Ancelotti napoli salisburgo
Tempo di lettura: < 1 minuto

Dopo il poker rifilato al Genk, nel corso dell’ultima partita del girone di qualificazione di Champions, il Napoli passa il turno al secondo posto e approda agli ottavi di finale insieme al Liverpool capolista.

Un Napoli grintoso in campo, come non si vedeva da tempo, offre una prestazione dicotomica: esplosivo in attacco, con il bomber Milik autore di una tripletta ma ancora frastornato in difesa, dove gli svarioni da matita blu sono stati riscontrati ancora.

Qualificazione raggiunta in un momento della stagione altamente nervoso, in cui si è consumato un aspro scontro “tutti contro tutti” (società, calciatori e allenatore) che ha lasciato pensare ad un capro espiatorio pronto ad essere sacrificato.

Durante la conferenza post Napoli-Genk, Ancelotti ha dichiarato: “La mia intenzione è restare ancora sulla panchina del Napoli, domani incontrerò il presidente De Laurentiis e parleremo di ciò che è meglio per il Napoli”.

Domani si attenderà l’esito dell’incontro tra l’allenatore e il patron DeLaurentiis, il quale con il passaggio di turno potrebbe decidere di far dietrofront e rinsaldare il rapporto con Ancelotti.