Grande successo per la quarta edizione del Galà Charity Night promosso dalla Fondazione Cannavaro Ferrara andato in scena ieri a Pietrarsa La raccolta fondi andrà a favore del progetto “Un’ambulanza per la vita”.

da | Dic 20, 2019 | Vivere Napoli

Grande successo per la quarta edizione del Galà Charity Night promosso dalla Fondazione Cannavaro Ferrara andato in scena ieri a Pietrarsa

La raccolta fondi andrà a favore del progetto “Un’ambulanza per la vita”.

La notte dei sogni e della solidarietà finalmente è arrivata ieri 19 dicembre 2019, patrocinata dalla Fondazione Cannavaro Ferrara che ha dato vita alla quarta edizione del Gala Charity Night con l’obiettivo di raccogliere fondi per il progetto “Un’ambulanza per la vita”. Una pioggia scrosciante non ha fermato settecento ospiti tra Vip e tanti amici che si sono ritrovati per l’occasione presso l’incantevole cornice del Museo Nazionale Ferroviario di Pietrarsa partecipando ad un evento benefico per donare a Napoli un futuro migliore: il Gala Charity Night condotto da Gigi & Ross, insieme con la madrina della Fondazione Maria Mazza. Grande merito a Vincenzo Ferrara direttore della Fondazione e ai suoi ideatori Ciro Ferrara, Fabio Cannavaro e Paolo Cannavaro, per una manifestazione unica nel suo genere perché è stata capace di coinvolgere il mondo dello sport, dello spettacolo, del cinema, della musica e dell’imprenditoria in una serata che ha il solo scopo di sostenere i progetti che la FCF si impegna a seguire da circa quindici anni. Nella quarta edizione del Galà Charity Night i fondi che sono stati raccolti tramite le donazioni per la cena, l’asta benefica e la lotteria, saranno destinati ad un altro vitale progetto sociale, “Un’Ambulanza per la vita”, che mira all’acquisto di un mezzo di soccorso per il trasporto neonatale di emergenza a beneficio di tutta la Regione Campania. Tanti gli ospiti, amici e sostenitori della Fondazione Daniela Cannavaro, Cristina Cannavaro, Ornella Muti, Miriam Candurro, Veronica Maya, Francesco di Leva, Antonio Floro Flores, Luca Altomare, Massimiliano Rosolino, Luca Capuano, Carlotta Lo Greco, Ciro Petrone, Pier Luigi Pardo, Gabriele Parpiglia, Mr.Hyde, Manila Nazzaro, Valentina Stella, Alberto Urso, Pamela Camassa, Cristina Donadio, Filippo Bisciglia, Massimiliano Varrese, Peppe Iodice, Joseph Capriati,Giovanni Sciabbarrasi, Fabiola Sciabbarrasi.

All’asta battuta, da un esilarante e prezioso Peppe Iodice con Gigi &Ross, diversi oggetti messi a disposizione dalle aziende partner dell’iniziativa: un’opera di Andy Warhol donata alla Fondazione da International Broker Art, un presepe del maestro Marco Ferrigno, una scultura di Lello Esposito, quattro oggetti preziosi di Damiani, un’opera di Fabrizio Trotta e un maxi TV Led donato da Euronics Gruppo Tufano.

La serata di gala, organizzata da Mila Gambardella con Le Mille Me Comunication, ha inoltre dato vita ad una divertente e produttiva lotteria con vari premi- di cui sono stati venduti 1000 biglietti – che ha contribuito a incrementare le donazioni.

Moltissime le aziende, che grazie alla collaborazione con Stefania Avallone, hanno sostenuto e reso possibile la serata: SmeragliaLuxury Clinic, Antonio & Antonio, Liujo, Kiton, Riflessi, GaldieriRent, Baggio Gioielli, Production Group, AzInvestigation, Coconuda, Sorbino, Otofarma, Narciso, Gulliver, Legora ed IntercontinentalInvestigazion, My Style Bags.

Performance finale in musica con tutti gli ospiti insieme sul palco per i saluti e gli auguri di buone feste.

La Fondazione

La Fondazione Cannavaro Ferrara nasce nel 2005 grazie alla volontà di Fabio, Paolo e Ciro che, insieme a Vincenzo Ferrara, hanno reso un sogno concreto: aiutare Napoli e i suoi bambini. 15 anni di lavoro, più di 60 progetti sociali realizzati10.000 bambini circa coinvolti, con circa 3.000.000,00 euro raccolti grazie a tutti i suoi sostenitori, aziende e amici. La Fondazione oggi è un punto di riferimento stabile sul territorio partenopeo sul quale si può contare. E’ la testimonianza che un gruppo di persone che condivide un obiettivo comune può raggiungere l’impossibile!

Il progetto sociale: “Un’ambulanza per la vita”

Il progetto “Un’ambulanza per la vita” sostiene l’acquisto di un mezzo di soccorso per il trasporto neonatale di emergenza a beneficio di tutta la Regione Campania. Il progetto nasce dall’incontro col Prof. Francesco Raimondi, Direttore del Reparto di Neonatologia e Terapia Intensiva Neonatale e Responsabile Servizio di Trasporto di Emergenza Neonatale dell’A.O.U. Federico II di Napoli.

I dati del trasporto neonatale d’emergenza sul territorio regionale sono allarmanti: manca ancora uno dei quattro mezzi destinati a coprire i trasferimenti dei neonati in pericolo di vita. Questo costringe l’ambulanza della Federico II, ormai con elevatissimo chilometraggio, ad un impegno estenuante ed ad andare fino ai confini della Campania. Percorrere le nostre strade in sicurezza quando il tempo stringe e le condizioni meteo sono avverse deve essere fatto su mezzi efficienti che vanno avvicendati.

Nel 2007, la Fondazione Cannavaro Ferrara ha donato un’ambulanza al Reparto che oggi necessita con urgenza di una sostituzione a causa dell’usura a cui è andata incontro. Il mezzo ha percorso, infatti, circa 252.000 km attraversando tutte e cinque le province della Campania, ha trasportato oltre 5.000 neonati, di cui il più piccolino pesava appena 510 grammi.

Posillipo, musica e cibo per i giovedì a Le Stanze

Posillipo, musica e cibo per i giovedì a Le Stanze

Ancora un giovedì sera da sold out a Le Stanze a Capo Posillipo per una serata che sa abbinare al meglio grande musica e cibo. Due i protagonisti della serata: il Trio Balzano che ha allietato i presenti con la sua grande musica; e lo spaghetto al pesto di pomodori...

Swing e bossa nova, serata d’altri tempi a Le Stanze

Swing e bossa nova, serata d’altri tempi a Le Stanze

I giovedì sera di grande musica de Le Stanze di Giuliano Napoliello a Capo Posillipo proseguono con sempre maggiore successo. L’abbinamento musica e grande cucina funziona alla grande come dimostra l’ennesimo esaurito di ieri sera. Stavolta ad accompagnare i piatti...

“Hop”, il party esclusivo allo 00 Club

“Hop”, il party esclusivo allo 00 Club

Sabato 6 novembre con Sara Scarabino e Dj Pen in console e le spettacolari scenografie ispirate ai primi del Novecento e al Pop Surrealismo firmate da Daniele Ragosta e Davide Favetta Si scrive “Hop”, si legge party esclusivo e decisamente “sopra le righe”, che...

Al parco San Laise il festival del jazz

Al parco San Laise il festival del jazz

Al Parco San Laise (ex Base Nato di Bagnoli) si tiene, 13-14 e 15 settembre 2021, la terza edizione del SAN LAISE JAZZ. Anche quest’anno, grazie a Fondazione Campania Welfare che, con il sostegno dell’Assessorato all’istruzione e alle Politiche Sociali della Regione...

Stock Days, il commercio riparte

Stock Days, il commercio riparte

Mancano pochi giorni all'originale iniziativa lanciata dall'azienda partenopea Stock Napoli e sarà l’Holiday Inn del centro commerciale Vulcano Buono a Nola ad ospitarne la prima edizione. L'evento si chiama Stock Days ed è in programma dall’1 al 3 luglio (da...

A Villa Di Donato torna la musica live

A Villa Di Donato torna la musica live

È il primo appuntamento di musica live dopo il lockdown ed è in calendario giovedì 18 a Villa di Donato, dimora Settecentesca che sorge nel cuore “popolare” del Borgo di Sant'Eframo a Napoli: qui non ci si è dati per vinti e il calendario della quarta Stagione di...

“Lumache”, i compromessi del successo al teatro Tram

“Lumache”, i compromessi del successo al teatro Tram

Uno spettacolo sul compromesso, che però al tempo stesso parla di lentezza (da cui il titolo). Debutta stasera al Teatro Tram di via Port'Alba "Lumache”, testo e regia di Pietro Juliano, in scena fino a domenica 23 febbraio. A portare sul palco le vicende di una...

EDITORIALE

L’arte di evadere le regole

di Alessandro Migliaccio

Quando nel 2010 ho pubblicato il mio secondo libro (anche se il primo era solo una raccolta di poesie giovanili) intitolato “Paradossopoli. Napoli e l’arte di evadere le regole”, nutrivo una ferma speranza che qualcosa sarebbe cambiato. Che i napoletani avrebbero, prima o poi, avuto uno sbalzo di dignità e che si sarebbero in qualche modo presi una rivincita nei confronti di quanti, troppo facilmente, puntano il dito contro di loro.

continua a leggere…

Calcio Femminile, Napoli-Sassuolo 0-1 intervista di mister Pistolesi

Fallo di mano di Chiellini ma per Sky non è niente

Troisi: Penso in Napoletano, sogno in Napoletano

Seguici su Facebook

Facebook Pagelike Widget
badando a te