Locali, raffica di sanzioni

da | Feb 17, 2020 | Cronaca

Gli agenti dell’Unità Operativa Chiaia e della Tutela Minori hanno sottoposto a sequestro una discoteca in via Girolamo Santacroce affollata da minorenni prevalentemente in età compresa tra i 12 ed i 16 anni.
Il locale, intercettato a seguito di monitoraggio dei social e di segnalazioni, al momento del controllo, risultava sprovvisto delle autorizzazioni per lo svolgimento di serate danzanti a tutela della sicurezza. Durante l’intervento, per garantire l’incolumità dei giovani avventori, si permetteva ai gestori di interrompere in sicurezza la serata ed attendere che i 190 ragazzi trovati venissero prelevati dai genitori all’orario preventivato per tornare a casa. Una volta sfollato il locale veniva sottoposto a sequestro ed il gestore denunciato per mancanza di agibilità e certificato prevenzione incendi.


Nel corso del fine settimana i controlli nei luoghi di ritrovo dei giovanissimi a contrasto del consumo di sostanze alcoliche ha permesso di sorprendere all’esterno di un locale ai Quartieri Spagnoli gremito di ragazzi una minorenne a consumare un cocktail alcolico. La minore è stata riaffidata ai genitori resi edotti di quanto accaduto e diffidati ad una maggiore vigilanza.Nel corso della notte i controlli hanno riguardato anche i Baretti di Chiaia dove due locali in via Bisignano sono stati multati con una sanzione di 500 euro per vendita di bevande in vetro dopo la mezzanotte ed uno di questi è stato multato anche perché consentiva ai clienti di fumare all’interno del locale. Nella zona di piazza Vittoria, via Nisco, via Carducci, via Lomonaco e via Imbriani sono stati verbalizzati 12 parcheggiatori abusivi con ordine di allontanamento, altri 11 parcheggiatori sono stati fermati e verbalizzati dal Reparto G.I.T. (8 deferimenti all’autorità giudiziaria e due ordini di allontanamento emessi). Il Reparto G.I.T. si è occupato prevalentemente dei controlli al Codice della strada, gli Agenti hanno infatti elevato numerosi verbali da cui sono scaturiti 24 ritiri di patente per aver superato il limite di velocità, in via Caracciolo e via Coroglio e via Ville Romane. Il Reparto dei motociclisti inoltre ha provveduto al sequestro di 45 motoveicoli per la mancanza della copertura assicurativa, per la sosta selvaggia sono stati elevati 283 verbali nella sola zona Museo e Caracciolo-da largo Sermoneta a Via Posillipo. Altre 3 patenti sono state ritirate sempre dai motociclisti del G.I.T. perché i conducenti erano risultati positivi all’alcol test.

“Agropoli più pulita”: le parole di Maria Cuono

“Agropoli più pulita”: le parole di Maria Cuono

La giornalista Maria Cuono direttrice di Newspage Allinfo, scrittrice e docente di materie umanistiche presso l’Istituto Vico De Vivo di Agropoli spinta da rapporti amichevoli ha deciso di scendere in campo a sostegno del candidato a sindaco Elvira Serra nella lista...

Fermo amministrativo, come difendersi

Fermo amministrativo, come difendersi

Lo Studio legale Rubinacci-Molaro spiega le modalità di verifica e i casi in cui è possibile fare ricorso Questo mese, lo Studio legale degli avvocati Giovanni Rubinacci ed Andrea Molaro, prende in esame l’annosa questione del fermo amministrativo, “tanto cara” per...

Via al Mam, museo aperto della metro

Via al Mam, museo aperto della metro

Il Comune rilancia il Mam, il Museo Aperto della Metropolitana, un progetto innovativo finalizzato a valorizzare le opere pubbliche che fanno parte del patrimonio artistico della metropolitana cittadina. Otto grandi imprese italiane sono pronte a investire al fine di...

Affido, tema di attualità. Se ne parla a Pompei

Affido, tema di attualità. Se ne parla a Pompei

A Pompei un convegno su un tema di scottante attualità. “L’affido, una scelta d’amore” è il tema di studio nazionale scelto dai Lions e fatto proprio dai Lions Distretto 108 YA  e per esso dal presidente del Comitato Marina Latella e dal componente del Comitato per la...

EDITORIALE

L’arte di evadere le regole

di Alessandro Migliaccio

Quando nel 2010 ho pubblicato il mio secondo libro (anche se il primo era solo una raccolta di poesie giovanili) intitolato “Paradossopoli. Napoli e l’arte di evadere le regole”, nutrivo una ferma speranza che qualcosa sarebbe cambiato. Che i napoletani avrebbero, prima o poi, avuto uno sbalzo di dignità e che si sarebbero in qualche modo presi una rivincita nei confronti di quanti, troppo facilmente, puntano il dito contro di loro.

continua a leggere…

Calcio Femminile, Napoli-Sassuolo 0-1 intervista di mister Pistolesi

Fallo di mano di Chiellini ma per Sky non è niente

Troisi: Penso in Napoletano, sogno in Napoletano

Seguici su Facebook

Facebook Pagelike Widget
badando a te