Ancora una volta la città di Napoli è costretta ad affrontare l’emergenza rifiuti, che stanno letteralmente sommergendo il capoluogo campano. Sono circa 900 le tonnellate di spazzatura raccolte dalla Asia nell’ultima notte, ma non sufficienti ad estirpare il problema. Secondo le dichiarazione dell’ assessore Raffaele Del Giudice, sono 200 le tonnellate di immondizia che restano a terra ogni giorno. Disagio in grado di aumentare a dismisura il degrado e il proliferarsi di malattie.

Sembra, infatti, noto un malfunzionamento degli impianti di smaltimento dell’ inceneritore di Acerra, in grado di causare forti rallentamenti per quanto riguarda l’ eliminazione dei rifiuti.

A pagarne le spese maggiori, secondo l’ Arpac, è l’ aria dei circuito urbano in cui è in netto aumento l’accumulo di polveri sottili e l’inquinamento.