Salvini: Valeri bianconero. Esagerato? Questi gli errori pro-Juve

da | Feb 14, 2020 | Calcio Napoli

“Perché l’arbitro non è sceso in campo direttamente con la maglia bianconera già che c’era?”. E’ il commento sotto un post del Milan su Instagram dell’ex ministro degli Interni, Matteo Salvini, alla prestazione dell’arbitro Valeri nella semifinale di andata di Coppa Italia tra i rossoneri e la Juventus, terminata 1-1 con il contestato rigore assegnato e realizzato da Cristiano Ronaldo al 91′ per un fallo di mano di Calabria. E a discutere fa anche l’abbraccio con tanto di sorrisi a fine gara tra il portiere della Juventus, Buffon e l’arbitro Valeri: non un bel vedere.
La reazione di Salvini può sembrare esagerata. Tuttavia, c’è chi ricorda che ultimamente l’arbitro Valeri, (Paolino per quelli che come Buffon si reputano suoi amici) sbagli spesso in favore dei bianconeri. E anche il Napoli ne sa qualcosa.
Questi sono gli errori arbitrali di Valeri nelle ultime 5 gare in cui ha arbitrato la Juventus:

13 febbraio 2020: Milan-Juventus
Semifinale di Coppa ltalia
Il Milan è avanti 1-0, poi Valeri decreta l’espulsione severa per Rodriguez del Milan, e l’ammonizione che fa scattare la squalifica per Ibrahimovic che salterà il ritorno a Torino. Infine la Juventus pareggia, a tempo scaduto, con un rigore inesistente stando alle parole pronunciate da Rizzoli qualche mese prima. Il tocco di mani di Calabria, infatti, non è punibile in quanto il giocatore non vede il pallone: è di spalle ad esso.
Arbitro: Paolino Valeri

26 ottobre 2019: Lecce-Juventus
Serie A
La Juventus va in vantaggio con un rigore inesistente.
Arbitro: Paolino Valeri.

29 dicembre 2018: Juventus-Sampdoria 2
Serie A
La Juventus ottiene due rigori, che saranno definiti dalla moviola “uno molto generoso ed il secondo inesistente”.
Arbitro: Paolino Valeri.

9 dicembre 2017: lnter-Juventus
Serie A
Il giocatore juventino Benatia tocca di netto il pallone con la mano, in area, deviando il tiro di lcardi: il direttore di gara non fischia il rigore in favore dell’lnter.
Arbitro: Paolino Valeri

28 febbraio 2017: Juventus-Napoli
Semifinale di Coppa ltalia.
La Juventus è sotto 0-1, dopo il primo tempo.
Pareggio con rigore generosissimo per fallo di Koulibaly su Dybala. E poi l’arbitro si scatena: dapprima non concede un rigore su Albiol. Sulla ripartenza, invece, fischia un altro rigore inesistente per la Juventus, con Rejna che ferma Cuadrado lanciato a rete toccando il pallone. La Juventus passerà il turno…
Arbitro: Paolino Valeri.

Napoli, quanto pesano quei due punti persi al Maradona

Napoli, quanto pesano quei due punti persi al Maradona

Lo scudetto potrebbe essere assegnato sul filo di lana e allora quanti rimpianti Noi non sappiamo come andrà a finire. Oggi il Napoli ha tre punti di distacco dal Milan e forse anche dall’Inter, se i nerazzurri dovessero vincere la partita che devono recuperare. Ci...

Vomero, controlli movida dei carabinieri

Vomero, controlli movida dei carabinieri

Tra mercoledì e venerdì, nell'ambito dei servizi predisposti dalla Questura di Napoli nelle aree della “movida”,  i poliziotti del Commissariato Vomero, i militari dell’Arma dei Carabinieri, i finanzieri del Comando Provinciale della Guardia di Finanza, con il...

E servono sempre terzino e centrale di difesa

E servono sempre terzino e centrale di difesa

L’arrivo del solo Tuanzebe non ha risolto i problemi strutturali dell’organico degli azzurri Nel momento di maggior fulgore, dopo le otto vittorie consecutive ad inizio di campionato, osservatori e tifosi, sull’onda dell’entusiasmo, avevano già indicato il Napoli...

Napoli, un futuro da inventare

Napoli, un futuro da inventare

I vuoti del Maradona non dipendono solo dal Covid.Tifosi sempre più spaesati e meno innamorati Un giorno, neanche tanto all’improvviso, sembra che l’amore dei tifosi azzurri per la loro squadra sia evaporato in modo pressochè totale e definitivo. L’avvio di Insigne,...

EDITORIALE

L’arte di evadere le regole

di Alessandro Migliaccio

Quando nel 2010 ho pubblicato il mio secondo libro (anche se il primo era solo una raccolta di poesie giovanili) intitolato “Paradossopoli. Napoli e l’arte di evadere le regole”, nutrivo una ferma speranza che qualcosa sarebbe cambiato. Che i napoletani avrebbero, prima o poi, avuto uno sbalzo di dignità e che si sarebbero in qualche modo presi una rivincita nei confronti di quanti, troppo facilmente, puntano il dito contro di loro.

continua a leggere…

Calcio Femminile, Napoli-Sassuolo 0-1 intervista di mister Pistolesi

Fallo di mano di Chiellini ma per Sky non è niente

Troisi: Penso in Napoletano, sogno in Napoletano

Seguici su Facebook

Facebook Pagelike Widget
badando a te