Meret deluso, non vuole rinnovare

da | Feb 20, 2020 | Calcio Napoli

Ufficialmente e apparentemente non è cambiato nulla: Alex Meret continua ad allenarsi con la stessa serietà e la stessa determinazione con la quale si è sempre contraddistinto da quando è arrivato a Napoli. Ma nella realtà il suo malcontento è certo. Era titolare inamovibile, invidiato a De Laurentiis da tutte le grandi del nostro campionato e non solo, convocato da Mancini in Nazionale e pronto a giocarsi il posto di titolare con Gigio Donnarumma, anche se non nell’immediato. Ancelotti non aveva avuto dubbi: titolare Meret e di tanto in tanto il contentino ad Ospina, per tenerlo comunque agganciato alla realtà e alle tensioni della prima squadra. Del resto Ospina il suo lo aveva sempre fatto, sin dal primo momento, quando Meret si era infortunato al primo allenamento a Dimaro ed il Napoli era dovuto correre ai ripari. Ma Meret rappresentava il futuro, ecco il perché della scelta.
Ma nel calcio spesso i destini dei calciatori sono legati agli umori degli allenatori. È arrivato Gattuso e nemmeno a farlo apposta proprio in uno dei primi impegni Meret ha fatto l’unica papera della sua carriera napoletana, costellata invece per il resto da grandissime prestazioni e da grandissime parate. Una mezza papera, peraltro. A Gattuso non deve essergli parso verso, perché ha colto al volo l’occasione ed ha sostituito Meret con Ospina, perché, a suo dire Ospina “è più bravo con i piedi”. Talmente bravo che al debutto come titolare si è messo a tentare di dribblare nel pieno della sua piccola area un volpone come Immobile e ci ha rimesso le penne. Rete della Lazio e sconfitta del Napoli. Il “più bravo con i piedi” ha provocato un danno alla classifica di due punti. Mentre Meret con la sua mezza papera non aveva provocato alcun danno, visto il risultato finale di 3-1 a favore dell’Inter. Ma così va il calcio. Da quel momento Ospina è diventato inamovibile, ed immemore del danno provocato continua ad avviare pazzeschi “torelli” ai limiti dell’area di rigore, che vedrete, prima o poi il Napoli pagherà a caro prezzo. Senza che il prode Gattuso dica niente. Chiunque altro al suo posto sarebbe intervenuto a stroncare sul nascere queste follie reiterate. Ma lui è seraficamente tranquillo, tanto Ospina “è bravo con i piedi”. Il risultato di tutto ciò? Meret è scivolato malinconicamente tra le riserve, rischia di perdere il posto agli Europei, il suo valore diminuisce. Al di là delle apparenze il bravo ragazzo friulano in cuor suo non può certo averla presa bene. Tanto è vero che i boatos provenienti da Castelvolturno fanno sapere che a rinnovare il contratto con il Napoli, in scadenza nel 2022, non ci pensa proprio. Lui, come tutti i portieri, pensa che bisogna essere “bravi con le mani”. E se a Napoli qualcuno non lo capisce, tanto vale aspettare che il contratto finisca e trasferirsi altrove, dove i portieri vengono apprezzati per le parate e non per i dribbling che tentano nella loro area.

Il Napoli ritorna a sorridere al Maradona

Il Napoli ritorna a sorridere al Maradona

Il Napoli ritorna a sorridere al Maradona, dopo tre sconfitte consecutive tra le mura amiche, gli azzurri battono la Sampdoria per 1-0 grazie al gol di Petagna.   Il Napoli ritorna a sorridere - Stadio desolatamente deserto, pocchissimi i sostenitori per questa...

La mossa di Spalletti che ha sorpreso Pioli

La mossa di Spalletti che ha sorpreso Pioli

La mossa di Spalletti - Petagna titolare e una squadra predisposta all'attesa e al contropiede: cosi il tecnico ha vinto il big match con il Milan. E sul gol di Kessie... La mossa di Spalletti - Nella gelida Milano, il Napoli di Spalletti ridimensionato dalle...

I due miracoli di Spalletti

I due miracoli di Spalletti

Rrahmani e Lobotka: Gattuso li aveva ignorati e sembravano due giocatori persi alla causa del Napoli (e di Adl) Rino Gattuso a Napoli non è stato fortunato. In fondo all’ultima giornata di campionato per un misero gol ha perso il quarto posto e la qualificazione...

Tra iella e arbitraggi Napoli urla

Tra iella e arbitraggi Napoli urla

Nonostante infortuni e sfortuna la squadra recrimina per i cinque punti persi con Verona ed Empoli È davvero in fase calante il Napoli o gli ultimi risultati negativi sono solo colpa degli infortuni a ripetizione dei suoi giocatori chiave? Spalletti, in verità, non ha...

Quanti scivoloni, don Aurelio!

Quanti scivoloni, don Aurelio!

Una frana. Il presidente del Napoli Aurelio De Laurentiis passa per un grade comunicatore. Ma in questi ultimi giorni, vittima del suo stesso narcisismo, l’ha fatta veramente grossa. Ha inanellato una serie di dichiarazioni che oltre a portare scompiglio nel mondo del...

Napoli-Leicester festa a metà..

Napoli-Leicester festa a metà..

Napoli-Leicester festa a metà, gli azzurri vincono per 3 a 2 ma non basta per evitare i sedicesimi di finale. Napoli-Leicester festa a metà - Serata di tempesta al Maradona, il Napoli costretto a vincere contro il Leicester per sperare di passare il turno da primo,...

Nella notte per Diego riparte il Napoli

Nella notte per Diego riparte il Napoli

Nella notte per Diego riparte il Napoli, 4-0 alla Lazio e primato solitario in classifica, Zielinski apre le marcature, poi Dries Ciro Mertens firma una straordinaria doppietta, poi Ruiz mette il sigillo nel secondo tempo. Nella notte per Diego riparte il Napoli -...

Napoli gelido a Mosca

Napoli gelido a Mosca

Napoli gelido a Mosca, contro lo Spartak finisce 2-1, gli azzurri si riscaldano nel secondo tempo ma non riescono a recuperare il risultato. Napoli gelido a Mosca, nel pomeriggio freddo della partita contro lo Spartak, gli azzurri non si rialzano e incassano la...

Napoli: stop a San Siro, la spunta l’Inter

Napoli: stop a San Siro, la spunta l’Inter

Napoli: stop a San Siro, la spunta l'Inter per 3-2. Azzurri in vantaggio con Zielinski ma si fanno rimontare dai padroni di casa, sul 3 a 1 entra Mertens che riapre la partita e sfiora il clamoroso pareggio allo scadere. Napoli: stop a San Siro, la squadra di...

DeLa-Insigne: c’eravamo tanto amati(?)

DeLa-Insigne: c’eravamo tanto amati(?)

La proposta di rinnovo al ribasso del patron del Napoli sembra un invito a chiudere dodici anni di storia Che futuro ci sarà per Lorenzo Insigne? Cosa sarà del condottiero della nazionale, leader e capitano del Napoli? Dopo il pareggio con il Verona e il flop con la...

Covid, allarme in casa Napoli: Demme è positivo

Covid, allarme in casa Napoli: Demme è positivo

Torna l’allarme Covid in casa Napoli. Secondo quanto riportato dal Corriere del Mezzogiorno, dopo il consueto giro di tamponi della giornata di ieri,  Diego Demme sarebbe risultato positivo e attualmente asintomatico. Il centrocampista tedesco è già in isolamento...

EDITORIALE

L’arte di evadere le regole

di Alessandro Migliaccio

Quando nel 2010 ho pubblicato il mio secondo libro (anche se il primo era solo una raccolta di poesie giovanili) intitolato “Paradossopoli. Napoli e l’arte di evadere le regole”, nutrivo una ferma speranza che qualcosa sarebbe cambiato. Che i napoletani avrebbero, prima o poi, avuto uno sbalzo di dignità e che si sarebbero in qualche modo presi una rivincita nei confronti di quanti, troppo facilmente, puntano il dito contro di loro.

continua a leggere…

Calcio Femminile, Napoli-Sassuolo 0-1 intervista di mister Pistolesi

Fallo di mano di Chiellini ma per Sky non è niente

Troisi: Penso in Napoletano, sogno in Napoletano

Seguici su Facebook

Facebook Pagelike Widget
badando a te