A Milano si vive meglio ma solo per gli italiani. All’estero vince Napoli

da | Dic 18, 2019 | Cronaca

Per il “Sole24ore” Milano è la città dove si vive meglio. Ce lo dicono e ce lo ripetono ogni tanto. Non c’è il mare, non c’è l’aria pulita, non c’è Capri né Amalfi a due passi, non c’è tanto sole e, anzi, in termini di delinquenza ci sono più reati che in tutte le altre città italiane. Eppure ormai l’hanno deciso: a Milano si vive meglio!
Così come decisero che tutte le banche si dovevano salvare tranne il Banco di Napoli. E
mentre gli italiani premiano Milano, gli stranieri preferiscono Napoli: tanti i titoli sui giornali internazionali che elogiano la città partenopea come la migliore da visitare nel Belpaese. “Italy’s coolest city: why Naples is the place to be right now”: per la Lonely Planet Napoli è la città più bella d’Italia ed il posto dove recarsi subito in visita.

Però, all’interno delle mura di cinta dello Stivale, qualcuno potrebbe offendersi. E allora facciamoli contenti: “Sì, a Milano si vive meglio”. Ripetiamo tutti in coro: “A Milano si vive meglio!”.
Fateli contenti, per favore. Noi siamo seri: non abbiamo bisogno di targhe e premiazioni varie, né tantomeno di primati. E non apriamo il capitolo dei primati che sennò facciamo notte ad elencare tutti i primati della nostra terra.
Però l’importante è che non li contraddite: “A Milano si vive meglio!”. Un po’ come, qualche anno fa, bisognava dire che “Napoli deve cambiare”. Fu l’eterno Massimo Troisi a trovare
la risposta giusta: “Ma perché non cambiate Rovigo?!”.
E allora, come fa una mamma con un figlio da consolare, noi adotteremo Milano e ripeteremo, tutti in coro “sì, sì,bell’e mammà, a Milano si vive meglio”.

Aiom, Francesco Perrone nuovo presidente degli oncologi italiani

Aiom, Francesco Perrone nuovo presidente degli oncologi italiani

Napoletano, 59 anni, è direttore della Struttura Complessa Sperimentazioni Cliniche dell’Istituto Nazionale Tumori Pascale di Napoli Francesco Perrone, direttore della Struttura Complessa Sperimentazioni Cliniche dell’Istituto Tumori Pascale di Napoli, è il nuovo...

Napoli, nascondeva una pistola negli slip: sorpreso e arrestato

Napoli, nascondeva una pistola negli slip: sorpreso e arrestato

Ieri sera gli agenti del Commissariato San Giovanni–Barra e i Falchi della Squadra Mobile, nel transitare in via delle Ninfe, hanno notato un uomo che, alla loro vista, ha tentato di allontanarsi per eludere il controllo. I poliziotti lo hanno raggiunto e bloccato...

Campania, allerta meteo gialla domani dalle sei del mattino

Campania, allerta meteo gialla domani dalle sei del mattino

La Protezione Civile della Regione ha emanato un avviso di allerta meteo di colore Giallo valido a partire dalle 6 del mattino fino alle 23.59 di domani venerdì 22 ottobre sulle zone 1, 2, 3 (Zona 1: Piana campana, Napoli, Isole, Area Vesuviana; Zona 2: Alto Volturno...

Napoli, torna il premio Buona Sanità

Napoli, torna il premio Buona Sanità

Amore, quello per la vita, è la motivazione unica del Premio Buona Sanità in Tour, giunto quest’anno alla XXIII edizione. La Conferenza stampa di presentazione si terrà venerdì 22 ottobre ore 12.00, nella sede dell’Ordine dei Medici-Chirurghi e Odontoiatri di Napoli,...

Marano, accoltellata da un 17enne per una lite per un posto auto

Marano, accoltellata da un 17enne per una lite per un posto auto

Quasi un’intera famiglia in manette per il tentato omicidio commesso ieri pomeriggio a Marano, in via Campania. Vittima una 34enne del posto, colpita da 4 fendenti che le sono costate il ricovero immediato in prognosi riservata presso l’ospedale di Santa Maria delle...

La laurea in Napoletanità ideata da Francesco Spinosa

La laurea in Napoletanità ideata da Francesco Spinosa

Si è conclusa con un grandissimo riscontro di pubblico e critica la tredicesima edizione della Crociera della Musica Napoletana, l’evento transnazionale, esperienziale ed emozionale organizzato da Scoop Travel a bordo delle navi della Msc Crociere, evento che tende a...

EDITORIALE

L’arte di evadere le regole

di Alessandro Migliaccio

Quando nel 2010 ho pubblicato il mio secondo libro (anche se il primo era solo una raccolta di poesie giovanili) intitolato “Paradossopoli. Napoli e l’arte di evadere le regole”, nutrivo una ferma speranza che qualcosa sarebbe cambiato. Che i napoletani avrebbero, prima o poi, avuto uno sbalzo di dignità e che si sarebbero in qualche modo presi una rivincita nei confronti di quanti, troppo facilmente, puntano il dito contro di loro.

continua a leggere…

Calcio Femminile, Napoli-Sassuolo 0-1 intervista di mister Pistolesi

Fallo di mano di Chiellini ma per Sky non è niente

Troisi: Penso in Napoletano, sogno in Napoletano

Seguici su Facebook

Facebook Pagelike Widget
badando a te