Napoli senza idee, partita oscena al San Paolo, pari a reti bianche e Var ancora spento

da | Nov 10, 2019 | Calcio Napoli

Un Napoli bruttissimo non va oltre lo 0 a 0 al San Paolo contro il Genoa, prestazione oscena sotto la pioggia di Fuorigrotta, ci si aspettava una scossa dopo il rifiuto del ritiro e invece il momento buio continua, la squadra esce tra i fischi.

Quella che va in scena al San Paolo è la più brutta partita del Napoli degli ultimi anni, una squadra senza idee, molle e contratta che fatica tanto a creare gioco. Poco, veramente troppo poco da raccontare di un match contro il Genoa che nella partita precedente ha incassato 4 gol dall’Udinese, doveva essere una prova convincente da parte della squadra azzurra che tre giorni fa si è presa la responsabilità di non presentarsi in ritiro, disposto dalla società, creando così caos e danni ad una delle più belle realtà del calcio italiano, assumendosi anche il peso delle critiche che ne sono scaturite e minando pesantementa la passione dei tifosi che, nonostante tutto, sfidando la pioggia erano comunque presenti sugli spalti ad incitare la squadra prima dei fischi finali che hanno fatto da cornice all’uscita dal campo dei calciatori.

In questi momenti le risposte devono essere date sul campo e invece, tali risposte non solo non sono arrivate, ma si rischia di finire a -5 dalla zona Champions League, zona che per una società come il Napoli è fondamentale per continuare il progetto di crescita. Un brutto momento per il calcio partenopeo che si trova ad affrontare una delle crisi più nere dell’era De Laurentiis, con i tifosi delusi e affranti per un giocattolo che si è rotto improvvisamente, tifosi che fin da subito hanno preso una posizione contro i calciatori, individuati come unici colpevoli di un tunnel oscuro che sta portando risultati negativi e che rischia, quando la squadra uscirà da questo tunnel, di ritrovarsi lontani (sperando non troppo) dalle zone alte della classifica.

Della partita al San Paolo si deve però raccontare dell’ennesimo episodio che gira a sfavore del Napoli, al 57esimo sulla punizione calciata da Mertens, la barriera genoana devia in angolo, Calvarese non fa battere subito l’angolo ma aspetta qualche minuto per consentire al Var di valutare la deviazione con il braccio di Pinamonti in barriera, dalle immagini si evidenzia nettamente l’irregolare deviazione di braccio ma ancora una volta, l’arbitro non va a rivedere i replay sbagliando e facendo proseguire come se nulla fosse succeso. Altri due momenti sono da evidenziare, il salvataggio in extremis di Koulibaly sulla linea di porta su tiro da zero metri di Pinamonti e a 5 minuti dalla fine, è il portiere del Genoa a salvare sulla linea un colpo di testa di Elmas.

 

Dieci anni del Napoli femminile

Dieci anni del Napoli femminile

Una festa che meglio non poteva riuscire. I dieci anni del Napoli Femminile dalla prima promozione in A sono stati un tripudio di emozioni, ricordi, sfrenata allegria e anche calcio. Un evento organizzato con dovizia di particolari dal gruppo fondatore della società...

Napoli, l’aria è pesante

Napoli, l’aria è pesante

Giocatori che vanno via, altri che vogliono andar via, il futuro azzurro è tutto da inventare, e Spalletti… Insigne emigrato d’oro in Canada, Ospina che stacca il telefono che manco “piange”, ricordando una bella canzone di Domenico Modugno, Ciro Mertens che dal...

Procuratori? No, mediatori

Procuratori? No, mediatori

Scandalo infinito, impazza il calciomercato e crescono gli affari. Il coraggio di Iervolino che si è ribellato Le vicende quasi parallele del divorzio di Sabatini dalla Salernitana e della richiesta dei legali di Mertens (4 milioni netti più 800 mila euro di...

De Laurentiis basta prendere in giro i tifosi

De Laurentiis basta prendere in giro i tifosi

Presidente De Laurentiis ora basta! Adesso stai esagerando, continuando a prendere in giro un popolo di tifosi calorosi e appassionati che hai anestetizzato con le tue controverse esternazioni prive di senso. Anzi, a senso unico: il tuo. Hai sempre messo in cattiva...

Santo subito

Santo subito

Gioite amori, amorini e Cupidi. Abbiamo un santo in più che ci protegge e si espone all'umano sacrificio di sofferenze e critiche feroci come novello Salvatore. E' lui, San Aurelio da Roma, cittadino del mondo ora innamorato perso di Partenope e dei suoi abitanti,...

Napoli, quanto pesano quei due punti persi al Maradona

Napoli, quanto pesano quei due punti persi al Maradona

Lo scudetto potrebbe essere assegnato sul filo di lana e allora quanti rimpianti Noi non sappiamo come andrà a finire. Oggi il Napoli ha tre punti di distacco dal Milan e forse anche dall’Inter, se i nerazzurri dovessero vincere la partita che devono recuperare. Ci...

EDITORIALE

L’arte di evadere le regole

di Alessandro Migliaccio

Quando nel 2010 ho pubblicato il mio secondo libro (anche se il primo era solo una raccolta di poesie giovanili) intitolato “Paradossopoli. Napoli e l’arte di evadere le regole”, nutrivo una ferma speranza che qualcosa sarebbe cambiato. Che i napoletani avrebbero, prima o poi, avuto uno sbalzo di dignità e che si sarebbero in qualche modo presi una rivincita nei confronti di quanti, troppo facilmente, puntano il dito contro di loro.

continua a leggere…

Calcio Femminile, Napoli-Sassuolo 0-1 intervista di mister Pistolesi

Fallo di mano di Chiellini ma per Sky non è niente

Troisi: Penso in Napoletano, sogno in Napoletano

Seguici su Facebook

Facebook Pagelike Widget
badando a te