PUGILATO, VINCENZO PICARDI SUL RING DEL NEMEA ENERGY VILLAGE DI CARDITO PER IL TITOLO ITALIANO PESI GALLO PROFESSIONISTI

da | Dic 18, 2019 | Sport

PUGILATO, VINCENZO PICARDI SUL RING DEL NEMEA ENERGY VILLAGE DI CARDITO PER IL TITOLO ITALIANO PESI GALLO PROFESSIONISTI

Il bronzo olimpico 2008 sfiderà sabato 21 dicembre l’atleta di Cesenatico Pio Antonio Nettuno

Nella “sua” Cardito, città che lo ha adottato dal punto di vista sportivo, Vincenzo Picardi – medaglia di bronzo alle Olimpiadi di Pechino del 2008 – insegue il primo titolo da professionista, quello italiano dei pesi Gallo. A 36 anni e al secondo match tra i Pro, Picardi punta infatti alla corona di campione nazionale per poi tentare la scalata verso il titolo Europeo. Per questa importante impresa non poteva sperare in un “teatro” migliore: il Nemea Energy Village di Cardito (sabato 21 dicembre, ore 21.30), la struttura realizzata dalla Castaldo Group che vanta oltre 5.000 mq dedicati allo sport e al benessere. Un’eccellenza del Sud Italia, come spiega lo stesso Picardi, che qui in veste di tecnico allena un nutrito gruppo di pugili dilettanti: “Ho trovato un gruppo straordinario – spiega Picardi -, che prima mi ha dato la possibilità di riprendermi mentalmente dopo la delusione per la mancata qualificazione a Rio 2016, poi mi ha permesso di allenare e allenarmi e infine mi ha dato la chance di puntare al titolo italiano tra i professionisti”.

L’olimpionico in questi giorni si allena senza sosta, con un unico obiettivo: trionfare nella sfida in programma sabato, nel match clou del quinto memorial Umberto Cavini, promosso da Rosanna Conti Cavini. Di fronte la medaglia di bronzo di Pechino 2008 si troverà Pio Antonio Nettuno, pugile di Cesenatico, che ha già combattuto sia per il titolo tricolore sia per quello dell’Unione Europea. Dieci le riprese in programma: “Sono carico – aggiunge Picardi – anche perché sul ring del Nemea Energy Village salirò anche per Miriam e Salvatore Castaldo, Piero Izzo e per la manager Giada Punzo, oggi la mia famiglia qui a Cardito. Senza dimenticare il preparatore atletico Vincenzo Gargiulo, con il quale mi alleno da fine 2016 e che è diventato per me un fratello. Senza di lui la mia rinascita da professionista sarebbe stata impossibile”.

L’incontro valevole per il titolo italiano sarà preceduto da una serie di altri match, tra i quali spicca l’esordio professionistico di Marco Giannetti, promettente peso medio di appena 19 anni. Giannetti, sulla distanza di sei riprese, dovrà vedersela con il pugile veneto Rodolfo Bernini.

UFFICIALE – Nasce la Superlega, calcio nel caos

UFFICIALE – Nasce la Superlega, calcio nel caos

Nasce la Superlega, in serata sono arrivati i comunicati ufficiali dei club fondatori, Agnelli si dimette da presidente dell'Eca, dura la reazione dell'Uefa. Nasce la Superlega, in serata sono arrivati i comunicati ufficiali, i club fondatori di questa nuova...

Quanto tempo passiamo a giocare da mobile? I risultati di uno studio

Quanto tempo passiamo a giocare da mobile? I risultati di uno studio

Non solo console, perché oggi il gaming passa anche e soprattutto da device mobile come gli smartphone. Quelli che un tempo erano semplici telefonini, attualmente possono essere considerate delle vere e proprie piattaforme per i videogiochi, visto l’incredibile numero...

La cattiva globalizzazione è un danno. Anche nel calcio

La cattiva globalizzazione è un danno. Anche nel calcio

C’era un tempo, neanche troppo lontano, quando per 14 anni, dal 1966 al 1980, le squadre di calcio italiane non potevano piú tesserare stranieri in quanto la Federazione di calcio, in nome di un orgoglio italiano ferito, dopo i penosi mondiali del 1966, decise di...

Ippica, Lotteria di Agnano, edizione memorabile

Ippica, Lotteria di Agnano, edizione memorabile

“È stata un'edizione del gran premio Lotteria memorabile e poco prevedibile come nelle attese, perché tanti i campioni in campo, tanti i motivi e i retroscena di una delle più belle edizioni di sempre. A parte il vincitore Zacon Gio in binomio con Telethon, i...

Ora il calcio ha la necessità di ripartire

Ora il calcio ha la necessità di ripartire

La teoria evoluzionistica di Darwin parte da un concetto fondamentale che è la capacità di adattamento degli esseri viventi, non necessariamente solo l’uomo, alle modificazioni dell’ambiente e di altri fattori naturali che possono intervenire. Trasmutando i fatti,...

Sul calcio nessuno decide. Ecco le posizioni delle parti in causa

Sul calcio nessuno decide. Ecco le posizioni delle parti in causa

Ancora non sono riuscito a capire se il ministro Vincenzo Spadafora si stia comportando con il calcio e tutte le sue componenti come il bimbo che porta il pallone nel parco o nel cortile di casa che vuole decidere lui solo chi degli altri bimbi deve giocare, come deve...

Il braccio di ferro tra Lega e Coni che non conviene a nessuno

Il braccio di ferro tra Lega e Coni che non conviene a nessuno

È diventato un braccio di ferro, politico ma non solo. Economico, sociale, ideologico? C'è di tutto dietro il “no” alla ripresa degli allenamenti di calcio per le società il 4 maggio prossimo. Ma c'è soprattutto l'arroganza, quella dell'inusuale tandem politico...

EDITORIALE

L’arte di evadere le regole

di Alessandro Migliaccio

Quando nel 2010 ho pubblicato il mio secondo libro (anche se il primo era solo una raccolta di poesie giovanili) intitolato “Paradossopoli. Napoli e l’arte di evadere le regole”, nutrivo una ferma speranza che qualcosa sarebbe cambiato. Che i napoletani avrebbero, prima o poi, avuto uno sbalzo di dignità e che si sarebbero in qualche modo presi una rivincita nei confronti di quanti, troppo facilmente, puntano il dito contro di loro.

continua a leggere…

Calcio Femminile, Napoli-Sassuolo 0-1 intervista di mister Pistolesi

Fallo di mano di Chiellini ma per Sky non è niente

Troisi: Penso in Napoletano, sogno in Napoletano

Seguici su Facebook

Facebook Pagelike Widget
badando a te