“IN UN MONDO CHE”

da | Gen 23, 2020 | Calcio Napoli

“IN UN MONDO CHE”

Una città come Napoli, che vive di passione calcistica, non può restare indifferente al momento di difficoltà che attraversa il Napoli. La squadra azzurra si trova per la prima volta nell’era De Laurentiis a dover fronteggiare una crisi che ha inciso notevolmente sugli umori della piazza partenopea e ha creato spaccature preoccupanti tra la tifoseria e gli addetti ai lavori.

Ma il Napoli, per i veri tifosi, è una fede, e prescinde dai risultati del campo. In quest’ottica nasce il progetto “In un mondo che”, teso a ricompattare l’ambiente attraverso una canzone scritta da Antonio Leone, detto ‘O Lione, in collaborazione con Germano Bellavia. Tema centrale, l’amore innato per il Napoli, con la consapevolezza che le criticità si possono superare più facilmente remando tutti nella stessa direzione. A tal proposito, in occasione dell’evento, sarà lanciato l’hashtag #inunmondoche, per supportare in maniera concreta il cammino della squadra azzurra, senza più divisioni, polemiche o contestazioni.

L’iniziativa vedrà la partecipazione di numerosi volti noti dello sport, dello spettacolo, della musica, del cinema e del giornalismo, simboli di eccellenza partenopea accomunati dalla passione per i colori azzurri, che saranno tra i protagonisti del coro, parte centrale della canzone, e del videoclip che verrà realizzato allo stadio San Paolo tra il 4 e il 5 febbraio 2020.

Il progetto è dedicato alla memoria di Ciro Esposito, tifoso partenopeo ucciso nel 2014 in seguito agli scontri con ultrà giallorossi alla vigilia della finale di Coppa Italia, che nel tragico giorno del suo funerale riuscì a compiere un piccolo miracolo, riunendo tifosi, stampa, società, squadra e istituzioni. Per questo motivo tutti i proventi nella vendita del cd/dvd saranno devoluti in beneficenza all’associazione “Ciro vive”, che grazie ad Antonella Leardi porta avanti ogni giorno il ricordo di Ciro attraverso il sostegno ai più deboli, con particolare attenzione ai bambini affetti da malattie incurabili.

“In un mondo che” – da un’idea di Germano Bellavia

Musica e arrangiamenti: Elio 100gr

Produzione artistica: Elio 100gr

Testo e voce: Antonio Leone

Intro: Mandolino di Piero Gallo

Percussioni: Maurizio Capone & Bungt Bangt

Assolo finale chitarra: Alfonso Bruno

Coro: Zaira Zigante – Mario Grimaldi – Pietro De Cristofaro – tifosi delle curve dello Stadio San Paolo

Riprese e realizzazione tecnica: Max ADV Production di Massimiliano Triassi

Organizzazione: Santi Bailor film di Rino Pinto

Ufficio Stampa Raffaela Juliano

Realizzazione grafica: Remag di Maurizio Di Somma

Regia: Bruno Nappi

Napoli, quanto pesano quei due punti persi al Maradona

Napoli, quanto pesano quei due punti persi al Maradona

Lo scudetto potrebbe essere assegnato sul filo di lana e allora quanti rimpianti Noi non sappiamo come andrà a finire. Oggi il Napoli ha tre punti di distacco dal Milan e forse anche dall’Inter, se i nerazzurri dovessero vincere la partita che devono recuperare. Ci...

Vomero, controlli movida dei carabinieri

Vomero, controlli movida dei carabinieri

Tra mercoledì e venerdì, nell'ambito dei servizi predisposti dalla Questura di Napoli nelle aree della “movida”,  i poliziotti del Commissariato Vomero, i militari dell’Arma dei Carabinieri, i finanzieri del Comando Provinciale della Guardia di Finanza, con il...

E servono sempre terzino e centrale di difesa

E servono sempre terzino e centrale di difesa

L’arrivo del solo Tuanzebe non ha risolto i problemi strutturali dell’organico degli azzurri Nel momento di maggior fulgore, dopo le otto vittorie consecutive ad inizio di campionato, osservatori e tifosi, sull’onda dell’entusiasmo, avevano già indicato il Napoli...

Napoli, un futuro da inventare

Napoli, un futuro da inventare

I vuoti del Maradona non dipendono solo dal Covid.Tifosi sempre più spaesati e meno innamorati Un giorno, neanche tanto all’improvviso, sembra che l’amore dei tifosi azzurri per la loro squadra sia evaporato in modo pressochè totale e definitivo. L’avvio di Insigne,...

EDITORIALE

L’arte di evadere le regole

di Alessandro Migliaccio

Quando nel 2010 ho pubblicato il mio secondo libro (anche se il primo era solo una raccolta di poesie giovanili) intitolato “Paradossopoli. Napoli e l’arte di evadere le regole”, nutrivo una ferma speranza che qualcosa sarebbe cambiato. Che i napoletani avrebbero, prima o poi, avuto uno sbalzo di dignità e che si sarebbero in qualche modo presi una rivincita nei confronti di quanti, troppo facilmente, puntano il dito contro di loro.

continua a leggere…

Calcio Femminile, Napoli-Sassuolo 0-1 intervista di mister Pistolesi

Fallo di mano di Chiellini ma per Sky non è niente

Troisi: Penso in Napoletano, sogno in Napoletano

Seguici su Facebook

Facebook Pagelike Widget
badando a te