borseggiatore

Gli agenti della Polizia Municipale, nell’ambito dei controlli quotidiani in via Broggia sono stati attratti dalla richiesta di aiuto di una donna che, con fare agitato, discuteva animatamente con un uomo di nazionalità italiana. I vigili urbani, nell’intervenire hanno appreso che la donna era stata borseggiata a bordo di un bus dell’Azienda napoletana di mobilità e che, accortasene subito, si era messa a rincorrere il presunto ladro. Il personale della Polizia Municipale, avendo individuato nell’immediatezza l’uomo che realmente poteva aver commesso il furto, ha proceduto alla perquisizione sul posto ed effettivamente gli agenti hanno trovato addosso all’uomo il portafogli della donna.

Sia il ladro che la sfortunata vittima del furto sono stati portati negli uffici della Polizia Municipale dove, in costanza della denuncia di rito sporta dalla donna, il magistrato ha disposto gli arresti domiciliari dell’individuo e il giudizio con rito direttissimo. L’uomo, un 41enne del quartiere Vasto, è risultato essere già gravato da numerosi precedenti specifici. L’imputato è stato condannato ad 1 anno e 4 mesi di reclusione con pena sospesa ma con obbligo di firma nel Commissariato di Polizia. Nella stazione della metropolitana di piazza Medaglie d’oro, invece, un anziano ha sventato il tentativo di furto a bordo del treno da parte di uno straniero che poi ha iniziato ad insultarlo prima di andare via: “Italiano di merda”. Nessun vigilante e nessun dipendente della metropolitana presenti in stazione: così lo straniero è fuggito insultando anche l’anziano.