I giardinetti di Napoli: ecco come sono ridotti

da | Gen 17, 2020 | Cronaca

Quando la società Metropolitana Napoli allestì il cantiere per costruire la stazione Museo, in contemporanea ebbe l’ingrato compito di smantellare completamente gli antichi giardini della piazza, che conservavano alberi secolari. Tra questi anche l’albero della libertà piantato nel 1799 dai giacobini partenopei, nell’illusione di quel sogno durato solo pochi mesi. Ma l’albero resistette duecento anni e testimoniava alle future generazioni quell’ingenuo e ideale sacrificio di Pagano, Cirillo, ed della Pimentel Fonseca.
Si scatenarono violente polemiche, che videro primo innanzi a tutti il notaio Mario Colella, che aveva studio ed abitazione proprio affacciati su quei giardini storici. L’allora responsabile di Metropolitana Napoli Gianegidio Silva promise che, costruita la stazione, avrebbe ripristinato, più belli e più preziosi gli antichi giardini. E fu di parola. Quando fu inaugurata la stazione in contemporanea i napoletani poterono ammirare una vasta area completamente recuperata e verde, con aiuole curatissime e panchine in pietra, un moderno gabbiotto adibito a toilette e soprattutto la restaurata e storica fontana del Tritone, circondata da una balaustra in ferro circolare e con un fondale per contenere gli zampilli.
Questa fontana ha una storia che merita qualche accenno. Le sue prime origini sono da collocare in un arco temporale che va dal 1871, dopo che furono completati i lavori per l’installazione dei giardini nella piazza, e il 1879.
Nel 1933 l’Ente Autonomo Volturno promosse, su invito del Comune, il restauro della fontana (da tempo in stato di degrado), impiantando al centro una statua del Tritone (di qui il nome) di Carlo De Veroli nonché una nuova balaustra con cancellata. La statua, una copia dell’originale, fu commissionata alla fonderia Chiurazzi che deteneva il modello autentico e sostituì una precedente scultura. La fontana fu consegnata il 25 novembre dello stesso anno. Già nel 1917 aveva subìto un primo intervento ad opera di Pasquale Cerino che lavorò alla vasca e alla prima statua. Un secondo intervento fu fatto poi in occasione dei lavori per la costruzione della metropolitana, anche considerando che era stata deturpata dai vandali in occasione dei festeggiamenti per la conquista del primo scudetto da parte del Napoli (era stata completamente dipinta di azzurro).
Nel 2006 la giunta comunale ha deciso di intitolarla a Totò, visto che la fontana si trova nelle assolute vicinanze della Sanità, il quartiere che diede i natali al grande attore.
La fontana e tutto il resto sono oggi nel degrado più assoluto. Le aiuole sono sparite, rinsecchite e piene di rifiuti. Le panchine sporche, vandalizzate e circondate anch’esse da rifiuti. Il gabbiotto come toilette praticamente abbandonato, con l’erba che è cresciuta sul tetto e con i vandali che l’anno coperto di osceni graffiti. La balaustra della fonata funge da appendipanni per i clochard che hanno occupato tutto lo spiazzo antistante l’entrata della stazione e la base è coperta da escrementi, non solo di animali. Una vergogna.
Ma non è solo piazza Cavour ridotta in questo stato penoso. Al Vomero, piazza Medaglie d’Oro, sempre in occasione dei lavori della metro, la piazza fu completata rimodernata e al posto della vecchia pompa di benzina (che i vomeresi anziani ricordano) al centro furono sistemati bellissimi giardinetti, con un campo di bocce e con altalene per i bambini.
Quei giardinetti furono poi dedicati a Silvia Ruotolo, uccisa barbaramente a Salita Arenella durante un conflitto a fuco fra bande rivali di camorristi. Ora questi giardinetti sono stati completamente vandalizzati, sono ricettacolo di drogati e di spacciatori e fungono da parcheggio per motorini. Impossibile accedervi, soprattutto negli orari notturni.
Un altro spettacolo indecoroso, dovuto all’inerzia di un’amministrazione comunale che in questi ultimi anni ha completamente abbandonato al suo destino il verde e l’arredo urbano.

Vomero, fermato un presunto rapinatore

Vomero, fermato un presunto rapinatore

Lo scorso 22 novembre in via Pigna un uomo con volto coperto da un casco era entrato in un supermercato e, simulando di essere armato, aveva minacciato la cassiera facendosi consegnare 750 euro per poi fuggire a bordo di un motoveicolo. Martedì scorso i Falchi della...

Movida a Napoli, la Polizia municipale intensifica i controlli

Movida a Napoli, la Polizia municipale intensifica i controlli

La Polizia Locale ha  intensificato le attività di controllo delle norme che regolano la “movida” cittadina accertando violazioni al Codice della Strada e al rispetto delle misure di prevenzione sanitarie. Dal Lungomare alle aree di Chiaia, dal Centro Storico  al...

Stadio Maradona, oggi l’inaugurazione della statua per Diego

Stadio Maradona, oggi l’inaugurazione della statua per Diego

Un dono alla città di Napoli e al suo campione più amato: è così che il Comune di Napoli ricorderà oggi, giovedì 25 novembre alle ore 13.30 Diego Armando ad un anno dalla sua scomparsa. Nel piazzale antistante i varchi d'ingresso del settore Distinti dello stadio a...

Premio Filangieri, ecco i vincitori della terza edizione

Premio Filangieri, ecco i vincitori della terza edizione

Premiati i vincitori della terza edizione del Premio nazionale di poesia e fotografia Cesare Filangieri (intitolato al padre del famoso giurista del Settecento) promosso dall’ente ecclesiastico “Immacolata e Sant’Antonio” con il patrocinio dei Comuni di Napoli e di...

Porto di Napoli, sequestrate 1900 biciclette contraffatte

Porto di Napoli, sequestrate 1900 biciclette contraffatte

Il Comando Provinciale della Guardia di Finanza e l'Agenzia delle Dogane di Napoli hanno individuato, all’interno del porto, nel contesto delle attività congiunte di analisi di rischio in ambito doganale, oltre 1900 biciclette con componenti di un noto gruppo...

Campania, nuova allerta meteo da mezzanotte

Campania, nuova allerta meteo da mezzanotte

La Protezione Civile della Regione Campania ha emanato un avviso di allerta meteo di colore Giallo valido a partire dalla mezzanotte fino alle 23.59 di domani, lunedì 22 novembre, su tutto il territorio regionale, ad esclusione delle zone 4 e 7 (Alta Irpinia e Sannio;...

La Parthenope “plastic free”

La Parthenope “plastic free”

Intervista all’architetto Luciano Esposito, curatore dell’iniziativa di distribuzione borracce In questi giorni l’Università degli Studi di Napoli Parthenope sta regalando ai suoi studenti centinaia di borracce in alluminio per supportare la campagna nazionale Plastic...

Linea 1 tra ritardi e incubo Covid

Linea 1 tra ritardi e incubo Covid

Corse dei treni col contagocce e assembramenti indotti dai guasti. Disagi in aumento per l’utenza Un utente chiede spiegazioni al dipendente in servizio nella stazione della Linea 1 di Medaglie d’oro sul motivo del ritardo dell’arrivo del treno della metropolitana...

A Bacoli l’Università sul mare

A Bacoli l’Università sul mare

Sul litorale Flegreo una sede dell’ateneo Federico II. Il sindaco: “Che spettacolo” Sembra un sogno, ma è già quasi realtà. Sul litorale flegreo, a Bacoli, l’Università avrà la spiaggia libera e anche la discesa a mare. Studenti e perché no, anche professori e...

Campania, allerta meteo dalle 20

Campania, allerta meteo dalle 20

La Protezione Civile della Regione Campania ha emanato un avviso di allerta meteo di colore Giallo valido a partire dalle 20 di stasera, lunedì 15 novembre, fino alle 12 di domani, martedì 16 novembre, su tutta la Campania. Si prevedono precipitazioni sparse, anche a...

Mercato, ruba ponteggi da un cantiere: denunciato

Mercato, ruba ponteggi da un cantiere: denunciato

Ieri sera gli agenti del Commissariato Vicaria-Mercato, durante il servizio di controllo del territorio, su disposizione della Centrale Operativa sono intervenuti nei pressi di un cantiere edile in via Renovella, per la segnalazione di una persona che stava asportando...

EDITORIALE

L’arte di evadere le regole

di Alessandro Migliaccio

Quando nel 2010 ho pubblicato il mio secondo libro (anche se il primo era solo una raccolta di poesie giovanili) intitolato “Paradossopoli. Napoli e l’arte di evadere le regole”, nutrivo una ferma speranza che qualcosa sarebbe cambiato. Che i napoletani avrebbero, prima o poi, avuto uno sbalzo di dignità e che si sarebbero in qualche modo presi una rivincita nei confronti di quanti, troppo facilmente, puntano il dito contro di loro.

continua a leggere…

Calcio Femminile, Napoli-Sassuolo 0-1 intervista di mister Pistolesi

Fallo di mano di Chiellini ma per Sky non è niente

Troisi: Penso in Napoletano, sogno in Napoletano

Seguici su Facebook

Facebook Pagelike Widget
badando a te