Sette partite senza vittoria per il Napoli. Non accadeva dal 2010 con Mazzarri

da | Dic 7, 2019 | Calcio Napoli

La testa c’è. Il cuore pure. Il gioco no. Il Napoli visto ieri a Udine ha dimostrato, almeno nella ripresa, di volere fortemente la vittoria ed ha messo nell’angolo l’Udinese. Non è riuscita a segnare due gol ma soltanto uno perché agli azzurri manca una trama di gioco lineare. Sembra che i giocatori non sappiano cosa fare col pallone e c’è poco movimento in fase offensiva. Il contrario di quanto accadeva con Sarri allenatore del Napoli, quando tutti erano sempre in movimento ed ogni giocatore che aveva il pallone tra i piedi aveva sempre tre opzioni di passaggio offerte dai compagni di squadra. Il problema, dunque, sembra essere più questo che altro. Il risultato è che il Napoli non vince in campionato da sette partite noiose ed inguardabili, cosa che non accadeva dal marzo del 2010 sotto la guida di Walter Mazzarri che collezionò otto gare senza successi. Per evitare di eguagliare quel record negativo, il Napoli deve vincere le prossime gare di campionato con Parma e Sassuolo. Ma può farlo solo se osa e ritrova una trama di gioco.

Napoli, quanto pesano quei due punti persi al Maradona

Napoli, quanto pesano quei due punti persi al Maradona

Lo scudetto potrebbe essere assegnato sul filo di lana e allora quanti rimpianti Noi non sappiamo come andrà a finire. Oggi il Napoli ha tre punti di distacco dal Milan e forse anche dall’Inter, se i nerazzurri dovessero vincere la partita che devono recuperare. Ci...

Vomero, controlli movida dei carabinieri

Vomero, controlli movida dei carabinieri

Tra mercoledì e venerdì, nell'ambito dei servizi predisposti dalla Questura di Napoli nelle aree della “movida”,  i poliziotti del Commissariato Vomero, i militari dell’Arma dei Carabinieri, i finanzieri del Comando Provinciale della Guardia di Finanza, con il...

E servono sempre terzino e centrale di difesa

E servono sempre terzino e centrale di difesa

L’arrivo del solo Tuanzebe non ha risolto i problemi strutturali dell’organico degli azzurri Nel momento di maggior fulgore, dopo le otto vittorie consecutive ad inizio di campionato, osservatori e tifosi, sull’onda dell’entusiasmo, avevano già indicato il Napoli...

Napoli, un futuro da inventare

Napoli, un futuro da inventare

I vuoti del Maradona non dipendono solo dal Covid.Tifosi sempre più spaesati e meno innamorati Un giorno, neanche tanto all’improvviso, sembra che l’amore dei tifosi azzurri per la loro squadra sia evaporato in modo pressochè totale e definitivo. L’avvio di Insigne,...

EDITORIALE

L’arte di evadere le regole

di Alessandro Migliaccio

Quando nel 2010 ho pubblicato il mio secondo libro (anche se il primo era solo una raccolta di poesie giovanili) intitolato “Paradossopoli. Napoli e l’arte di evadere le regole”, nutrivo una ferma speranza che qualcosa sarebbe cambiato. Che i napoletani avrebbero, prima o poi, avuto uno sbalzo di dignità e che si sarebbero in qualche modo presi una rivincita nei confronti di quanti, troppo facilmente, puntano il dito contro di loro.

continua a leggere…

Calcio Femminile, Napoli-Sassuolo 0-1 intervista di mister Pistolesi

Fallo di mano di Chiellini ma per Sky non è niente

Troisi: Penso in Napoletano, sogno in Napoletano

Seguici su Facebook

Facebook Pagelike Widget
badando a te