce la Superlega, calcio nel caos

UFFICIALE – Nasce la Superlega, calcio nel caos

Nasce la Superlega, in serata sono arrivati i comunicati ufficiali dei club fondatori, Agnelli si dimette da presidente dell'Eca, dura la reazione dell'Uefa. Nasce la Superlega, in serata sono arrivati i comunicati ufficiali, i club fondatori di questa nuova...

La cattiva globalizzazione è un danno. Anche nel calcio

La cattiva globalizzazione è un danno. Anche nel calcio

C’era un tempo, neanche troppo lontano, quando per 14 anni, dal 1966 al 1980, le squadre di calcio italiane non potevano piú tesserare stranieri in quanto la Federazione di calcio, in nome di un orgoglio italiano ferito, dopo i penosi mondiali del 1966, decise di...

Ippica, Lotteria di Agnano, edizione memorabile

Ippica, Lotteria di Agnano, edizione memorabile

“È stata un'edizione del gran premio Lotteria memorabile e poco prevedibile come nelle attese, perché tanti i campioni in campo, tanti i motivi e i retroscena di una delle più belle edizioni di sempre. A parte il vincitore Zacon Gio in binomio con Telethon, i...

Calcio, ecco quando si saprà se il campionato potrà ripartire

Calcio, ecco quando si saprà se il campionato potrà ripartire

Col fiato sospeso e col cuore in gola. Perché per il calcio la prossima settimana fino al 18 maggio saranno giorni decisivi. Dopo il via dato dalla cancelliera Merkel alla ripartenza della Bundesliga e i buoni propositi dei governi spagnolo e inglese per Liga e...

Ora il calcio ha la necessità di ripartire

Ora il calcio ha la necessità di ripartire

La teoria evoluzionistica di Darwin parte da un concetto fondamentale che è la capacità di adattamento degli esseri viventi, non necessariamente solo l’uomo, alle modificazioni dell’ambiente e di altri fattori naturali che possono intervenire. Trasmutando i fatti,...

Sul calcio nessuno decide. Ecco le posizioni delle parti in causa

Sul calcio nessuno decide. Ecco le posizioni delle parti in causa

Ancora non sono riuscito a capire se il ministro Vincenzo Spadafora si stia comportando con il calcio e tutte le sue componenti come il bimbo che porta il pallone nel parco o nel cortile di casa che vuole decidere lui solo chi degli altri bimbi deve giocare, come deve...

Il braccio di ferro tra Lega e Coni che non conviene a nessuno

Il braccio di ferro tra Lega e Coni che non conviene a nessuno

È diventato un braccio di ferro, politico ma non solo. Economico, sociale, ideologico? C'è di tutto dietro il “no” alla ripresa degli allenamenti di calcio per le società il 4 maggio prossimo. Ma c'è soprattutto l'arroganza, quella dell'inusuale tandem politico...

EDITORIALE

L’arte di evadere le regole

di Alessandro Migliaccio

Quando nel 2010 ho pubblicato il mio secondo libro (anche se il primo era solo una raccolta di poesie giovanili) intitolato “Paradossopoli. Napoli e l’arte di evadere le regole”, nutrivo una ferma speranza che qualcosa sarebbe cambiato. Che i napoletani avrebbero, prima o poi, avuto uno sbalzo di dignità e che si sarebbero in qualche modo presi una rivincita nei confronti di quanti, troppo facilmente, puntano il dito contro di loro.

continua a leggere…

Calcio Femminile, Napoli-Sassuolo 0-1 intervista di mister Pistolesi

Fallo di mano di Chiellini ma per Sky non è niente

Troisi: Penso in Napoletano, sogno in Napoletano

Seguici su Facebook

Facebook Pagelike Widget
badando a te