“Finalmente siamo tornate a Napoli”

da | Feb 3, 2020 | Cronaca

Da Shanghai a Francoforte e da lì a Capodichino. Sono finalmente rientrate in Italia Teresa E. e Martina C., studentesse napoletane a Suzhou in Cina. Il loro volo diretto di rientro previsto per la notte del 1 febbraio era stato cancellato a causa delle misure precauzionali messe in atto da alcune compagnie aeree già prima chiusura degli aeroporti italiani a tutti i voli provenienti o diretti in Cina, disposta da Palazzo Chigi dopo la conferma dei primi due casi accertati di contagio da Coronavirus in Italia (una coppia di turisti cinesi ora ricoverata allo Spallanzani di Roma, ndr). “Dopo il blocco aereo dall’Italia abbiamo provato a cercare altre soluzioni anche con scali in altri aeroporti – raccontano le due studentesse – , come aveva fatto un nostro amico che per riuscire a tornare in Canada era dovuto prima passare per il Giappone. Non è stato semplice ma alla fine prevedendo un lungo scalo a Francoforte siamo riuscite a tornare”. Teresa e Martina, studentesse dell’Università L’Orientale di Napoli, in Cina dallo scorso settembre per un programma di studio di un anno si trovavano a Suzhou, una cittadina a circa 100 km da Shanghai, e a più di 700 km da Wuhan, epicentro del virus, ma l’allerta è altissima anche lì. “Io e la mia amica eravamo in un dormitorio universitario – racconta Teresa – e la stessa università aveva preso delle misure restrittive per l’entrata e l’uscita dal campus tant’è vero che da qualche giorno non si poteva più rientrare se si era stati in viaggio. Per chi invece come noi si trovava già all’interno avevamo degli orari da seguire, e ogni volta che entravamo e uscivamo ci veniva misurata la temperatura corporea, e sia all’interno che per gli spostamenti indossavamo le mascherine, che ormai sono sold out ovunque. In generale però preferivamo non muoverci, per evitare rischi. Anche perché – aggiunge Teresa – la città era deserta, i negozi chiusi, chiusi i monumenti e i tanti luoghi pubblici e la metro aveva orari diversi e corse ridotte. Anche per raggiungere l’aeroporto abbiamo dovuto chimare un taxi privato perché hanno sospeso i collegamenti con il bus diretto”. Non tutti gli stranieri in Cina però sono preoccupati a tal punto da voler rientrare nei loro Paesi di origine. “Alcuni nostri amici di altre nazionalità – racconta Teresa – non hanno neanche tentato di acquistare un biglietto per lasciare la Cina. Il problema principale è che all’estero e soprattutto in Italia, si sta facendo molto allarmismo che ha condizionato noi che siamo qui. Non si guarda neanche al grande lavoro, alla serietà e agli sforzi immani che sta facendo questo Paese per contrastare e contenere l’epidemia. Se la mia famiglia e i miei amici non mi avessero continuamente scritto per chiedermi di tornare, o che ci faccio ancora qui, chissà, forse ci avrei pensato di più, ma ora sono contenta di essere a casa”.

Colli Aminei, arrestati 3 ladri poco più che maggiorenni

Colli Aminei, arrestati 3 ladri poco più che maggiorenni

Nell’ambito dei servizi disposti dal Comando Provinciale di Napoli i Carabinieri della Compagnia di Napoli Vomero sono impegnati nel quartiere Colli Aminei nel contrasto all’illegalità diffusa negli orari notturni. È l’una di notte e i militari della Stazione...

Galleria Vittoria, il punto sui lavori

Galleria Vittoria, il punto sui lavori

Si è tenuto questa mattina un sopralluogo nella galleria Vittoria alla presenza del sindaco di Napoli, Gaetano Manfredi, dell’assessore alle infrastrutture e mobilità del Comune, Edoardo Cosenza, e del responsabile di Anas Campania, Nicola Montesano. L’incontro è...

Quartieri Spagnoli, tenta di rapinare una turista: arrestato

Quartieri Spagnoli, tenta di rapinare una turista: arrestato

Ieri pomeriggio gli agenti dei Commissariati Montecalvario e Dante, durante il servizio di controllo del territorio, nel transitare in vico Lungo del Gelso sono stati avvicinati da alcuni passanti i quali hanno segnalato un tentativo di rapina nei pressi di un...

Aiom, Francesco Perrone nuovo presidente degli oncologi italiani

Aiom, Francesco Perrone nuovo presidente degli oncologi italiani

Napoletano, 59 anni, è direttore della Struttura Complessa Sperimentazioni Cliniche dell’Istituto Nazionale Tumori Pascale di Napoli Francesco Perrone, direttore della Struttura Complessa Sperimentazioni Cliniche dell’Istituto Tumori Pascale di Napoli, è il nuovo...

Napoli, nascondeva una pistola negli slip: sorpreso e arrestato

Napoli, nascondeva una pistola negli slip: sorpreso e arrestato

Ieri sera gli agenti del Commissariato San Giovanni–Barra e i Falchi della Squadra Mobile, nel transitare in via delle Ninfe, hanno notato un uomo che, alla loro vista, ha tentato di allontanarsi per eludere il controllo. I poliziotti lo hanno raggiunto e bloccato...

Campania, allerta meteo gialla domani dalle sei del mattino

Campania, allerta meteo gialla domani dalle sei del mattino

La Protezione Civile della Regione ha emanato un avviso di allerta meteo di colore Giallo valido a partire dalle 6 del mattino fino alle 23.59 di domani venerdì 22 ottobre sulle zone 1, 2, 3 (Zona 1: Piana campana, Napoli, Isole, Area Vesuviana; Zona 2: Alto Volturno...

Napoli, torna il premio Buona Sanità

Napoli, torna il premio Buona Sanità

Amore, quello per la vita, è la motivazione unica del Premio Buona Sanità in Tour, giunto quest’anno alla XXIII edizione. La Conferenza stampa di presentazione si terrà venerdì 22 ottobre ore 12.00, nella sede dell’Ordine dei Medici-Chirurghi e Odontoiatri di Napoli,...

EDITORIALE

L’arte di evadere le regole

di Alessandro Migliaccio

Quando nel 2010 ho pubblicato il mio secondo libro (anche se il primo era solo una raccolta di poesie giovanili) intitolato “Paradossopoli. Napoli e l’arte di evadere le regole”, nutrivo una ferma speranza che qualcosa sarebbe cambiato. Che i napoletani avrebbero, prima o poi, avuto uno sbalzo di dignità e che si sarebbero in qualche modo presi una rivincita nei confronti di quanti, troppo facilmente, puntano il dito contro di loro.

continua a leggere…

Calcio Femminile, Napoli-Sassuolo 0-1 intervista di mister Pistolesi

Fallo di mano di Chiellini ma per Sky non è niente

Troisi: Penso in Napoletano, sogno in Napoletano

Seguici su Facebook

Facebook Pagelike Widget
badando a te