“Finalmente siamo tornate a Napoli”

da | Feb 3, 2020 | Cronaca

Da Shanghai a Francoforte e da lì a Capodichino. Sono finalmente rientrate in Italia Teresa E. e Martina C., studentesse napoletane a Suzhou in Cina. Il loro volo diretto di rientro previsto per la notte del 1 febbraio era stato cancellato a causa delle misure precauzionali messe in atto da alcune compagnie aeree già prima chiusura degli aeroporti italiani a tutti i voli provenienti o diretti in Cina, disposta da Palazzo Chigi dopo la conferma dei primi due casi accertati di contagio da Coronavirus in Italia (una coppia di turisti cinesi ora ricoverata allo Spallanzani di Roma, ndr). “Dopo il blocco aereo dall’Italia abbiamo provato a cercare altre soluzioni anche con scali in altri aeroporti – raccontano le due studentesse – , come aveva fatto un nostro amico che per riuscire a tornare in Canada era dovuto prima passare per il Giappone. Non è stato semplice ma alla fine prevedendo un lungo scalo a Francoforte siamo riuscite a tornare”. Teresa e Martina, studentesse dell’Università L’Orientale di Napoli, in Cina dallo scorso settembre per un programma di studio di un anno si trovavano a Suzhou, una cittadina a circa 100 km da Shanghai, e a più di 700 km da Wuhan, epicentro del virus, ma l’allerta è altissima anche lì. “Io e la mia amica eravamo in un dormitorio universitario – racconta Teresa – e la stessa università aveva preso delle misure restrittive per l’entrata e l’uscita dal campus tant’è vero che da qualche giorno non si poteva più rientrare se si era stati in viaggio. Per chi invece come noi si trovava già all’interno avevamo degli orari da seguire, e ogni volta che entravamo e uscivamo ci veniva misurata la temperatura corporea, e sia all’interno che per gli spostamenti indossavamo le mascherine, che ormai sono sold out ovunque. In generale però preferivamo non muoverci, per evitare rischi. Anche perché – aggiunge Teresa – la città era deserta, i negozi chiusi, chiusi i monumenti e i tanti luoghi pubblici e la metro aveva orari diversi e corse ridotte. Anche per raggiungere l’aeroporto abbiamo dovuto chimare un taxi privato perché hanno sospeso i collegamenti con il bus diretto”. Non tutti gli stranieri in Cina però sono preoccupati a tal punto da voler rientrare nei loro Paesi di origine. “Alcuni nostri amici di altre nazionalità – racconta Teresa – non hanno neanche tentato di acquistare un biglietto per lasciare la Cina. Il problema principale è che all’estero e soprattutto in Italia, si sta facendo molto allarmismo che ha condizionato noi che siamo qui. Non si guarda neanche al grande lavoro, alla serietà e agli sforzi immani che sta facendo questo Paese per contrastare e contenere l’epidemia. Se la mia famiglia e i miei amici non mi avessero continuamente scritto per chiedermi di tornare, o che ci faccio ancora qui, chissà, forse ci avrei pensato di più, ma ora sono contenta di essere a casa”.

Ipazia, vista con gli occhi dei giovani d’oggi

Ipazia, vista con gli occhi dei giovani d’oggi

  "Ipazia, punti di vista" è il titolo della mostra/performance, che si è tenuta nei giorni scorsi nell’aula 18 (ex Galleria del Giardino) dell’Accademia di Belle Arti di Napoli. L’evento, ideato e curato dal Professor Mauro Maurizio Palumbo, artista e docente di...

La serata della solidarietà sulla Terrazza Zungri

La serata della solidarietà sulla Terrazza Zungri

Lo scorso venerdì 1 luglio si sono incontrati i rappresentanti delle 11 Associazioni afferenti  al  Servizio divulgazioni  donazione organi, tessuti e cellule  “Ancora insieme” presso la Regione Campania, sono stati ospiti del Cav Salvio Zungri ed Imma, dopo che è...

Napoli, spiagge libere a numero chiuso

Napoli, spiagge libere a numero chiuso

È in vigore dallo scorso primo luglio la  la delibera approvata dal Comune di Napoli che fissa il numero chiuso per le spiagge libere di Palazzo Donn’Anna e delle Monache, con il tracciamento numerico dei bagnanti ad opera del personale dei lidi limitrofi che regolano...

“Convivia. Il gusto degli antichi”,  la mostra al Lapis Museum

“Convivia. Il gusto degli antichi”, la mostra al Lapis Museum

Tra i reperti esposti, la bottiglia di olio d’oliva più antica del mondo, utensili, vasellame per la tavola e la cucina dalle Collezioni del MANN Utensili, vasellame e commestibili fossili tratti dalla Collezione dei Commestibili del MANN – tra cui la bottiglia di...

Il “ballo della rosa”, galà di beneficenza dei Lions

Il “ballo della rosa”, galà di beneficenza dei Lions

Ogni anno prende sempre più corpo e si sta imponendo come uno dei più riusciti eventi napoletani di beneficenza. E’ il “ballo della rosa”, il gran galà di solidarietà organizzato dai Lions Club International e dai Lions Club Capri con la sua presidente Rita Colazza,...

Piazza San Giacomo, denunciato 23enne “curioso”

Piazza San Giacomo, denunciato 23enne “curioso”

Per curiosità. È questo il motivo per il quale un 23enne incensurato di Villaricca ha colpito un Carabiniere. Siamo a Piazza San Giacomo ed è in corso la manifestazione in occasione della “giornata mondiale del rifugiato”. Un migliaio di persone sono partite da piazza...

Dall’Ape sociale alla pensione di vecchiaia

Dall’Ape sociale alla pensione di vecchiaia

Lo Studio Rubinacci-Molaro spiega come avviene la conversione e tempi e modi per presentare la domanda Negli ultimi mesi si sono recati presso il nostro studio diversi pensionati titolari del beneficio dell’Ape sociale, che al momento della maturazione del diritto...

Napoli, capitale della cultura del Mediterraneo

Napoli, capitale della cultura del Mediterraneo

Il Mediterraneo avrà a rotazione una capitale della cultura. Lo annuncia il ministro della cultura Franceschini con la dichiarazione conclusiva della due giorni di summit che ha riunito per la prima volta a Napoli 30 ministri dell’area mediterranea e non solo. La...

Panni stesi nei vicoli, divieto  scongiurato

Panni stesi nei vicoli, divieto scongiurato

Non ci sarà nessuna ordinanza che vieterà i panni stesi. L’annuncio è del sindaco di Napoli, Gaetano Manfredi in risposta al caso della bozza del regolamento di polizia urbana, nel quale, secondo indiscrezioni di stampa, sarebbe stato inserito il divieto di stendere i...

Il Comune a De Laurentiis: “Dia l’esempio e paghi”

Il Comune a De Laurentiis: “Dia l’esempio e paghi”

Il presidente della commissione Sport, Gennaro Esposito invita il patron azzurro a saldare i debiti per lo stadio Gennaro Esposito, presidente della Commissione Sport del Comune, chiede ad Adl di dare l’esempio ai cittadini. Intervistato da Calcio Napoli 24 Live, il...

EDITORIALE

L’arte di evadere le regole

di Alessandro Migliaccio

Quando nel 2010 ho pubblicato il mio secondo libro (anche se il primo era solo una raccolta di poesie giovanili) intitolato “Paradossopoli. Napoli e l’arte di evadere le regole”, nutrivo una ferma speranza che qualcosa sarebbe cambiato. Che i napoletani avrebbero, prima o poi, avuto uno sbalzo di dignità e che si sarebbero in qualche modo presi una rivincita nei confronti di quanti, troppo facilmente, puntano il dito contro di loro.

continua a leggere…

Calcio Femminile, Napoli-Sassuolo 0-1 intervista di mister Pistolesi

Fallo di mano di Chiellini ma per Sky non è niente

Troisi: Penso in Napoletano, sogno in Napoletano

Seguici su Facebook

Facebook Pagelike Widget
badando a te