Non accenna ad arrestarsi il fenomeno dei minori che si aggirano per le vie della città armati incutendo timore tra i passanti o dando vita a risse con conseguenze spesso molto gravi. Nella serata di lunedì gli agenti della Squadra Mobile, durante un servizio di controllo del territorio finalizzato al contrasto dei reati predatori, sono stati avvicinati in corso Umberto I da alcuni passanti che hanno segnalato la presenza di un gruppo di ragazzi armati di coltello che si erano rivolti con toni minacciosi ad alcuni coetanei.
I poliziotti, poco dopo, hanno fermato tre ragazzi in via Caracciolo di Bella rivenendo indosso ad ognuno di loro un coltello della lunghezza di circa 15 centimetri.
I tre, tutti minorenni, sono stati denunciati per porto di armi od oggetti atti ad offendere e affidati ai genitori. Nella stessa serata poi gli agenti del commissariato Decumani, durante il servizio di controllo del territorio, mentra attraversavano vico Carrozzieri hanno notato due ragazzi uno dei quali stava preparando una sigaretta; quest’ultimo, un 16enne, all’atto del controllo è stato trovato in possesso di una bustina di marijuana e per questo è stato sanzionato amministrativamente. L’altro giovane, invece, un 14enne, è stato denunciato per porto abusivo di armi o oggetti atti ad offendere poiché è stato trovato in possesso di un coltello a farfalla.
Entrambi i minori sono stati affidati ai genitori.