Un’iniziativa insolita che certamente incontrerà il favore del pubblico: domani affermati pneumologi saranno presenti a bordo dei treni Frecciarossa per consulenze e screening.
La prevenzione delle malattie respiratorie sale dunque a bordo dei treni delle Ferrovie Frecciarossa.
Si tratta della seconda edizione di “Spirotrain – la prevenzione del respiro corre veloce” , l’iniziativa promossa da Chiesi Italia, la filiale italiana del Gruppo Chiesi, con il patrocinio delle società scientifiche Sip (Società Italiana di Pneumologia), Aipo (Società Italiana Pneumologi Ospedalieri), Simg (Società Italiana di Medicina Generale), e dell’ Associazione Pazienti Bpco.
Il 20 novembre, in occasione della Giornata Mondiale della broncopneumopatia cronica ostruttiva specialisti pneumologi saranno a disposizione dei passeggeri di alcuni treni Frecciarossa della tratta Milano – Napoli, per far conoscere la Bpco, malattia respiratoria cronica invalidante ma spesso sottovalutata, fornire consigli utili per uno stile di vita sano e offrire l’opportunità di effettuare la spirometria, un rapido test che valuta lo stato di salute delle vie respiratorie.
Oltre ai servizi offerti a bordo, saranno disponibili punti informativi “Spirotrain”nelle stazioni di Milano Centrale, Roma Termini e Napoli Centrale.
Entro il 2020 la Bpco diventerà la terza causa di morte nel mondo, complici anche l’aumento dell’inquinamento atmosferico e dell’esposizione al fumo di sigaretta.
La patologia è caratterizzata da un’ostruzione cronica delle vie aeree che interferisce con la normale respirazione, provocando la sensazione di “fame d’aria” o affanno, tosse, respiro sibilante e oppressione al torace.
Malgrado l’elevato impatto clinico e sociale, la malattia è ancora poco conosciuta e i suoi sintomi spesso trascurati: si stima che circa 6 casi di Bpco su 10 non siano diagnosticati, in particolare nelle forme più lievi.
Moltissimo ancora si può fare per sensibilizzare la popolazione sull’importanza della diagnosi precoce e di una corretta gestione della malattia, che può consentire di rallentarne sensibilmente l’evoluzione e tenere sotto controllo i sintomi, permettendo ai pazienti di condurre una vita il più possibile normale.
I passeggeri che viaggeranno sui Frecciarossa coinvolti nell’iniziativa, riceveranno materiale informativo per conoscere cos’è la Bpco come prevenirla e gestirla efficacemente, oltre a utili consigli su come prendersi cura del proprio respiro.
Ma il risvolto più importante di questa iniziativa sta nella possibilità che viene offerta ai viaggiatori del Frecciarossa di recarsi nella carrozza Executive dove potranno sottoporsi alla spirometria: si tratta del test d’elezione per le patologie respiratorie, comunemente utilizzato anche per valutare le capacità respiratorie degli atleti, semplice da eseguire (è sufficiente soffiare forte in un boccaglio per circa 6 secondi) ed estremamente affidabile se svolto in maniera corretta.
Un esame facile ma anche con risultati immediati: a bordo del treno, i passeggeri riceveranno il referto del test effettuato, che potrà essere utile per ulteriori approfondimenti sullo stato di salute dei propri polmoni.