L’unico progetto educativo italiano statale al servizio dello sport Ski College Bachmann: il liceo dei “campioni” compie 20 anni Sport e scuola allenano la vita

da | Gen 20, 2020 | Cultura&Spettacolo

L’unico progetto educativo italiano statale al servizio dello sport
Ski College Bachmann: il liceo dei “campioni” compie 20 anni
Sport e scuola allenano la vita

Lo Ski College Bachmann nasce nell’anno scolastico 2000/2001 grazie all’intuizione di due professoresse: Tiziana Candonioggi coordinatore didattico e sportivo, e Lucia Negrisin, attualmente dirigente scolastico presso un’altra scuola. Tale Istituto d’Istruzione Superiore, l’unico in Italia al servizio dello sport e il primo liceo in Italia a proporre un progetto sugli sport invernali, si è fin da subito rivolto agli atleti delle discipline sportive invernali (discesa, snowboard, fondo e salto) che, in uscita dalla scuola secondaria di primo grado, intendevano proseguire gli studi nella scuola statale e conseguire il diploma di maturità scientifica. E così è ancora oggi, naturalmente con alcune implementazioni ed evoluzioni.  Il progetto si accaparrò fin da subito il sostegno della Regione Friuli-Venezia Giulia, della Provincia di Udine, del Comune di Tarvisio, del CONI e della FISI Nazionale.
Quest’anno la scuola festeggia il ventennale riconfermando l’intenzione di consolidare la sua attività formativa e il prestigioso percorso agonistico, rendendola sempre più moderna e quindi al passo con i tempi.  L’Istituto, frequentato da studenti-atleti con diverse provenienze nazionali e internazionali, contribuisce alla formazione interculturale per la futura carriera agonistica e professionale dei ragazzi.

Liceo Scientifico per gli Sport Invernali dedicato agli agonisti
Il liceo Bachmann ha come obiettivo primario quello di supportare la crescita degli studenti-atleti sotto il profilo didattico e sotto il profilo sportivo. Dà dunque l’opportunità di crescere in maniera sana attraverso lo sport e i valori educativi da esso trasmessi.  Conciliare l’attività sportiva di alto livello e un percorso formativo di qualità riesce complicato se si adottano i tradizionali schemi di giudizio, perciò il metodo utilizzato in questo liceo sfrutta la flessibilità didattica costruendo un percorso scolastico di livello personalizzato, adattato attorno agli impegni agonistici dei ragazzi. Ne consegue un percorso di studi scandito da tempi e caratterizzato da metodologie che devono soddisfare sia gli impegni agonistici che quelli formativi.
Sono richieste abilità agonistiche acquisite per le diverse discipline degli sport invernali. Essendo un liceo scientifico, chi ivi si diploma può iscriversi a tutti i corsi di laurea.  L’impostazione didattica confluisce in un’impostazione formativa professionalizzante che consente agli studenti di acquisire competenze lavorative e organizzative spendibili nel mondo dello sport. Infatti, i diplomati potranno accedere a successivi corsi professionali specifici sui mestieri della montagna e alle selezioni per diventare maestri di sci.
Rilevante è l’attenzione data alla preparazione motoria: accanto alle discipline dello sci alpino, di fondo, del salto, c’è tutto un sistema di preparazione motoria, con quattro preparatori atletici tra cui Bruno Anzine (vent’anni in Coppa del Mondo), che ha seguito atleti vincenti e popolari come Deborah Compagnoni e Kristian Ghedina.

Liceo Scientifico Sportivo (dedicato al multisport)
Non sono richieste particolari abilità o preparazioni specifiche per accedere al Liceo Scientifico Sportivo di nuova generazione (multisport).
Il liceo Bachmann offre l’opportunità di praticare numerose attività sportive all’interno del piano di studi e del normale orario scolastico. Il progetto prevede che alle consuete attività di scienze motorie si accompagni lo studio teorico/pratico di sport individuali (atletica leggera, tennis, karate, sci, etc.) e di squadra (pallavolo, calcetto, basket, etc.). Gli studenti sono seguiti da insegnanti di scienze motorie e allenatori specializzati provenienti dalle varie Federazioni (per un totale di 6 ore curriculari a settimana).
A integrazione dell’attività curricolare al pomeriggio i ragazzi possono beneficiare delle risorse messe a disposizione dal territorio. Con un contributo extra hanno l’occasione di frequentare dei corsi di sci alpino, di sci nordico, di snowboard, di trekking, di nordic walking, di arrampicata sportiva, di golf, di tennis, di karate, di difesa personale e, a Warmbad, di nuoto.

Convitto statale “Luciano Lazzaro”
Il convitto dell’istituto Bachmann garantisce il soggiorno degli studenti-atleti in un CasaClima strutturato secondo i più moderni standard organizzativi, dove gli educatori ministeriali seguono 24 ore su 24 l’attività e la formazione del singolo ragazzo, in sinergia con docenti e allenatori. Esso consente ai diplomandi di vivere a pienoil contesto geografico e paesaggistico del Tarvisiano, a diretto contatto con la natura, in un ambiente sicuro e tranquillo. Tra gli obiettivi del prossimo anno scolastico anche quello di porre ancora di più l’accento sull’educazione alimentare degli studenti, che essendo sportivi e futuri agonisti devono conoscere e già da ora aderire a dei regimi alimentari corretti, adattati all’attività sportiva che svolgono.

I campioni che si sono formati al Bachmann
Molti sono gli atleti di livello cresciuti tra i banchi del liceo sportivo Bachmann:

–          MATTIA CASSE (coppa del mondo alpino), che ha recentemente vinto la discesa di Wengen, la prima della stagione, con il tempo di 1’29″78;

–          MARA MARTINI (coppa del mondo sci alpinismo);

–          LUCIA MAZZOTTI (tra i migliori risultati in coppa del mondo, primo e terzo posto in coppa europea, stella dello sci italiano che vanta ben 5 medaglie);

–          ALESSIA SEGULIN (campionessa dello slalom speciale femminile);

–          ANDREA GARTNER (squadra nazionale sci di fondo) – fondista, studente e atleta –  attualmente è a Losanna  per  gli “Youth Olympic Games”, nei quali tanti giovani atleti di tutto il mondo si stanno sfidando per aggiudicarsi le medaglie di Lausanne 2020.

Ma non solo: si sono ivi diplomati 160 maestri di sci e 17 studenti atleti inseriti nelle squadre nazionali/corpi militari/squadre universitarie.

I campioni del futuro
I ragazzi che hanno frequentato e frequentano il Liceo potrebbero essere futuri campioni olimpionici. Sicuramente decine di nomi degli annuari della scuola saranno tra i protagonisti, come allenatori, atleti e volontari, alle Olimpiadi invernali che si svolgeranno nel 2026 tra Milano e Cortina. E sicuramente il Bachmann sarà tra gli ski college maggiormente coinvolti! Con la speranza che anche questa volta saranno incassati lodevoli risultati dell’Italia nell’ambito dei giochi olimpici, magari proprio grazie alle nuove leve che si sono diplomate e si diplomeranno nei prossimi anni presso il liceo.
Intanto le pre-iscrizioni rivolte alle future leve dello sci italiano sono aperte fino al 31 gennaio 2020.
Frequentare lo Ski College Bachmann e il Liceo Scientifico Sportivo è sicuramente la scelta giusta per chi intende essere tra i protagonisti della storia dello sport italiano.

“Maradò”, le voci del popolo

“Maradò”, le voci del popolo

Nel libro di Anna Copertino, l’universo napoletano del Dios Che cosa non si è scritto e detto di Maradona che ormai non si sappia? Artisti, grandi firme, uomini di cultura e registi ne hanno la grandezza, miseria e nobiltà ma ognuno con la propria idea e l’immagine ed...

Procida, un’intera giornata dedicata alla cultura

Procida, un’intera giornata dedicata alla cultura

Un evento di un’intera giornata dedicato alla cultura. A Procida” l’isola che non si isola” e che quest’anno sta celebrando il suo essere capitale della cultura l’appuntamento è fissato per domenica 29 maggio. Un evento che si snoderà in tre momenti, tutti idealmente...

Campania, Puglia & Mendoza in tour

Campania, Puglia & Mendoza in tour

Le domeniche dal 1° maggio al 5 giugno si terranno cinque concerti di musica dal vivo nei luoghi incantevoli della Campania Napoli – Ercolano – Vico Equense – Sorrento – Ravello. Il Chitarrista Max Puglia (Hermanos, Ruggiero, Buonocore, Gragnaniello, Fò, Hernadez,...

Arte e solidarietà con Noi per Napoli

Arte e solidarietà con Noi per Napoli

L’associazione culturale organizza e promuove anche iniziative sociali a favore dei bisognosi L’associazione culturale Noi per Napoli, con i suoi artisti e rappresentanti il soprano Olga De Maio ed il tenore Luca Lupoli, ispirata sempre ai principi e finalità...

A tu per tu con Maria Cuono

A tu per tu con Maria Cuono

L’intervista di Noi per Napoli alla scrittrice, giornalista e docente cilentana: una vita per il teatro A tu per tu con Maria Cuono, docente, giornalista e valente scrittrice cilentana. Le abbiamo rivolto qualche domanda per farla parlare di sé, della sua arte e per...

Nuova indagine per il Capitano Giulio Mariani

Nuova indagine per il Capitano Giulio Mariani

In libreria entro fine primavera il secondo giallo del giornalista Giovanni Taranto Torna il Capitano Giulio Mariani: entro fine primavera la seconda inchiesta del detective dell’Arma protagonista ci dei gialli del giornalista Giovanni Taranto sarà sugli scaffali di...

Carnevale, ballo a corte dentro al Palazzo Reale

Carnevale, ballo a corte dentro al Palazzo Reale

Oggi, lunedì 28 febbraio e martedì 1 marzo alle ore 15 e 17 e domani, domenica 27 febbraio, alle ore 10, 12, 15, 17 va in scena l’insolita esperienza di fruizione museale, ideata e realizzata da Le Nuvole con Casa del Contemporaneo e la collaborazione della direzione...

Musica, ecco “Niente è niente”

Musica, ecco “Niente è niente”

Il nuovo progetto musicale degli artisti partenopei Olga De Maio e Luca Lupoli che unisce pop e lirica Si chiama “Niente è niente” il nuovo progetto discografico del soprano Olga De Maio e del tenore Luca Lupoli, noti artisti lirici partenopei ed internazionali,...

San Ciro e l’«ex voto» di Pietro Gargano

San Ciro e l’«ex voto» di Pietro Gargano

Il retroscena del libro del noto giornalista-scrittore sul santo protettore degli ammalati “Ho avuto due infarti nel giro di nove mesi, e ogni volta dicevo ‘San Ciro, pensaci tu, patrono del paese’. Sto ancora qui, e allora ho scritto un libro sul millenario culto del...

EDITORIALE

L’arte di evadere le regole

di Alessandro Migliaccio

Quando nel 2010 ho pubblicato il mio secondo libro (anche se il primo era solo una raccolta di poesie giovanili) intitolato “Paradossopoli. Napoli e l’arte di evadere le regole”, nutrivo una ferma speranza che qualcosa sarebbe cambiato. Che i napoletani avrebbero, prima o poi, avuto uno sbalzo di dignità e che si sarebbero in qualche modo presi una rivincita nei confronti di quanti, troppo facilmente, puntano il dito contro di loro.

continua a leggere…

Calcio Femminile, Napoli-Sassuolo 0-1 intervista di mister Pistolesi

Fallo di mano di Chiellini ma per Sky non è niente

Troisi: Penso in Napoletano, sogno in Napoletano

Seguici su Facebook

Facebook Pagelike Widget
badando a te