Mertens: se segna tre gol se ne va

Dries Mertens esulta dopo il gol di Milik contro il Lecce
Dries Mertens esulta dopo il gol di Milik contro il Lecce

Forse il destino di Mertens è legato ai tre gol che gli mancano per raggiungere Hamsik e diventare il calciatore che ha segnato di più nella storia del Napoli. Quattro sarebbero anche meglio. A quel punto Dries potrebbe considerare anche finita la sua esperienza napoletana, nonostante l’amore per la città e per il bel mare del golfo che accompagna la sua vita dalla bella casa di Palazzo Donn’Anna.


Il rinnovo non è arrivato, non è detto arriverà. Farà un ultimo tentativo il club di De Laurentiis e poi, in caso di esito negativo, l’ennesimo, dovrà arrendersi all’idea di perderlo a zero. Tante le squadre che corteggiano il belga, ghiotta chance per il suo valore e per il fatto di poterlo ingaggiare a zero. Ovviamente dovranno convincerlo con un ricco ingaggio. Tra i club che si sono mossi prima per Mertens c’è l’Inter, che spera di ottenere presto il suo sì. Non è da escludere, dunque, che Mertens il prossimo anno possa giocare ancora una sfida tra Inter e Napoli ma con l’altra maglia. Non solo l’Inter: Sull’ex Psv c’è anche la Roma, così come il Chelsea, che lo voleva già a gennaio. Tanti altri club che si faranno sotto molto presto.
Sempre in tema mercato: tutti vogliono Marash Kumbulla, il forte difensore del Verona, anni 20, che ha fermato tutti i big che sono capitati quest’anno sulla sua strada. È un gioiello che piace a molte big, non solo al Napoli, la società che ha mosso i passi più concreti. A fine gennaio il ds azzurro Cristiano Giuntoli ha messo sul piatto 21 milioni più 4 di bonus, ma il ragazzo ha deciso di aspettare, c’è l’Inter che lo corteggia, ma non solo: gli scout di City e United sono sulle sue tracce da mesi, così come Borussia e Liverpool.