Ora Hysaj vuol rinnovare, ma in estate dirà addio

da | Feb 12, 2020 | Calcio Napoli

Non è stata una stagione felice per i terzini di fascia del Napoli. Eppure sembrava esser nata sotto una buona stella. Di Lorenzo si era subito integrato, sin dal primo giorno del ritiro di Dimaro. Ghuolam finalmente appariva recuperato ed aveva svolto tutto il precampionato quasi regoalrmente. C’era addirittura il problema della sovrabbondanza, perché Hysaj, reduce da una prima stagione incerta con Ancelotti, non aveva accettato le offerte pervenute ed era rimasto a Napoli, con la prospettiva di fare al massimo solo panchina.


E invece è accaduto di tutto. Ghoulam è tornato in infermeria e non si è mai capito perché, vista la grande segretezza che accompagna l’attività dello staff sanitario del Napoli. Malcuit s’è rotto il crociato e, forse, lo rivedremo in campo a fine marzo. Mario Rui ha accusato di tanto in tanto qualche problema fisico e Gatuso, a differenza di Ancelotti, si è precipitato a recuperare Hysaj, che per la verità non ha affatto demeritato. Di Lorenzo, poi, è stato costretto per oltre un mese ad emigrare al centro per i contemporanei infortuni di Maksimovic e Koulibaly.
Insomma una stagione sfortunata.


Ora questa sera Hysaj, che sarebbe tornato comodo per dare un po’ di respiro a Di Lorenzo, non potrà scendere in campo perché squalificato in Coppa.
Ma è evidente che indipendentemente da questo ultimo scorcio di stagione il suo destino futuro è tutto da valutare. Il ragazzo è ancora giovane, sia in Italia che all’estero è stimato e non vorrà sicuro rimanere un altro anno a Napoli con il dubbio di continuare a recitare il ruolo di “ruota di scorta”.


Non a caso proprio in queste ore Mario Giuffredi, agente tra gli altri di Elseid Hysaj, ha rilasciato alcune dichiarazioni ai microfoni di Radio Kiss Kiss Napoli: “Ne abbiamo parlato, il Napoli sa quella che è la situazione. Attendiamo risposte, quando le daranno vedremo cosa ci diranno. C’è tutta la volontà di rinnovare per poi essere ceduti in estate, non voglio più avere due giocatori miei nello stesso ruolo (l’altro è Di Lorenzo, ndr)”.

Dieci anni del Napoli femminile

Dieci anni del Napoli femminile

Una festa che meglio non poteva riuscire. I dieci anni del Napoli Femminile dalla prima promozione in A sono stati un tripudio di emozioni, ricordi, sfrenata allegria e anche calcio. Un evento organizzato con dovizia di particolari dal gruppo fondatore della società...

Napoli, l’aria è pesante

Napoli, l’aria è pesante

Giocatori che vanno via, altri che vogliono andar via, il futuro azzurro è tutto da inventare, e Spalletti… Insigne emigrato d’oro in Canada, Ospina che stacca il telefono che manco “piange”, ricordando una bella canzone di Domenico Modugno, Ciro Mertens che dal...

Procuratori? No, mediatori

Procuratori? No, mediatori

Scandalo infinito, impazza il calciomercato e crescono gli affari. Il coraggio di Iervolino che si è ribellato Le vicende quasi parallele del divorzio di Sabatini dalla Salernitana e della richiesta dei legali di Mertens (4 milioni netti più 800 mila euro di...

De Laurentiis basta prendere in giro i tifosi

De Laurentiis basta prendere in giro i tifosi

Presidente De Laurentiis ora basta! Adesso stai esagerando, continuando a prendere in giro un popolo di tifosi calorosi e appassionati che hai anestetizzato con le tue controverse esternazioni prive di senso. Anzi, a senso unico: il tuo. Hai sempre messo in cattiva...

Santo subito

Santo subito

Gioite amori, amorini e Cupidi. Abbiamo un santo in più che ci protegge e si espone all'umano sacrificio di sofferenze e critiche feroci come novello Salvatore. E' lui, San Aurelio da Roma, cittadino del mondo ora innamorato perso di Partenope e dei suoi abitanti,...

Napoli, quanto pesano quei due punti persi al Maradona

Napoli, quanto pesano quei due punti persi al Maradona

Lo scudetto potrebbe essere assegnato sul filo di lana e allora quanti rimpianti Noi non sappiamo come andrà a finire. Oggi il Napoli ha tre punti di distacco dal Milan e forse anche dall’Inter, se i nerazzurri dovessero vincere la partita che devono recuperare. Ci...

EDITORIALE

L’arte di evadere le regole

di Alessandro Migliaccio

Quando nel 2010 ho pubblicato il mio secondo libro (anche se il primo era solo una raccolta di poesie giovanili) intitolato “Paradossopoli. Napoli e l’arte di evadere le regole”, nutrivo una ferma speranza che qualcosa sarebbe cambiato. Che i napoletani avrebbero, prima o poi, avuto uno sbalzo di dignità e che si sarebbero in qualche modo presi una rivincita nei confronti di quanti, troppo facilmente, puntano il dito contro di loro.

continua a leggere…

Calcio Femminile, Napoli-Sassuolo 0-1 intervista di mister Pistolesi

Fallo di mano di Chiellini ma per Sky non è niente

Troisi: Penso in Napoletano, sogno in Napoletano

Seguici su Facebook

Facebook Pagelike Widget
badando a te