Napoli, si guarda in Olanda

di Marco Bruttapasta

Dall’Inghilterra arrivano notizie che allontanano sempre più Torreira dall’approdo in maglia azzurra.
Lo svizzero Xhaka, altro centrocampista dei Gunners, starebbe per accasarsi all’Hertha Berlin di Jurgen Klinsmann e, complice l’arrivo di Arteta sulla panchina dei londinesi, si aprono prospettive del tutto diverse, adesso a Londra, per l’ex centrocampista centrale di Pescara e Sampdoria.
E allora, come spesso avviene nel mercato, il Napoli potrebbe virare su nomi finora poco seguiti dai giornali, quindi non il solito Berge del Genk o l’eterno Lobotka del Celta, né tantomeno Marc Roca dell’Espanyol o l’argentino del Psg Paredes, seguito anche dalla Juventus.
Il giocatore che maggiormente interessa in casa azzurra è il capitano dell’AZ Alkmaar e della Nazionale Orange Under 21: Koopmeiners, giocatore in grado di giocare sia davanti la difesa sia interno di sinistra e con un passato da difensore centrale, ruolo in cui saltuariamente torna a esibirsi.
Nato il 28 febbraio del 1998, ha un contratto fino al 2022 . Quest’anno ha già realizzato dieci reti tra Eredivisie ed Europa League.
Altro giocatore classe 1998 dell’Az monitorato dal Napoli è l’ala Stengs, devastante nell’ultimo successo interno della sua squadra contro l’Ajax, giocatore dal dribbling ubriacante, paragonato da molti a Sanè del City, ex sogno proibito di Sarri ai tempi del Napoli, e già nel mirino del Barcellona.
Sono nomi su cui Giuntoli lavora sotto traccia, ma da monitorare visti gli ottimi rapporti del ds azzurro con gli intermediari e i procuratori influenti nel mercato dell’Eredivisie, come dimostrano gli arrivi a Napoli degli ex lancieri Milik e Younes e l’ex Psv Lozano, quest’ultimo grazie a Mino Raiola, nella cui orbita già navigano Stengs appunto e la punta centrale dell’AZ Boadu.
Per quanto concerne le altre trattative, da registrare una frenata per Amrabat, marocchino del Verona, che ha congelato il Napoli fino a giugno, in attesa di altre offerte, mentre riprende quota la pista Kessiè.
Il Milan sembra intenzionato ad effettuare un grande investimento a centrocampo: si parla di Matic, con conseguente spostamento di Bennacer nel ruolo di interno.
Per reperire i fondi necessari all’acquisto del serbo in forza allo United, il Milan sacrificherebbe appunto Frank Kessiè.
L’ivoriano piace al Napoli perché in grado di disimpegnarsi non solo nel ruolo di interno, dove sarebbe un’alternativa ad Allan, ma anche in altre zone del campo.
Nella prima Atalanta di Gasperini si rivelò al grande pubblico da centrocampista centrale, scomodando addirittura paragoni con l’ex juventino Davids, prima ancora nel Cesena e nelle giovanili orobiche si era disimpegnato anche come difensore centrale.
Nelle ultime ore è riemersa la candidatura di Ricardo Rodriguez dal Milan, come alternativa a Rui per la fascia sinistra. In Francia ci sono ancora club interessati a Ghoulam come Lione e Marsiglia e, in caso di cessione, il Napoli virerebbe sul terzino elvetico, poco fortunato al Milan ma con grande appeal ai tempi del Wolfsburg. Il procuratore recentemente ai microfoni del sito Oracolorn.it, molto informato sulle vicende rossonere, ha parlato di possibili novità a breve per il suo assistito, scontento per lo scarso minutaggio conseguito con l’arrivo di Hernandez, ormai padrone della fascia sinistra milanista e, ha aggiunto che il club meneghino sarebbe disponibile ad una cessione in prestito del giocatore.