Stretta sui parcheggiatori abusivi: forze dell’ordine in strada contro la piaga

da | Feb 12, 2020 | Cronaca

La notizia è quasi passata inosservata, ma fa capire che forse qualcosa sta cambiando nei confronti di quella vergognosa piaga costituita dai parcheggiatori abusivi, una piaga che danneggia l’immagine di Napoli e contro la quale, nessuno, finora, è riuscito ad opporre un’azione decisa e risolutiva. Nemmeno, ovviamente il sindaco de Magistriis, restìo ad utilizzare quelle poche armi che pure la legge gli concederebbe.


Ma torniamo alla notizia. Domenica pomeriggio i servizi di ordine e sicurezza pubblica disposti dal Questore in occasione dell’incontro di calcio Napoli-Lecce hanno incluso uno specifico dispositivo, attuato da personale della Polizia di Stato, dell’Arma dei Carabinieri, della Guardia di Finanza e della Polizia Locale, volto a contrastare il fenomeno dei parcheggiatori abusivi nel perimetro dello stadio San Paolo e nelle strade adiacenti. Sono state sanzionate 30 persone ai sensi dell’articolo 7 comma 15bis del Codice della Strada poiché sorprese ad esercitare abusivamente l’attività di parcheggiatore e 6 di queste sono state denunciate poiché già sanzionate.


E non si tratta di un’iniziativa isolata, perché d’ora in avanti il contrasto al fenomeno dei parcheggiatori abusivi in quell’area sarà parte integrante dell’impianto di sicurezza predisposto a tutela delle manifestazioni che si terranno presso lo stadio San Paolo. Ecco che finalmente un Questore, il bravo Alessandro Giuliano, figlio dell’indimenticato Boris, ucciso dalla mafia, decide di intervenire con tutti i mezzi che gli sono consentiti e non potendo certo debellare la cancrena in tutta la città, prende di mira uno specifico scenario, quello che trasforma i dintorni del San Paolo in una bolgia infernale e costringe chiunque voglia raggiungere lo stadio con la propria vettura a pagare una tangente fissa che in alcune zone e in particolari occasioni è addirittura di dieci euro. Uno scandalo. Tra l’altro si pone una questione di sicurezza e di ordine pubblico perché i parcheggiatori pur di raggranellare quanto più possibile creano seconde, terze e quarte file, ingombrando le strade di accesso e riducendole ad una sola corsia. Il che rende problematiche le vie di fuga e il passaggio di mezzi più ingombranti quali potrebbero essere ad esempio le autoambulanze.


Contro l’impazzare dei parcheggiatori da tempo il consigliere regionale Francesco Borrelli ha intrapreso una lunga battaglia e ne ha subito le conseguenze con varie aggressioni. Il tutto nel silenzio dell’amministrazione comunale che preferisce assistere quasi impotente all’occupazione di intere zone della città, soprattutto davanti agli ospedali e agli uffici pubblici e la sera nei dintorni delle zone della movida.

Ascensore del Monte Echia, è battaglia

Ascensore del Monte Echia, è battaglia

Dopo il vano Sos a Franceschini, i comitati: “La legge è con noi, ricorreremo alla magistratura” Per il ministro Franceschini non ci sono le condizioni per “revocare” l’approvazione della Sovrintendenza territoriale alla realizzazione dell’ascensore (di collegamento...

Linea 1, corto circuito durante il test del nuovo treno

Linea 1, corto circuito durante il test del nuovo treno

Ieri sera intorno alle 23 si è verificato un problema tecnico durante i test per la messa in esercizio del primo treno di fornitura Caf per la Linea 1 di Anm. Un sovraccarico correlato a un corto circuito sul treno ha creato dei forti surriscaldamenti e fumi tra il...

Vomero, eseguita ordinanza per uno scippo

Vomero, eseguita ordinanza per uno scippo

Nei giorni scorsi gli agenti del Commissariato Vomero hanno eseguito un’ordinanza di applicazione della misura cautelare degli arresti domiciliari emessa lo scorso 25 giugno dal G.I.P. del Tribunale di Napoli su richiesta della locale Procura della Repubblica nei...

Ischia, si gode beatamente una serie tv mentre guida: multato

Ischia, si gode beatamente una serie tv mentre guida: multato

Controlli a tappeto anche sull’isola di Ischia, nell’ambito di un servizio disposto dal Comando Provinciale Carabinieri di Napoli. I militari della Compagnia locale hanno identificato 147 persone e controllato 61 veicoli. Quindici le contravvenzioni notificate: gran...

Villa Domi, piantato l’ulivo per il “Giardino della Memoria”

Villa Domi, piantato l’ulivo per il “Giardino della Memoria”

Il progetto internazionale "Il Giardino della Memoria" si è svolto il  22 giugno nella città di Napoli (Italia), nel giorno del "Ricordo e dolore", in occasione dell'80° anniversario dell'inizio della Grande Guerra Patriottica.  Il Consolato Onorario della Federazione...

EDITORIALE

L’arte di evadere le regole

di Alessandro Migliaccio

Quando nel 2010 ho pubblicato il mio secondo libro (anche se il primo era solo una raccolta di poesie giovanili) intitolato “Paradossopoli. Napoli e l’arte di evadere le regole”, nutrivo una ferma speranza che qualcosa sarebbe cambiato. Che i napoletani avrebbero, prima o poi, avuto uno sbalzo di dignità e che si sarebbero in qualche modo presi una rivincita nei confronti di quanti, troppo facilmente, puntano il dito contro di loro.

continua a leggere…

Calcio Femminile, Napoli-Sassuolo 0-1 intervista di mister Pistolesi

Fallo di mano di Chiellini ma per Sky non è niente

Troisi: Penso in Napoletano, sogno in Napoletano

Seguici su Facebook

Facebook Pagelike Widget
Ricerca Anima Gemella

Ricerca Anima Gemella

badando a te