TRIBUNA POSILLIPO DELLO STADIO SAN PAOLO UNA TARGA IN RICORDO DI ROBERTO FIORE

da | Gen 22, 2020 | Calcio Napoli


Venerdì 24 gennaio, nel corso di una cerimonia in programma alle ore 12.00, sarĂ  collocata sul muro di uno degli accessi agli spalti nella Tribuna Posillipo dello Stadio San Paolo una targa in ricordo di Roberto Fiore, Presidente del Calcio Napoli dal 1964 al 1967. L’iniziativa, che nasce da un’idea del giornalista Marcello Pelillo autore di un libro sulla figura di Fiore, è dell’ Assessorato allo Sport del  Comune di Napoli e dell’Ussi Campania-Gruppo ‘Felice Scandone’.

   Nato a Portici nel 1924, Roberto Fiore è stato un imprenditore e dirigente sportivo ai massimi livelli. Durante la sua presidenza il Napoli ingaggiò Omar Sivori e JosĂ© Altafini e si registrarono 69 mila abbonati allo Stadio San Paolo, record ancora oggi imbattuto. Fiore, che è scomparso nel febbraio 2017, è stato un grande uomo di sport. Dopo l’esperienza al Calcio Napoli, dal 1967 al 1968 fu Direttore sportivo della Lazio, dal 1986 al 1988 Presidente dell’Ischia e dal 1991 al 2001 Presidente della Juve Stabia. Nel 1985 ricoprì l’incarico di Presidente del Circolo Nautico Posillipo, guidando la squadra alla conquista dello scudetto di pallanuoto.

   Alla cerimonia in programma al San Paolo interverranno tra gli altri, assieme ai familiari di Roberto Fiore, l’Assessore allo Sport del Comune di Napoli, Ciro Borriello, il Vice Presidente Vicario della FIGC e Presidente della Lega Nazionale Dilettanti, Cosimo Sibilia, il Presidente del Coni Campania, Sergio Roncelli, il Responsabile delle Operazioni, Vendite e Marketing del Calcio Napoli, Alessandro Formisano, il Vice Presidente dell’Ussi, Gianfranco Coppola e il Presidente dell’Ussi Campania, Mario Zaccaria.

 L’ingresso allo Stadio San Paolo è consentito dal varco carraio di Via Tansillo.

Dieci anni del Napoli femminile

Dieci anni del Napoli femminile

Una festa che meglio non poteva riuscire. I dieci anni del Napoli Femminile dalla prima promozione in A sono stati un tripudio di emozioni, ricordi, sfrenata allegria e anche calcio. Un evento organizzato con dovizia di particolari dal gruppo fondatore della societĂ ...

Napoli, l’aria è pesante

Napoli, l’aria è pesante

Giocatori che vanno via, altri che vogliono andar via, il futuro azzurro è tutto da inventare, e Spalletti… Insigne emigrato d’oro in Canada, Ospina che stacca il telefono che manco “piange”, ricordando una bella canzone di Domenico Modugno, Ciro Mertens che dal...

Procuratori? No, mediatori

Procuratori? No, mediatori

Scandalo infinito, impazza il calciomercato e crescono gli affari. Il coraggio di Iervolino che si è ribellato Le vicende quasi parallele del divorzio di Sabatini dalla Salernitana e della richiesta dei legali di Mertens (4 milioni netti più 800 mila euro di...

De Laurentiis basta prendere in giro i tifosi

De Laurentiis basta prendere in giro i tifosi

Presidente De Laurentiis ora basta! Adesso stai esagerando, continuando a prendere in giro un popolo di tifosi calorosi e appassionati che hai anestetizzato con le tue controverse esternazioni prive di senso. Anzi, a senso unico: il tuo. Hai sempre messo in cattiva...

Santo subito

Santo subito

Gioite amori, amorini e Cupidi. Abbiamo un santo in piĂą che ci protegge e si espone all'umano sacrificio di sofferenze e critiche feroci come novello Salvatore. E' lui, San Aurelio da Roma, cittadino del mondo ora innamorato perso di Partenope e dei suoi abitanti,...

Napoli, quanto pesano quei due punti persi al Maradona

Napoli, quanto pesano quei due punti persi al Maradona

Lo scudetto potrebbe essere assegnato sul filo di lana e allora quanti rimpianti Noi non sappiamo come andrà a finire. Oggi il Napoli ha tre punti di distacco dal Milan e forse anche dall’Inter, se i nerazzurri dovessero vincere la partita che devono recuperare. Ci...

EDITORIALE

L’arte di evadere le regole

di Alessandro Migliaccio

Quando nel 2010 ho pubblicato il mio secondo libro (anche se il primo era solo una raccolta di poesie giovanili) intitolato “Paradossopoli. Napoli e l’arte di evadere le regole”, nutrivo una ferma speranza che qualcosa sarebbe cambiato. Che i napoletani avrebbero, prima o poi, avuto uno sbalzo di dignità e che si sarebbero in qualche modo presi una rivincita nei confronti di quanti, troppo facilmente, puntano il dito contro di loro.

continua a leggere…

Calcio Femminile, Napoli-Sassuolo 0-1 intervista di mister Pistolesi

Fallo di mano di Chiellini ma per Sky non è niente

Troisi: Penso in Napoletano, sogno in Napoletano

Seguici su Facebook

Facebook Pagelike Widget
badando a te